Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 14

Corone ingombranti

Scritto da Stefano / Pubblicato il
Gentili dottori, ho montato quattro corone in zirconio, due delle quali, molari superiori, dopo cementazione definitiva restavano abbastanza ingombranti e fastidiose come volume verso la guancia. Dopo avermi prospettato la sostituzione, invece sono state molate e completamente ridimensionate in bocca le pareti esterne con evidente danno estetico di forma. Vorrei sapere, anche in considerazione del costo sostenuto, se il procedimento è tecnicamente corretto o il pesante ritocco compromette le caratteristiche della sinterizzazione e pressofusione. Grazie per la risposta, cordialmente Stefano.
Sig. Stefano, sono state cementate definitive, per cui il molaggio è avvenuto in bocca e non si conosce lo spessore rimasto. Solo chi ha preparato e limato le corone può ipotizzare gli spessori. Consiglio di farsi controllare i manufatti nel tempo e responsabilizzare l'odontoiatra che le ha applicate, che in caso di frattura vengano sostituite. Dott. Ruffoni Diego.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

caro Sig.Stefano, il fatto che il collega le abbia, come lei dice, "ridimensionato" le corone, è una cosa possibile ed acccettabile, ma ciò non deve essere a danno dell'estetica, visto che il motivo dell'utilizzo della zirconia è proprio questo. Se non è soddisfatto dell' estetica del manufatto ritengo possa richiederne la sostituzione anche se la manovra eseguita non compromette la caratteristica della protesi.

Scritto da Dott. Vittorio Migliavada
Desio (MB)

Il ridimensionamento vestibolate di una corona già "finita" è una bestialità protesica. Non ci sono altre definizioni. Lei ha tutto il diritto di richiedere la sostituzione delle corone.

Scritto da Dott. Giuseppe Oscar Muraca
Amantea (CS)

Concordo con il collega Muraca, anche se la manovra non compromette le caratteristiche chimico fisiche dello zirconia perché il ridimensionamento è stato a danno della ceramica, ma considerando che la procedura è una soluzione di alta tecnologia protesica per fini estetici e ancorché costosa, io pretenderei il rifacimento delle corone.

Scritto da Dott. Orazio Baglieri
Catania (CT)

Gent. Paziente: sicuramente non è una prassi consolidata la rifinitura delle ceramiche una volta cementate, anche se talvolta il controllo occlusale lo richiede. In questo caso, a suo dire, il ritocco sarebbe stato importante; difficilmente lo zirconio sarà rimasto intaccato da queste modifiche che avranno riguardato la porzione della ceramica, anche per le difficoltà, per la sua durezza, di molarlo con le nostre frese. Non possiamo sapere quanta ceramica è rimasta e questo è fondamentale per il risultato a lungo termine del lavoro effettuato, quindi non possiamo esserle molto d'aiuto se non dicendo che se il risultato estetico attuale non la soddisfa lo deve far presente al suo curante che sicuramente le risolverà il problema cordiali saluti Prof. Finotti Marco
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Stefano, non è corretto ritoccare le corone cementate in bocca. Prima di essere cementati in maniera definitiva, i lavori protesici dovrebbero comunque essere fissati con un cemento temporaneo, in modo che se succede qualcosa si possa staccare il lavoro ed apportare le dovute correzioni prima di fissarlo in bocca con il cemento definitivo. Non so se il suo dentista si è comportato in suddetta maniera. Dott. Paolo Barresi.

Scritto da Dott. Paolo Barresi
Messina (ME)

Una cosa è il ritocco occlusale (che può essere fatto in bocca e perfettamente rifinito grazie ad appositi kit di lucidatura), altra è un "notevole ridimensionamento"; in questo caso, se la nuova dimensione la soddisfa, questa potrebbe essere una buona guida per il rifacimento corretto del lavoro. Oltretutto, contrariamente a quello (certo ed efficace) con il metallo, si sa ancora poco del legame che unisce ceramica e zirconia, quindi una grossa modifica degli spessori potrebbe aver reso la protesi molto più fragile (oppure no... nessuno può dirlo). Ne parli al Suo dentista e trovate una soluzione insieme.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Spett. Sig. Stefano certamente dei piccolissimi ritocchi occlusali possono rendersi necessari una volta cementate le corone. Se il ritocco invece è molto più importante questo non dovrebbe essere effettuato in bocca perchè sicuramente compromette il risultato estetico anche se non interferisce con le caratteristiche chimico fisiche dello zirconio. Saluti Dott. Barcali Massimiliano

Scritto da Dott. Massimiliano Barcali
Livorno (LI)

Sig. Stefano a suo dire il ritocco è stato importante con un evidente danno estetico, è facile anche che la ceramica sia stata tolta completamente, non è certo una pratica usuale. Lei ha il diritto al rifacemanto del manufatto che dovrà rispettare sia i criteri funzionali che estetici. Cordiali Saluti Dott. Luca Gargiulo

Scritto da Dott. Luca Gargiulo
Bologna (BO)

Il ridimensionamento di una corona finita e cementata in ossido di zirconio e ceramica non è una pratica corretta. Infatti lo spessore della cappetta e della ceramica sono dettati da regole ben precise durante la lavorazione. Ritengo quindi che, oltre a dover essere rifatta ex novo la corona, il moncone del dente debba essere riprepararo per avere i corretti spazi per il nuovo restauro. Cordiali saluti Andrea Lorini

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)