Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 2

Ho effettuato un'immersione e appena ho toccato una certa profondida circa 10 mt,il molare superiore ha cominciato a farmi molto male

Scritto da antonio / Pubblicato il
Salve mi chiamo Antonio e scrivo da Rimini, il mio calvario comincia qualche anno fa, quando accuso dei dolori ai molari superiori destro, quindi dopo varie visite decidiamo col mio dentista di togliere il penultimo molare perché secondo lui era molto rovinato, e di procedere con un ponte tra questi visto che anche gli altri due erano messi male, gli ultimi debitamente devitalizzati, mettiamo in posa il ponte, ma niente l'ultimo dente mi fa molto male, lui dice di aspettare che il lavoro si stabilizzi, mi fa più lastre da cui risulta tutto nella norma. Stesso problema si propone sotto l 'ultimo molare, dente curato in passato ritrattato, pensando fosse lui a provocare questo fastidio generale, dopo più di un mese niente, adesso mi fanno male tutti e due sopra e sotto, quindi decidiamo di fare una panoramica, che allego, da cui risulta, inclusione di 4.8 in disodontiasi con obliquità laterale, che il mio dentista ancora non ha visto essendo in ferie, possibile che sia lui la causa di tutto, posso capire la parte inferiore, ma il molare superiore può essere coinvolto? Oggi ho effettuato un'immersione e appena ho toccato una certa profondità circa 10 mt, il molare superiore ha cominciato a farmi molto male, dolore che di solito si avverte nei seni paranasali quando si e raffreddati e ci si immerge lo stesso, ripeto quel dente è devitalizzato, aspetto una vostra risposta grazie..........ciao
La rx purtroppo non la vedo. Bellissima questa cosa delle immersioni, anche io le faccio quando posso. I denti devitalizzati possono dare questi fastidi se la devitalizzazione non è riuscita e si è complicata con una infezione cronica (granuloma). Oppure può essere qualche infiammazione o infezione nei seni paranasali che simula un mal di denti. Altro concetto è che un dente rovinato con carie profonda, può dare sintomi simili, e potrebbe trattarsi anche di un dente che sta sotto e da sintomi sopra o viceversa. Infine anche il dente del giudizio in disodontiasi può fare simili capricci... Insomma non riesco a fare ipotesi più precise in mancanza di dati più completi. Di certo se vuoi fare immersioni serene, specie se poi vai in mari tropicali dove i dentisti abbondano solo.. sott'acqua, è molto meglio se ti fai curare seriamente.. Se il tuo dentista non ha tempo, trovane uno più disponibile: c'è tanta crisi e c'è chi lavora volentieri con passione e competenza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro signor Antonio...sarebbe stato sufficiente da parte del dentista fare un semplice esame che si chiama di stimolazione termica: si saggia la risposta del dente ad un liquido che abbassa la temperatura istantaneamente a qualche grado sotto zero...dai 37 gradi che abbiamo in bocca...a -4 , il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo...il processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa..qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente và devitalizzato...per completezza nella prima visita oltre quanto descritto avrebbe dovuto fare ...oltre le prove termiche fatte in studio, anche la percussione assiale e trasversale del dente, una radiografia e la ricerca di tasche parodontali...misurandole col sondino parodontale millimetrato e la ricerca di erosioni dello smalto o di ipersensibilità dentinale ...può e deve fare una diagnosi e pianificare una eventuale terapia...CHIARO?...QUESTO PER I MOLARI SUPERIORI CHE PENSO SIANO IN CAUSA NEI SUOI PROBLEMI...ma per i denti dell'arcata inferiore tenga presente che possono essere solo sinalgie...ossia gli stimoli che arrivano al nucleo caudato del cervello ma a volte non è in grado di separarli e "confuso" li attribuisce anche ad organi vicini...come i denti...oppure ha una flogosi generalizzata tipo gengivite...si faccia controllare da un Parodontologo che le faccia un sondaggio parodontale...legga il mio articolo la VISITA PARODONTALE  e la GENGIVITE  ---per concludere DEVE ESSERE FATTA UNA ACCURATA DIAGNOSI CHE MI SEMBRA NON SIA STATA FATTA E SOLO POI SI PUO' PIANIFCARE LA TERAPIA GIUSTA:::::::::Cordialmente Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari e Riabilitazioni Orali Complete in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia