Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

E' possibile ricostruire la faccia anteriore di un premolare spaccata per 3/4?

Scritto da vincenzo / Pubblicato il
Salve ho 30 anni e quasi 6 anni fa a seguito di una carie mi fu devitalizzato il premolare dx superiore, otturandolo con materiale bianco. Recentemente del suddetto dente si è spaccata per 3/4 la sola parte anteriore (cioè quella visibile sorridendo). Il dentista mi ha detto che nonostante la rottura il premolare può essere ricostruito con materiale composito, evitando l?incapsulamento; tuttavia mi ha anche detto che non devo aspettarmi una durata longeva (circa un anno). Vorrei sapere se secondo Voi è possibile una simile ricostruzione e la sua durata alquanto breve e se è vero che tra i c.d. materiali compositi usati dai dentisti per le otturazioni, ne esistono vari di differenti qualità, di cui alcuni più resistenti di altri. Inoltre quale materiale mi consigliate per ottimizzare al massimo la durata? Un materiale composito, inoltre, può condizionare in peggio l?alito di un soggetto? Grazie per la risposta.
Salve. Si, è normale. Di norma un dente devitalizzato deve essere incapsulato perché il dente si "secca" in quanto non più nutrito dall'interno mediante la polpa dentale. La corona (o capsula) ha un effetto di contenzione e previene queste fratture. Ora che si è già verificata, c'è da sperare che la radice non sia incrinata: consiglio quindi una corona provvisoria in resina a caldo (che è poco costosa) e un monitoraggio radiografico per almeno 6 mesi: se passato il periodo di prova non si sono verificati danni, è sperabile che anche nel tempo non si verificheranno più; deve comunque sempre ricordare che un dente devitalizzato non è più un dente normale ma un dente indebolito, specialmente in questi casi! Distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabrizio Andolfi
Givoletto (TO)

Gent Paziente: La ricostruzione con materiale composito sicuramente è consigliabile, meglio se con perno o in fibra di vetro o carbonio; la successiva protesizzazione provvisoria prima e definitiva poi a maggior ragione per evitare nuove fratture e precarietà della riabilitazione. escluda il rischio di alitosi. Cordiali saluti Prof. Finotti Marco

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

La sola ricostruzione con composito della parte mancante è da ritenersi un palliativo con scarsa affidabilità e durata. In questo caso, seguendo sostanzialmente ciò che hanno già consigliato i miei colleghi il dente va protesizzato, ossia ricoperto con una corona protesica. Dapprima va valutata radiograficamente la qualità della terapia endodontica (devitalizzazione), poi va ricostruito con un perno. Se ho interpretato bene il caso mi sento di consigliare una ricostruzione con un perno metallico fuso (d'oro) e non con una ricostruzione in composito e perno in fibra o vite metallica. Da uno studio che abbiamo realizzato all'università di Bologna è emerso che i perni in fibra funzionano ottimamente solo se c'è una discreta quota residua di dente originario, ma in questo caso, essendosi fratturara tutta la parete esterna, direi che non è il caso ideale: meglio un perno tradizionale! Successivamente si passa alla realizzazione di una corona provvisoria per poi passare ad una corona definitiva se la riabilitazione provvisoria non crea problemi. P.S. Un premolare superiore devitalizzato va protesizzato subito!!! Si sarebbe dovuto protesizzare 6 anni fa. Cari saluti. A disposizione. Luca.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con escludere il rischio di alitosi. Probabilmente il suo odontoiatra ha presunto la durata del restauro in base a vari parametri,di tipo estetico,gnatologico e destruente, valutando i costi biologici rispetto ai benefici. In qualunque caso anche i migliori materiali di ricostruzione, in mani poco abili e non competenti possono dare pessimi risultati. Dott. Ruffoni Diego.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Paziente, escludo il rischio di alitosi. La ricostruzione in composito deve essere eseguita, consiglio a questo punto anche di protesizzare il premolare con un provvisorio prima e con una corona definitiva in seguito, come indicato dai colleghi. Cordiali saluti, Paolo Barresi.

Scritto da Dott. Paolo Barresi
Messina (ME)

La durata di una ricostruzione e' quanto di piu' variabile possa esistere nel nostro lavoro perche' dipende dal materiale, da chi la fa, se viene utilizzata o meno la DIGA DI GOMMA, dal tipo di masticazione, dal dente, dall'igiene orale ecc ecc. Sicuramente l'inserimento di una corona in oro-ceramica o ceramica integrale puo' risolvere il suo problema, ma e' anche vero che una ricostruzione in composito fatta come si deve (con il materiale giusto e con la diga) puo' essere risolutiva; ripeto, occorrerebbe una visita per formulare una diagnosi, e non un semplice consulto virtuale con tutti i suoi limiti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tommaso Mangiavacca
Vimercate (MB)