Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

L'allungamento della corona clinica viene fatto da qualsiasi dentista oppure è una cosa che deve fare un chirurgo?

Scritto da Roberto / Pubblicato il
L'allungamento della corona clinica viene fatto da qualsiasi dentista oppure è una cosa che deve fare un chirurgo. La dentista a cui mi dovrò rivolgere lavora da sola, non ha neppure l'assistente alla poltrona; però ha 25 anni di esperienza. E' un operazione che si può fare prima di andare al mare o è meglio rimandare, anche se il dente in questione è devitalizzato e andrebbe ricoperto al più presto possibile (è l'unico molare inferiore sinistro, il 37, mentre il 36 manca da una quindicina di anni) ? Potrei proporre al dentista di fare un'otturazione da tenere sino a dopo le ferie o rischio rottura del dente (devitalizzato per altro 2 mesi fa e che non ho ancora ricostruito poichè ho avuto discussioni con il vecchio dentista, il quale non mi ha più in cura, ma me lo ha otturato con una pasta provvisoria dicendomi di chiuderlo prima delle ferie - inoltre non mi ha assolutamente accennato all'allungamento della corona ) ?
Stia tranquillo. è una cosa semplicissima e può farla qualsiasi dentista. Se poi viene fatta col laser o con elettrobisturi non sanguina neanche (o quasi). Di solito, dopo un allungamento, prima di protesizzare sarebbe saggio aspettare 30 o 40 giorni per la completa guarigione della gengiva, nel frattempo, se il dente è già monconizzato, andrebbe ricoperto con una capsula provvisoria. Si goda la vacanza.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Allungamento della corona clinica
Gengivectomia per allungamento di corona clinica per frattura della radice, in presenza di adeguata banda di gengiva aderente.
Signor Robero ... guardi che è un interventino semplicissimo di piccola chirurgia parodontale, alla portata di tutti i dentisti ... la corona clinica è la parte di dente che emerge dalla gengiva...allungarla significa "tagliare un pezzo di gengiva per avere un dente più lungo per es per curare una frattura o per esporre una carie o per esporre la spalla di un dente per riabilitarlo con una corona che non interferisca con la gengiva...insomma per far si che sotto gengiva o sotto la cresta ossea non ci sia materiale artificiale per qualsivoglia motivo...poi ci sono motivi solo estetici...se la quantità di gengiva aderente è sufficiente si fa una gengivectomia gengivoplastica...se fosse insufficiente, si farebbe un lembo riposizionato apicalmente con osteotomia osteoplasica...tutto qui...cordialmente Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Con tutto il rispetto per chi mi ha preceduto, direi che l' allungamento di corona clinica non è un intervento semplicissimo, specialmente nelle zone estetiche, se si fa come va fatto, cioè con i canoni della chirurgia ossea resettiva. Il lembo vestibolare va dissecato a mezzo spessore, per salvaguardare tutta la gengiva aderente, riposizionandolo poi apicalmente ed ancorandolo con una sutura periostea; il lembo palatale-linguale va suddiviso in due lembi, primario e secondario tramite una doppia incisione festonata con "anticipo delle parabole", il lembo secondario va asportato, il primario va scollato a tutto spessore. Dopo l' osteotomia-osteoplastica si fissa ai piani sottostanti tramite una sutura a materassaio verticale... Insomma, se dev' essere fatto a regola d' arte credo che ci voglia un esperto parodontologo. Comunque, effettuarlo addirittura senza l' assistente mi pare assurdo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Deve diffidare altamente di una dentista che non ha una assistente. Secondo la mia personale opinione, è del tutto impossibile effettuare un lavoro DI QUALITA' se non si è a 4 mani sul paziente. Ed è anche rischioso.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Signor Roberto, è un intervento che bisogna saper fare, la difficoltà è data dall'inconpetenza, niente di più!!! Certo non stiamo parlando di intervento a cuore aperto, ma tutta la chirurgia richiede conoscenza. Il discorso assistente è delicato in quanto è vero che altre due mani sono importanti, ma ci sono professionisti che eseguono prestazioni eccellenti anche da soli (io lavoro con due assistenti). Una curiosità: perchè parla di allungamento di corona clinica se il suo dentista non ne ha "assolutamente accennato"? E' un suo pensiero? Buon sabato
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

L'allungamento della corona clinica è un intervento banale che può essere eseguito da qualunque dentista e senza la necessità di aiuto da parte di un'assistente. Le metodiche sono veramente molte: bisturi a lama o elettrobisturi, previa anestesia; oppure, senza necessità di anestesia, con frese rotanti in ceramica; o ancora, senza anestesia e senza sanguinamento, con laser. Nessuna tecnica è superiore ad un'altra: ogni dentista sceglie la tecnica con cui si trova meglio e, secondo la propria esperienza, riesce ad ottenere i migliori risultati. Sicuramente le consiglio di effettuare subito una corona provvisoria, poichè un dente devitalizzato e con poca struttura sana residua, può facilmente fratturarsi (con il rischio di doverlo poi estrarre); soprattutto considerato che è l'unico molare dell'emiarcata. Inoltre, il periodo delle vacanze estive consentirebbe, tra l'esecuzione dell'allungamento della corona clinica e la protesizzazione provvisoria, di ottenere una guarigione completa e, quindi, più stabile della mucosa: ciò può evitare che, dopo avere effettuato la corona definitiva si abbia un ulteriore allungamento spontaneo della corona clinica. In conclusione: tutto molto semplice da un punto di vista operativo; ed è sufficiente avere un corretto piano di trattamento da seguire con la sua tempistica per ottenere il migliore dei risultati.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ettore Gaudiosi
Foggia (FG)

Sig. Roberto, tutti gli odontoiatri hanno studiato la chirurgia generale e la chirurgia speciale odontostomatologica, per cui un odontoiatra che propone questo tipo d’intervento conosce e sa svolgere l'operazione con competenza. I rischi di frattura, saranno difficilmente quantificabili dal suo odontoiatra, che conosce il caso, per cui non può certo aspettarsi una giusta risposta da parte nostra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig.re Roberto , allungamento di corona clinica vuole dire in parole semplici, riportare più in basso ciò che si trova intorno al margine del moncone cioè : gengiva marginale, gengiva aderente e osso. Mi stupisco dei miei colleghi che dicono che questo si possa fare senza assistente. Le consiglio quindi di pensarci prima di sottoporsi a tale terapia . Cordiali saluti

Scritto da Dott. Franco Massimo Casella
Torino (TO)

Gentile paziente, l'allungamento di corona clinica è alla portata di qualsiasi dentista con un minimo di preparazione. Legga cosa può succedere quando un dentista lavora da solo: Tocca la bocca di un paziente affetto da AIDS, e si contamina i guanti. Poi deve aprire il cassetto e TOCCA LA MANIGLIA con gli stessi guanti contaminati dal virus. Poi rimette le mani in bocca, si aggiusta la lampada TOCCANDO le manopole. Suona il telefono, e risponde, contaminando pure quello. Rinizia a lavorare, e suona il citofono: è lei che ha l'appuntamento. TOCCA il pulsante per aprire, e anche il pulsante del citofono è contaminato. Prende l'aspiratore chirurgico, TOCCANDOLO, e completa il lavoro. Apre il cassetto del servomobile TOCCANDO la maniglia, per prendere gli ultimi strumenti. Ha finito il lavoro, TOCCA il pulsante della poltrona che riporta in posizione seduta, si toglie i guanti e congeda il paziente. TUTTE LE PARTI CHE LUI HA TOCCATO SONO CONTAMINATE DAL VIRUS. Se avesse lavorato con l'assistente, sarebbe stata lei a toccare tutte le cose, senza contaminare nulla. Ora, è il suo turno, tocca a lei. Vorrebbe essere QUEL paziente?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia