Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

Si può curare quest'infezione senza ricorrere all'intervento chirurgico?

Scritto da emanuela / Pubblicato il
Salve, alcuni mesi fa mi è stato devitalizzato un molare con conseguente inserimento di un dente capsulato, a seguito di dolori sono riandata dal dentista...mi ha fatto fare una ortopanoramica...dopo averla vista mi ha suggerito di togliere il dente del giudizio che stava cercando di venire fuori xkè sosteneva fosse quello a darmi dolore...inoltre dalla lastra ha notato che sotto il dente capsulato c'era a suo parere una piccola infezioncina...dopo avermi chiesto parecchi soldi per l'intervento...mi sono rivolta per scrupolo all'ospedale fate bene fratelli di Roma...ho fatto una visita li...portando la stessa lastra...e il dott. dell'ospedale ha invece puntato l'attenzione maggiormente su questa infezione piuttosto che sul dente del giudizio...al che mi ha fatto mettere in lista x un intervento chirurgico di 1 ora e mezza (sono 7 mesi che sono il lista d'attesa) per togliere innanzitutto il dente capsulato e poi forse anche quello del giudizio...io ho a dir poco il terrore...soprattuto non so di chi fidarmi...e vorrei sapere se si puo' curare quest'infezione senza ricorrere all'intervento chirurgico..e se non viene curata o cmq se non ci faccio nulla cosa rischio? p.s. ho pensato anche di rivolgermi ad un altro ospedale o un altro dentista x sentire un altro parere ...ma non so che fare...grazie dell'att.ne
Sig. Emanuela, senza visionare la panoramica e senza una visita clinica è difficile ipotizzare una diagnosi e non è possibile definire il giusto professionista.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La spiegazione è in fondo al testo
Cara sinora Emanuela...ha ragione ad avere il "terrore" ... di farsi "toccare" ... io non conosco la sua situazione clinica quindi posso solo azzardare ipotesi...ma da quanto dice si evince che l'unica cosa certa che le vogliono fare è di togliere o questo o quell'altro dente come se i denti fossero "noccioline" e non "organi" da preservare e curare...mi sembra molto difficile che si debba arrivare ad estrarre un dente rivestito con una corona solo perchè ha un'infezione...si cura...sembrerà banale...forse "preistorico"... ma si DEVE CURARE...si DEVE FARE UNA DIAGNOSI PRECISA E POI PROPORRE UNA TERAPIA PRECISA atta a salvare il dente ...nel possibile dell'umano...ha bisogno solo d un buon Dentista...tutto qui...guardi che non è difficile con una visita clinica ed un Rx endorale fare una diagnosi e decidere...le invio una foto di un dente che ho salvato ed aveva una corona vecchia di anni e anni, un granuloma, una necrosi pulpare, uno sfondamento del pavimento della camera pulpare, una parodontite con lesione della forcazione e difetti ossei profondi tra i 7 e i 12 mm e tasche parodontali...tutti i dentisti interpellati lo volevano estrarre...modestamente io l'ho salvato ...questo lo dico...anche se sembra antipatico...perchè troppo spesso si estraggono denti che possono essere recuperati...ma ci vuole perizia e FATICA..LAVORO...SUDORE...DETERMINAZIONE...PROFESSIONALITA'...AMORE PER LA SALUTE DEL PAZIENTE ED AMORE PER LA PROPRIA PROFESSIONE...quindi le consiglio di chiarire sentendo un altro parere se questo dente "incapsulato" = si dice con una corona o protetizzato...deve essere veramente avulso...in 32 anni di professione forse avrò estratto si e no qualche decina di radici assolutamente irrecuprabili con malacie o fratture a libro...assiali...terribili...guardi la foto e ragioni sul fatto se il suo dente è messo "peggio" di questo!!!...Cordialmente Gustavo Petti Parodontologo e Riabilitazioni Orali Complete e Complesse in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Mi rendo conto del suo disagio. Se vuole un parere competente a Roma, può chiedere una visita all'EASTMAN. Tenga però presente che anche loro hanno liste di attesa chilometriche.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Gent.le Emanuela, le consiglio di cercare un collega a lei vicino tra i dentisti di questo portale perchè penso che abbia bisogno di essere visitata ed informata in maniera completa sulla possibile soluzione del suo problema; dal suo racconto sembra che non l'abbia fatto ancora nessuno. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Ferruccio Morandi
Pistoia (PT)

Certo che deve cambiare dentista. Quelli dell'ospedale, lavorano con la mutua e non fanno cure sofisticate. Quello che c'eri andata per prima nega le sue responsabilità. Devi sentire un parere di un buon dentista privato. Il dente del giudizio lo devi togliere quasi sicuramente, ma quello curato, va curato di nuovo per vedere se è possibile recuperarlo. Un dente in meno sembra nulla, ma è tantissimo: la masticazione non è più la stessa, i denti si spostano e si allentano. Alla tua età non devi perdere denti così presto..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, mi ha colpito il suo caso perche' nella mia pratica clinica mi occupo prevalentemente di Endodonzia, branca dell'Odontoiatria che studia diagnostica e tratta di problemi come il suo. Spesso i denti devitalizzati al contrario di quello che pensano i pazienti sono affetti da patologie croniche che non si manifestano espressamente con sintomi evidenti...altre volte invece si. Il protocollo operativo e' molto chiaro e si basa sul "ritrattamento endodontico " dell'elemento affetto. Questa terapia si esplicita in prima battuta con il rifacimento della terapia canalare: risagomatura, ridetersione, riotturazione di tutti i canali presenti. Se dopo un controllo clinico e soprattutto radiografico effettuatii a distanza di 6-12 mesi non si sono manifestati segni di guarigione, si passa ad un approccio chirurgico (apicectomia) che comunque deve essere eseguito da un dentista endodontista e non un chirurgo orale perche' spesso quest'ultimo non conosce a fondo le problematiche anatomiche ed endodontiche che possono giocare un ruolo assolutamente determinante nei confronti della guarigione. Distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Gaffuri
Travagliato (BS)