Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 2

Seguito domanda: Informazioni sulle radiazioni da radiografie.

Scritto da Roberto / Pubblicato il

Buongiorno, ringrazio tutti per le spiegazioni molto tranquillizzanti sulle radiografie; sono un pò apprensivo in materia in quanto l'area in cui vivo è stata quella che - per una "fortunata" serie di coincidenze fra correnti aeree e precipitazioni - era riuscita ad avere uno dei più alti tassi di ricaduta in Italia della famosa nube di Chernobyl e quindi dove posso cerco di stare attento a non incrementare la dose. Ringrazio in particolare il dott. Petti per la sua segnalazione. In effetti per ora dovrò fare un impianto, il secondo potrebbe rendersi necessario se la cura del grosso granuloma fallisse, però vedrò di discuterne bene col dentista prima di cominciare la terapia, e gli altri potrebbero essere necessari se fra un paio d'anni si fossero riformati i granulomi in quelli curati, come paventato stante la situazione delle radici. In tale evenienza vedrò di esprimergli le mie perplessità sull'estrazione dei denti; dato che da una parte non mi andrebbe di andare da altri dentisti "di nascosto" ma dall'altra in effetti potrebbe sembrare una palese mancanza di fiducia comunicargli che vorrei sentire più pareri prima di estrarre i denti e fare gli impianti, Vi chiederò quale comportamento ritenete sia il più corretto da tenere per compendiare le reciproche esigenze. Cordiali saluti

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/1353_informazioni-sulle-radiazioni-da-radiografie.html

Caro Signor Roberto...mi fa piacere di esserle stato utile...le vorrei segnalare ancora che là dove dovesse fallire la terapia del granuloma per le vie normali (devitalizzazione) ... si fa una retrograda aprendo chirurgicamente l'osso e sigillando la radice con MTA o con Amalgama chirurgica priva di zinco...essendo il granuloma sostenuto dalle tossine dei microbi...microbi che vivono dentro la radice...una volta curata e/o sigillata, il granuloma si riassorbe...Cordialmente Gustavo Petti

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Roberto, è semplicissimo, deve parlare chiaro con il suo odontoiatra, dichiarando le sue intenzioni, che lei è disposto a sottoporsi a delle cure lunghe e costose, con nessuna garanzia di successo, prima di arrivare all'avulsione del dente. Vedrà, che il suo odontoiatra, le farà firmare un bel consenso informato e procederà alle cure, cercando di dare il massimo delle prestazioni per ottenere i migliori risultati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)