Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 5

Avverto una fastidiosa sensibilità ad un molare

Scritto da Simona / Pubblicato il
Salve, da qualche tempo avvertivo una fastidiosa sensibilità ad un molare durante lo spazzolamento e all'assunzione di cibi/bevande freddi. Oggi mi sono accorta di una leggera incrinatura orizzontale di un molare superiore, proprio alla base della gengiva (nella faccetta esterna) che se la tocco mi dà la stessa fastidiosa sensibilità. Il dente era stato curato da una carie qualche tempo fa e, a parte la sensibilità, non mi dà altri fastidi. Quali sono le cure che mi aspettano visto che è proprio alla base della gengiva e, soprattutto, dovrò incapsularlo? Grazie in anticipo della preziosa risposta. Saluti,
Da quanto ci descrive non mi sembra che vada protesizzato. Vada dal suo dentista. Momentaneamente le posso consigliare dei dentifrici e dei colluttori desensibilizzanti, che potrà reperire in farmacia.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Le consiglio visita odontoiatrica ed rx, le sconsiglio d'"incapsularlo".

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Simona ...non è possibile rispondere correttamente senza vederla... posso solo azzardare ipotesi che troverebbero il tempo che "troverebbero" ...il "fastidio doloroso " che Lei riferisce può avere diverse cause... dentali, occlusali e quindi Gnatologiche, Prodontali...data la sua giovane età...andrebbero valutati bene tutti e tre . -Quelli DENTALI ... stabilire con prove termiche se ci sono sofferenze pulpari (del nervo) o no...i particolare valutare la presenza di erosioni dello smalto che è la cosa più probabile che abbia (si trattano come fossero carie...molto tranquillamente) -Quelle Gnatologiche rilevare innanzitutto le DISCLUSIONI...ossia se c'è una protezione reciproca dei denti...tenga presente e spero di farmi capire che i denti posteriori proteggono, a bocca chiusa e con la mandibola in posizione di massima arretratezza...chiusa molto dietro, insomma (si chiama Relazione Centrica) i denti davanti che si devono sfiorare e NON toccare in questa posizione. (Essi riposano) Viceversa se lei scivola in avanti con i denti di sotto, fino a portare gli incisivi di sotto (mandibola) in testa a testa con quelli di sopra, gli incisivi, devono fare staccare...(si dice discludere) quelli posteriori che si riposano così... Poi ancora se invece di scivolare in avanti come prima...partendo dalla posizione di Relazione Centrica di massima retrusione, và in avanti e di lato fino a portare i canini in contatto (quello di sopra con quello di sotto prima da un lato ...poi dall'altro...TUTTI i denti della bocca si devono staccare..(DISCLUDONO)...e si riposano. Poi non deve avere "rumori nè dolori alle Articolazioni Temporo Mandibolari" ... in linea di massima non vedrei grossi problemi Gnatologici...detta così...ovviamente! -Quelli PARODONTALI ...i sintomi possono essere anche tipici di una gengivite marginale (le chiedo: è per caso in gravidanza?), ha le gengive lucide e sanguinanti...anche poco..di colore non rosa a buccia di arancio ma violaceo tenue? Legga per favore il mio articolo GENGIVITE nella mia scheda personale... Detto questo...le consiglierei vivamente di farsi vedere da un buon Parodontologo che sia anche Gnatologo (di regola lo è)...le farà una visita tipo quella descritta e arriverà ad una diagnosi reale e concreta...e vedrà che ne "uscirà fuori" ...e magari con "poco" ...suo Gustavo Petti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Simona, la sensibilità è il campanello di allarme di alcune patologie. Le consiglio una visita odontoiatrica con opportuna diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Simona, le lesioni marginali o del colletto dentale sono tipicamente dovute ad un micro-traumatismo dentale capace di disgregare il tessuto dentale che poi viene rimosso dallo spazzolamento e dalla saliva. Talvolta si manifesta sensibilità (nei denti vitali) per aumentata esposizione della polpa agli agenti termici e chimici. La terapia laser senza alcuna manovra invasiva in genere è efficace in una o due sedute. La sola fotostimolazione (irradiazione senza contatto) è capace di occludere quei piccoli canali dentinali che trasmettono la sensibilità alla polpa alleviando il sintomo. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Gizdulich
Firenze (FI)