Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

In tre anni la mia bocca si è trasformata in un disastro totale

Scritto da lorenzo / Pubblicato il
Buongiorno. Dopo 3 anni sono tornato da un'esperienza umanitaria in Africa, senza mai tornare in Italia. Sudan. In tre anni la mia bocca si è trasformata in un disastro totale. Se aggiungiamo anche che non ho disponibilità economiche per affrontare 10/20.000 euro di spese dentistiche, e in più il dolore è insopportabile, certe volte, mi rivolgo a voi con la speranza di capire cosa devo fare. Il diritto alla salute è di ogni cittadino, credo. Ma io non posso più aspettare... Sono a pezzi. Lorenzo (PARMA)
Sig. Lorenzo vada dal suo medico di base esponga il problema e si faccia consigliare in quali ASL, possono essere prestate le cure odontoiatriche in tempi celeri.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signo Lorenzo, il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, l’Associazione nazionale dentisti Italiani (Andi) e l’Associazione Odontoiatri cattolici italiani (Oci) hanno sottoscritto un accordo (vigente dal 5 marzo 2009), con l’intento di favorire l’accesso alle cure odontoiatriche a specifiche categorie di Cittadini, fissando per questi tariffe “di favore” limitatamente però ad alcune precise prestazioni. Il Ministero, nelle sue comunicazioni relative al nuovo accordo, ha voluto sottolineare che comunque il Servizio sanitario nazionale offre le cure odontoiatriche nell'età evolutiva nonché assistenza odontoiatrica a cittadini in condizioni di particolare vulnerabilità sociale e/o economica secondo criteri individuati dalle singole Regioni. A tutti i cittadini, inclusi quelli che non rientrano nelle categorie di protezione indicate, sono garantite le visite odontoiatriche per la diagnosi precoce di patologie neoplastiche del cavo orale ed il trattamento immediato delle urgenze odontostomatologiche. Verifichi se in base alla sua situazione economica può usufruire di ciò che è stato sottoscritto. Ultima cosa per ridare salute alla sua bocca non è assolutamente necessario spendere 10-20.000 euro. Mi faccia sapere buon pomeriggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Certo signor Lorenzo...è un diritto...purtroppo noi non viviamo in uno stato di diritto...visto che in ospedale le cure odontoiatriche non sono contemplate...la carie...la parodontite...le malocclusioni...non sono considerate malattie... ...esiste però la "mutua"...Dentisti convenzionati ...con tariffe basse e controllate...e cure del valore relativo...esistono gli ambulatori della ASL ... dove però trova solo una parte di terapie... che spesso lasciano a desiderare per la scarsa qualità!...questo per parlare papale papale! E molte patologie o restaurazioni come quelle protesiche in particolare fisse sono a pagamento pieno! Eppure la Costituzione sancisce il diritto alla salute! Per quanto riguarda L'accordo ANDI col ministero...si riferisce più o meno alle stesse terapie erogate dalla ASL o da un Dentista convenzionato...se avesse problemi e patologie serie...stia certo che non rientrerebbero nella "lista"...potrei anche sbagliare...però...chieda all'ANDI...chissà che non sia fortunato... Che altro dirle...buona fortuna...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, intanto mi congratulo per la scelta del volontariato. Per quanto riguarda il suo problema specifico, ricordo quando, prima della ASL, c'era la vecchia INAM. Sa perchè è stata cambiata? Perchè l'acronimo significava Italiani Non Ammalatevi Mai... Poi è venuta la SAUB (Savemo Almeno U Be***). Scherzi a parte, si rivolga alla sua ASL di zona: sicuramente è presente l'ambulatorio di odontoiatria. E' presente perfino nella mia piccola città di 25.000 abitanti. Forse le attese saranno un pò lunghe, non tutti i servizi sono attivi ma, in linea di massima, erogano prestazioni di buon livello qualitativo e quantitativo. Il nostro è lo Stato del diritto alla salute: preferisce erogare centinaia/migliaia di inutili tac ed ecografie - perchè richieste da chi ha dimenticato la semeiotica - e ignora la salute orale. Da volontario a volontario: mi contatti cercherò di fornirle un indirizzo "volontario". Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Caro Lorenzo, complimenti intanto per il tuo impegno triennale nel continente africano. La prima cosa da eliminare è il dolore dei tuoi denti. Per fare ciò è sufficiente affrontare dove necessario e se necessario delle estrazioni dentarie, eo devitalizzare, sempre dove necessita, i denti affetti da pulpite. Un trattamento di igiene professionale è in grado di alleviare i fastidi o dolori alle tue gengive. Questi protocolli terapeutici hanno costi notevolmente inferiori a quelli da te menzionati. Interpella più dentisti e vedrai che troverai una soluzione ai tuoi problemi. Buona fortruna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Montani
Roma (RM)

Lorenzo, complimenti per la tua scelta, anch'io ho fatto una scelta del genere anche se lo svolgo in Italia nell'unico Ambulatorio di Emergency (Palermo). Se potessi ti aiuterei io, ma per i tuoi disturbi puoi rivolgerti all'ASL più vicina, in regime di esenzione. Resto a tua disposizione.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

In Italia il servizio pubblico offre una possibilità di cure che spessissimo sono di ottima qualità. Altre volte no. A Parma di certo ci sono buoni reparti pubblici. I privati tengono in piedi una specie di piccola impresa o piccola clinica. Le spese sono micidiali, è dimostrabile. Quindi se vogliono tenere aperto, devono avere certe tariffe. Come un avvocato, un architetto, un ingegnere etc. E' giusto e particolarmente morale che una persona come lei che dedica la sua vita agli altri abbia una cura senza svenarsi. Io mi offro per dedicarle un po' delle mie chances temporali, anche se siamo lontani. Se ha modo di venire qui (non posso io venire lì), vediamo che posso fare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia