Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

Sostituzione otturazioni e problemi successivi

Scritto da assunta / Pubblicato il
Salve, la mia domanda necessita di un preambolo piuttosto lungo, spero sarete pazienti! alcuni mesi fa mi sono recata da un dentista per una semplice pulizia dei denti. al termine della pulizia, mi è stato consigliato di sostituire le vecchie otturazioni (fatte molti anni fa) con delle nuove. L'idea mi è sembrata meravigliosa poichè le mie otturazioni erano esteticamente bruttine. Finora ho rifatto 5 otturazioni; di queste però 2 mi danno particolarmente fastidio soprattutto quando bevo o mangio cibi freddi. Da un paio di settimane, inoltre, avverto un dolore costante al tratto di mascella superiore che comprende i due denti in questione; posso descriverlo come una sorta di morsa che sembra stritolarmi l'osso. Parlandone con il dentista, lui ha ipotizzato che fosse necessario devitalizzare un dente, ma non è riuscito a stabilire quale. Ora ipotizza che il dolore sia dovuto ad un dente occluso che è uscito dalla gengiva (solo con un piccolo tratto della corona) e che spinge gli altri denti in avanti. Mi ha prescritto l'antibiotico per una settimana. Domande: l'ipotesi è plausibile, e se si come mai prima del suo intervento non ho avuto nessun problema? dovrei estrarre il dente ora? (in realtà ho tutte 4 gli ottavi inclusi e gli inferiori sono in posizione orizzontale). la sensibilità dei denti riotturati è indipendente dal problema dei denti inclusi? e per finire, quando terminerò la terapia antibiotica ritornerà il dolore? grazie mille e scusate se mi sono dilungata ma sono varie settimane che mi sveglio di notte perchè ho male ai denti e ora sono veramente stanca, non solo fisicamente!
Gentile Assunta, l'ipotesi deve essere confermata da dei test, da esami rx, o da tutto quello che il dentista ritiene necessario. L'ipotesi più plausibile dunque dipende dalle indagini fatte. Cambiare una ricostruzione può comportare un periodo dove i denti rimangono più sensibili. Scegliere di devitalizzare un dente, se la sensibilità è in aumento non è sbagliato. Il collega saprà sicuramente decidere di conseguenza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara signora Assunta...sono molto perplesso...spero che Lei non usi termini errati perchè se sono veri...dire il mio Dentista ipotizza che e prova questo...ipotizza quest'altro e prova quest'altro...non è un comportamento da seguire. NON SI IPOTIZZA NIENTE...SI FA UNA DIAGNOSI...è facile fare una diagnosi coi problemi che ha con una semplice visita Odontoiatrica degna di chiamarsi tale! Non devo dire certo io come si deve fare una visita odontoiatrica. Non si ipotizza se si debba o no devitalizzare un dente...= si fa una diagnosi e si decide se devitalizzarlo o no...Se un dente è in causa nel determinare un dolore lo si individua...non è possibile non individuarlo...siamo medici...e questo vale per tutto il resto! Cordialmente Non si danno antibiotici per "prova" li si danno come terapia dopo avere diagnosticato la causa! Se no non serve a niente ...è ovvio che prima o poi il dolore tornerebbe!...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Assunta, quando si cambia, una vecchia otturazione obsoleta è possibile avere i sintomi da lei riportati, perché per inserire la nuova otturazione, occorre asportare la dentina secondaria molle, che proteggeva la polpa dentale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Mi unisco ai colleghi ed amici che hanno risposto in modo perfetto dicendo che la signora ha centrato una sua delusione in questo: prima aveva otturazioni brutte ed antiestetiche che desiderava sostituire per avere un sorriso più bello, ma che non davano alcun fastidio da tanti anni. Ora le fanno male tutti i denti.. Questo secondo me è uno dei soliti limiti dei compositi rispetto alle impiombature. Se le otturazioni bianche non vengono eseguite con dei criteri particolari, di igiene e di uso degli adesivi corretto, si può sviluppare una ipersensibilità e un dolore che richiede devitalizzazione..Questo può capitare ad ogni dentista? O si può prevenire seguendo tecniche corrette all 1000x1000?? Quasi quasi meglio le otturazioni vecchie...??? I colleghi che dicono??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

La sintomatologia indicherebbe una semplice sensibilizzazione pulpare, probabilmente da difetto adesivo delle otturazioni nuove, assolutamente comune quando si sostituiscono amalgame. Il dolore pulpare inoltre irradia verso territori limitrofi con estrema facilità, creando confusione. Consiglio di astenersi da manovre irreversibili e procedere più logicamente con la sostituzione della/e otturazioni.

Scritto da Dott. Andrea Gizdulich
Firenze (FI)

Si è vero ognuno di noi ha avuto certo qualche caso simile che magari è esitato in terapia canalare, la vecchia cara amalgama da ancora ottimi risultati; ma non vorrei che passasse che è assolutamente sbagliato sostituire le vecchie amalgame con compositi, gli stessi inconvenienti si possono avere anche ripetendo delle amalgame; direi che l' inconveniente è spesso legato all' insulto pulpare meccanico e termico della terapia stessa che se aggravato da quello chimica dell' otturazione in composito può soltanto peggiorare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)