Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 2

Varie domande al dentista

Scritto da emilia / Pubblicato il
Grazie di cuore per le vostre risposte: avrei 2 domande: avevo una carie ad un molare mi è stato curato e riempito in composito nero (perdonatemi non so’ il nome) il dentista mi ha consigliato questo composito perché più duraturo, ma con il tempo non riuscivo ad abituarmi in quanto spesso quando ridevo si notava, ho chiesto al dentista se poteva cambiarlo (bianco) è da tre mesi però che masticandolo lo sento più sensibile è normale ciò? L’altra domanda riguarda il secondo morale devitalizzato e sempre riempito in composito nero di qualche anno fa, ho notato che da subito la gengiva si è ingrigita in una piccola parte, rivolgendomi ad un dentista opta per incapsularlo e tagliare un pezzetto di gengiva, per portare una capsula più sopra rispetto all'altra, la cosa mi intimorisce un pochettino, mi potete consigliare?'
Cara Signora Emilia Prima domanda = il composito nero è senz'altro amalgama d'argento se è molto cura può essere ossidata per tanti motivi che non hanno nessun significato patologico...cambiatala in bianca (che è il composito) è più sensibile...qui basta fare prove termiche, una radiografia endorale ed una visita per stabilire se la sofferenza pulpare del dente è reversibile e quindi si può attendere fino alla scomparsa dei sintomi od irreversibile ed allora bisogna devitalizzare il dente! Seconda domanda = tagliare un pezzetto di gengiva significa fare una gengivectomia per allungare la corona clinica del dente e far si che una volta messa la "capsula" (corona) la gengiva chiuda sul dente e non sulla corona se no si formerebbe una tasca parodontale...legga il mio articolo seguente su questo portale e capirà LA PIORREA...QUESTA SCONOSCIUTA!  ...cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Emilia, si, può essere normale, che sostituendo l’otturazione il dente risulti più sensibile. Le consiglio di non trascurare la macula gengivale, che deve essere messa in diagnosi differenziale con il nevo melanocitico o con melanoma, la biopsia è l’esame d’elezione da effettuarsi sulla gengiva rimossa in chirurgia tradizionale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)