Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 4

Seguito: Lettura referto di una ortopantomografia digitale

Scritto da ELENA / Pubblicato il
Volevo fare presente che i miei 26/36/37 sono denti stati devitalizzati, in particolare il 26 è anche incapsulato, il 37 ha inserito anche 2 perni in quanto un "dentista di fortuna" mi aveva fatto un cattivo lavoro di devitalizzazione andando a distruggere una parete del dente. In effetti da qualche gg ho dolore nella zona del 26 con risentimento verso lo zigomo/occhio. Grazie dei Vostri preziosi consigli. Buon week-end saluti.
Sig.ra Elena, come vede la sola lettura del referto porta a risposte poco corrette, perché non siamo a conoscenza completa del caso. Ricontatti il suo odontoiatra come le ho già consigliato precedentemente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signora Elena, non ci sono problemi..si rimuove la "capsula" (meglio corona)si fa un ritrattamento dei canali e nel caso non dia successo questa terapia esiste la chirurgia per l'asportazione degli apici radicolari sede della rarefazione. Importante è non far perdurare il processo infiammatorio. Mi dispiace averla condizionata, con la risposta precedente, dicendo che le radici dei molari superiori sono quelle più a diretto contatto con i recessi alveolari del seno...spero di no. Ricambio cordialmente i saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

La risposta era corretta e la riporto, per suo beneficio cara signora Elena = . Rarefazione apicale = è una zona sofferente dell'osso intorno all'apice (punta) della radice dovuta in genere ad una infezione della radice stessa. Che il dente sia devitalizzato o no sempre la presenza di microbi nella radice evidentemente "chiusa male dalla o dalle precedenti terapie canalari, quindi infezione, è alla base della zona di osteolisi periapicale ...se è già devitalizzato bisogna rimuovere la vecchia terapia canalare e rifarla ad HOC! Se ci fossero impedimenti endocanalari insormontabili si farebbe una "retrograda" ossia si accederebbe all'apice per via chirurgica chiudendolo con MTA o con amalgama chirurgica priva di zinco. Concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi ... tolti i microbi con la terapia nuova endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. Processo lento ...che richiede da molte settimane a 24 mesi! Per completezza raramente queste osteolisi sono dovuti a residui embrionali della crescita del dente (residui del Malassetz) ed allora con la retrograda si enuclea anche la formazione. Poichè in lei sono presenti su più denti tutti devitalizzati...è logico pensare che siano dovuti a risposte infettive endocanalari!... Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Di solito se uno ha un problema, ritorna dal dentista che ha fatto la terapia per risolverlo. Mi sembra strano che uno scriva qua per avere delle delucidazioni che il dentista dovrebbe dare al suo paziente. Il ricorrere a questa rubrica denota poca o nulla fiducia nel proprio dentista.

Scritto da Dott. Zeno Pagliai
Roma (RM)