Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Rigonfiamento della gengiva

Scritto da Eleonora / Pubblicato il
Salve dottori scrivo per conto di mio fratello. Nella parte interna di un molare inferiore ha riscontrato da qualche giorno un certo rigonfiamento della gengiva con una sensazione di fastidio a quest'ultima, quindi non al dente. Premetto che il molare in questione era un dente rotto rimasto aperto per un pò di tempo e successivamente otturato, ma il dentista disse che prima o poi dovrà estrarlo poichè irrecuperabile. Finora il dente in questione non ha mai recato problemi, ma dopo quest'ultimo episodio il timore è di incorrere in un ascesso. Allego foto del dente. Ringraziamenti anticipati
Buongiorno; ha tutta l'aria di un ascesso parodontale causato o dalla otturazione "abbondante" o da un problema legato alla biforcazione post frattura. Probabilmente tutte due le cose. Se la frattura coinvolge la biforcazione forse sara' da estrarre ;bisognerebbe avere una rx endorale per vedere se facendo un piccolo intervento si puo' rendere fattibile una cura protesica o meno. Certo e' che quell'otturazione va rimossa

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Cara Eleonora, è già un ascesso linguale. Bisogna valutare il problema radiograficamente, fare diagnosi e poi agire di conseguenza.Se possibile valutando la radiografia fatta prima della ricostruzione ed assicurandosi dei titoli dell'operatore. Un cordiale saluto. 

Scritto da Dott. Raffaele Bafunno
Trani (BT)

Gentile Sig.ra Eleonora, da fotografie non si può fare una diagnosi certa. A naso direi che vi è una infezione, forse parodontale, forse endodontica, forse combinata. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari Riabilitarore in Casi Clinici Complessi.Fratture e patologie Conservative e Parodontali serie e loro Terapia Parodontale e Riabilitativa completa.
Cara Signora Eleonora, Buongiorno. Non dice quanti anni ha suo fratello! In ogni caso, stia tranquilla Lei e stia tranquillo suo fratello! E' una Flogosi o di natura endodontica o endoparodontale o Parodontale. Oltre la Visita Clinica e le prove termiche ed una Rx endorale, per valutare la probabile sofferenza Endodontica e/ Periapicale probabilmente Osteolitica, occorre fare un Sondaggio Parodontale che escluda la presenza di una Tasca Parodontale con Parulide (ascesso parodontale)! bisogna visitarla clinicamente con due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Per quanto riguarda il procedere alla avulsione, neanche per "sogno"! Il dente è recuperabile o con una terapia endodontica e/o parodontale e con un allungamento della Corona Clinica (la parte di dente che emerge dalla gengiva) per portare fuori ed esporre tutta la parte distrutta della corona che ora si trova, incredibilmente (detto per colui che l'ha ricostruita così, sottogengiva (non si fanno otturazioni sottogengiva perché aprono tasche parodontali dato che l'attacco epiteliale della Gengiva non si può avere sul materiale artificiale della otturazione ma deve essere sulla struttura dentaria.) Infatti la si espone come detto con l'allungamento della corona clinica che nel suo caso si fa con un lembo Parodontale linguale riposizionato apicalmente con osteotomia osteoplastica (da mani di un Parodontologo, abili e sapienti, per non compromettere il nervo linguale che si trova in questa zona) e vestibolarmente la stessa cose se non ci fosse sufficiente banda di Gengiva Aderente o bisognasse approfondire il Fornice oppure con una banale Gengivectomia se si fosse in presenza di una banda sufficiente di gengiva aderente e di un fornice ben rappresentato con una linea di Giunzione muco gengivale ben lontana! Le lascio un Poster di Denti in situazioni ben più gravi del suo e da me salvati oltre 20-30 anni fa ed ancora in bocca sani e salvi a dimostrazione che i Denti si curano e non li si Estraggono! :) Cari Saluti e metta Suo Fratello nelle mani di un Serio e Competente Parodontologo oltre che Riabilitatore Orale perché poi deve essere fatto un Pernomoncone con Corona in materiale adeguato (in genere in Lega Aurea Preziosa e Ceramica). Ancora cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Posso assicurarle che si tratta di un ascesso dentale, generato da una infezione che non è mortale in Europa, per l'uso consuetudinario degli antibiotici. Nell'ottocento si poteva morire anche a Foggia, pensi un po', e nel tempo che Berta filava addirittura sono morti dei rampolli di case regnanti, amputando una discendenza e cambiando la storia. Se il dente è irrecuperabile anche da mani esperte, e poi altre espertissime, va tolto e sostituito, perché la linea non può essere interrotta, pena gravi conseguenze. Per rimediare può rivolgersi ad un dentista da negozio, con il quale dovrà concordare una transazione commerciale. Si ricordi che la salute non si mette all'asta, e i rimedi della deformazione occlusale sono sempre costosissimi, anche nei più rinomati negozi di denti finti. Se invece cercherete un dentista privato, assicuratevi che prima del commercio dentale abbia un qualche principio morale, e una reputazione da mantenere, e una onestà personale e familiare. In una celebre campagna elettorale americana, comparve un manifesto con la faccia di Nixon e sotto: "DA UNO COME LUI COMPRERESTI UNA MACCHINA USATA?" Ecco cerchi la faccia giusta, perché si tratta di salute. Che diamine! Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Dalle foto e da quello che scrive, potrebbe trattarsi di una forma infiammatoria (di tipo ascessuale) di tipo parodontale, di origine parodontale con anche eventuale con-cause endodontiche. Il dente in questione è stato presumibilmente devitalizzato (comunque serve una rx endorale), la lesione cariosa è stata estremamente estesa e con margini subgengivali e debordanti (ricostruzione nel mancato rispetto dell'ampiezza biologica). Comunque vada dal dentista, o meglio, suo fratello deve andare dal dentista: sondaggio parodontale, rx endorale e quindi diagnosi corretta (con relativa terapia) e probabile prescrizione di supporto farmacologico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Eleonora, forse le predizioni dell'odontoiatra si tanno avverando, in questo caso le consiglio visita odontoiatrica al più presto..................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)