Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

È veramente impossibile ripulire un dente del giudizio?

Scritto da Luca / Pubblicato il
Salve. Dopo alcuni dolori gengivali che sto curando con colluttorio e pulizia dei denti(fatta da un igienista ), mi sono recato dal dentista di un amico per accompagnarlo e ho chiesto un parere al medico. Il dottore mi ha riferito che ho 4 carie (due interstiziali e due denti giudizio superiori). La cosa strana è che pur essendo tutti ancora "vivi" il dentista mi ha detto che i molari del giudizio sono da tirare e reputava opportuno otturarli, senza pulirli, per lasciarli morire e poi tirarli quando avrebbero cominciato a fare male. Io sinceramente non ho mai avuto dolori dentali, quindi presumo che le carie siano ancora curabili non avendo mai avuto pulpiti. Non ci penso proprio a lasciar morire un dente ancora recuperabile solo perché, a suo dire, è impossibile riuscire a ripulire quella zona con i suoi strumenti. Io già sono diffidente di natura, per questo mi sono ritrovato le carie, non sono praticamente mai andato da un dentista, ora ho già perso fiducia anche in questo medico. Tra l'altro io ricordo che alcuni denti del giudizio non sono mai usciti completamente ma non mi hanno mai dato alcun fastidio. È veramente impossibile ripulire un dente del giudizio? Ora Lui mi ha dato appuntamento e ha detto che ci prova, dopo le mie insistenti richieste di salvarlo, ma a questo punto potrebbe otturarlo e dirmi di averlo curato, se ha detto che non riusciva ad arrivare a ripulirlo? Sarò anche eccessivamente diffidente (soprattutto verso la categoria medici per motivi che non riporto ) ma dovrò pur fidarmi di qualcuno per curare queste carie. Consigli ? Grazie mille. P.s. ho alcune endorali
Gentile Luca, il fatto che lei non sia mai andato da un dentista lo si desume già dalle concrezioni calcaree (tartaro) che si evidenziano dalla radiografia. Inoltre si evidenzia una certa sofferenza parodontale che a soli 26 anni è assolutamente molto seria. Questi purtroppo sono i risultati di non aver mai effettuato una visita ed una igiene professionale che per regola dovrebbe essere effettuata periodicamente ogni sei mesi. Tornando al problema da lei enunciato e cioè i denti del giudizio è ovvio che per fare una giusta diagnosi è di fondamentale importanza una accurata visita con test di vitalità, sondaggio gengivale, rx endorale con centratore. Se ci sono dei dubbi si può procedere poi ad esami radiologici di secondo livello come una tac dentalscan. Pertanto non è possibile rispondere correttamente ed in maniera esauriente alle sue domande senza visitarla. Lei purtroppo non ha alcuna competenza in materia e deve affidarsi a qualche professionista che le ispiri profonda ed assoluta fiducia e che possa rispondere alle sue domande. Mi pare comunque piuttosto strano che con gli opportuni strumenti non si possa raggiungere la zona dei denti del giudizio per una igiene professionale adeguata. Le consiglio di cercare ,anche su questo sito, un dentista affidabile che potrà rispondere alle sue domande dopo una accurata visita. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Luca, buongiorno. "otturarli, senza pulirli, per lasciarli morire e poi tirarli": Barbarie e incompetenza assoluta che non vale la pena neanche di commentare! Le Rx fatte a cosa servirebbero dal momento che non si vedono radici , apici, parodonto (spazio parodontale, corticale ossea, osso), periapice etc ? I denti del giudizio poi da quel poco che si vede, sembrerebbero erotti ed in occlusione e quindi non da estrarre ma da curare, se cariati! Solo una Visita Clinica può farlo stabilire!"Sarò anche eccessivamente diffidente", specifichi verso questo Dentista e controlli che sia iscritto all'Albo dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri. Non generalizzi! Mai!E lo sa, dentro se stesso infatti chiede a Noi! Consigli? scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"! Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Questo comportamento (della visita Gratis "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio il possibile. Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! Vada dal Dentista, scelto per Fiducia e Stima e non in base a visite gratis e preventivi apparentemente convenienti! Segua la "Vox Populi" o cerchi su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula. Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni.Guardi che è normale routine odontoiatrica. Non vedo problemi. Certo bisogna "lavorarci un po' con impegno ed intelligenza prendendosi veramente cura di Lei Paziente che merita tutte le "attenzioni". Questo significa curare, per me! Non basta una occhiata, le avrebbe dovuto dare un appuntamento per fare una Vera Visita, Clinica, Semeiologica, Anamnestica, Prognostica e Diagnosticam senza estrapolare le eventuale patologie Odontostomatologiche dal resto dell'Organismo Sistemico per fare Diagnosi Differenziali! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luca, mi piacerebbe chiederle quanto ha pagato questa visita? Dove a suo dire parlano di carie interstiziali! Il mio consiglio è di ricercare un odontoiatra semplicissimo che le faccia pagare la visita e che le scriva diagnosi serie con le corrette cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buongiorno sig. Luca, ho letto con attenzione ciò che ha scritto e le rispondo che se un dente del giudizio va estratto, non va certamente pulito preventivamente e lasciato andare in necrosi, va estratto e basta. Il fatto di chiamarsi "dente del giudizio" non lo condanna ad estrazione certa quando nasce un problema. Se il terzo molare altrimenti denominato dente del giudizio ha una carie interstiziale o non ed è erotto in cavità orale può, a mio avviso, e deve essere curato e non estratto. Esistono manipoli da trapano con testina molto piccola indicati proprio per essere utilizzati in spazi ridotti, minor apertura della bocca o denti del giudizio. Esistono anche denti del giudizio rotti parzialmente e ricoperti in parte da mucosa, anche in tal caso la rimozione della gengiva sovrastante il dente consente la cura. Se, invece, abbiamo denti del giudizio in inclusione oste-mucosa o ossea totale (disodontiasi) cariati o causa di problematiche infiammatorie o di carie a carico del secondo molare, o in rapporti anatomici di contiguità con il secondo molare che ne impediscono la terapia corretta conservativa e/o endodontica, in tal caso, l'estrazione è la giusta indicazione. Un accenno alla questione fiducia. La fiducia del paziente nell'odontoiatra che lo cura, ma direi anche, oggi più che mai, dell'odontoiatra nel suo paziente è "conditio sine qua non" per il successo di una terapia. Se lei continuerà, per motivi che non conosco, nel non avere fiducia nel dentista che si sceglierà ogni complicanza, ai suoi occhi, risulterà come una mancanza di perizia o abilità dell'odontoiatra cui si sarà affidato. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Sottoscrivo quanto scritto dal collega Macrì. "Otturarli senza pulirli" è quasi divertente. Se si possono curare, si curano e bene. Se esistono condizioni anatomiche e fisiologiche che ne impediscono o quanto meno sconsigliano il trattamento (inclusione, disodontiasi importante etc etc) si valuta l'estrazione.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Non riesco a concepire alcune affermazioni del collega, qualsiasi dente puo' essere pulito e curato dalla carie dopo attenta e precisa diagnosi, dalle rx si nota un problema parodontale

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

Gentile Sig. Luca, la terapia proposta è assurda e non contemplata in nessun protocollo terapeutico. Poi è molto macabro dire di aspettare che muoiano. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

E' necessario effettuare una panoramica o delle radiografie più mirate, in modo tale da evidenziare le carie e la situazione dei denti del giudizio. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Scritto da Dott. Pierpaolo D'Aquino
Milano (MI)