Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Dolore ad un molare otturato da circa un anno

Scritto da ELENA / Pubblicato il
Buongiorno, mi è stato otturato il molare inferiore di destra da circa un anno si trattava di una carie abbastanza profonda. Da circa un mese ho continuo fastidio/dolore (sopportabile) in tutta la zona. Il mio dentista mi ha eseguito un rx ed ha trovato un'infiammazione generale; però non è del parere di procedere subito alla devitalizzazione in quanto non è molto favorevole a questa procedura se non necessaria. Avendo anche problemi di brux, la sua paura è che si possa rompere con il passare del tempo nonostante la capsula. Cosa mi consigliate? Credo però di non poter convivere tutta una vita con questo fastidio persistente. Grazie saluti
Gentile Elena, il termine infiammazione generale non è comprensibile. Se il collega nota un processo infiammatorio cronico (granuloma) all'apice delle radici del dente, non ha alternative alla devitalizzazione. Sicuro che se chiede altre spiegazioni al collega lui saprà spiegarle meglio cosa ha visto nella rx. Se poi le è così gentile di spedirci una copia (on-line) della stessa, sapremo consigliarla per il meglio. Resto a sua disposizione cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Elena ... cosa significa che il suo Dentista non è del parere di procedere subito alla devitalizzazione in quanto non è molto favorevole a questa procedura se non necessaria. Ce da chiedersi con tutto il rispetto se stiamo parlando di un dentista? La terapia canalare (devitalizzazione) o è necessaria ed allora DEVE ESSERE FATTA ... o non è necessaria ed allora NON DEVE ESSERE FATTA. Basta una semplicissima visita clinica con la valutazione degli stimoli termici al freddo ed al caldo, provocati dal Dentista, una semplice percussione assiale e trasversale, un controllo occlusale con una cartina da articolazine per scoprire eventuali precontatti per malocclusione, un semplice stidio gnatologico delle disclusioni canine incisive e in relazione centrica, un accurato sondaggio parodontale non solo del dente in analisi ma di tutta la bocca e soprattutto una radiografia per fare una diagnosi precisa e individuare la terapia tra cui devitalzzarlo o no! Tutto ciò è nel bagaglio culturale di qualsiasi Dentista, anche del meno colto! SE poi ha anche problemi di brixismo alla sua giovane età, bisogna fare una visita Gnatologica completa ed accurata. Probabilmente si dovrà ricorrere alla costruzione di un manufatto che si chiama Bite Plane che può essere solo sintomatico o diagnostico e che può essere realizzato in diversi modi...solo un Dentista esperto anche in Gnatologia è in grado di farlo! Non si sottovaluta m,ai un Bruxismo perchè è espressione di una malocclusione e/o dipatologie alle articolaziopne Temporo Mandibolari da valutare attentamente. Dire che di temere che il suo dente si fratturi per il brixismo e lasciarlo così è veramente "grottesco" ... mi dispiace tanto diverlo dire...ma se lei racconta il vero...le cose stanno così'...basta togliere dal carico occlusale (di precontatti) quel dente, con un molaggio selettivo, con l'ortodonzia o con quello che è necessario e basta curare il bruxismo...e il dente non si frattura! Riba da matti! ... Chiede cosa le consigliamo...a questo punto o un generico si faccia vedere da un buon Dentiusta (esperto in tutto) e Gnatologo ... in questo portale ne trova quanti ne vuole ...o cara signora senza falsi pudori...prenda l'aereo e venga da me a Cagliari ...trova tutto cliccando sul mio nome!..questo non lo dico mai...perchè non lo trovo "elegante" ...ma quando è troppo è troppo! ...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Elena, questo temporeggiare non è certo salutare ne per il suo dente ne per la sua bocca, le terapie da attuare sono semplicissime, la cura canalare si fa ad occhi chiusi, per il bruxismo, basta valutare l'ATM ed effettuare un Byte, quando il tutto è resettato si passa ad altre terapie come molaggio selettivo o ortodonzia. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Se fa male, si deve devitalizzare perchè altrimenti la infiammazione (pulpite) si trasforma piano piano in infezione e ascesso, ed allora la devitalizzazione ha meno probabilità di riuscita. Le faccio un esempio con dati immaginari ma aderenti alla realtà: uno dei nostri maestri della materia di endodonzia, devitalizzazioni (quindi non noi poveri comuni dentisti mortali, che hanno percentuali di successo inferiori) può avere una percentuale di successo della dev su pulpite del 95%. Invece su dente ascessuato del 90%. Quindi è molto più probabile che alla fine se si aspetta troppo, si perda il dente!! Oltre che soffrire tanto stupidamente nel frattempo.. Metterci di mezzo la questione del bruxismo, è come dire: al pronto soccorso c'è un paziente che si è rotto una gamba, con frattura multipla, e per prima cosa pensiamo al fatto che dovrebbe correggere le lenti da vicino perchè è variata la gradazione. Non so se mi spiego...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Elena, non conviva tutta la vita con il fastidio, meglio rivedere il caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent sig Elena credo che la cosa migliore per lei (e forse anche per il suo dentista) sia quella di intervenire con la devitalizzazione del dente in questione.. in certi casi l'attesa non è portatrice di risoluzioni spontanee, anzi spesso si assiste ad un'evoluzione progressiva e peggiorativa della malattia.. il termine "infiammazione generale" non è un termine odontoiatrico in senso puro.. non comprendo se sia una sua interpretazione o un modo di dire del suo dentista.. forse per non spaventarla.. credo comunque che si debba intervenire.. cordiali saluti..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Consiglio di intervenire al piu' presto con una terapia endodontica ed il rifacimento della corona

Scritto da Dott. Eugenio Parini
Roma (RM)