Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Mia figlia ha i denti permanenti molto piccoli.

Scritto da silvia / Pubblicato il
A mia figlia di 8 anni, un anno fa, nella prima panoramica è stata riscontrata un'agenesia di un incisivo laterale. Premetto che eredita questo problema da me, che di agenesie ne avevo ben 7 e io a mia volta da mio padre. In questo periodo le sono state curate delle carie di molari da latte e la dottoressa ha notato che oltre ad avere un'agenesia, ha i denti permanenti (finora 5) molto piccoli rispetto alla norma. Questo problema lo avevo anch'io ed è stato motivo di grande insicurezza, avevo costantemente la bocca chiusa, mi vergognavo del mio sorriso nonostante fossi una bella bambina e poi una bella adolescente.. Adesso ho 42 anni, e a 20 anni dopo una cura ortodontica di 2 anni, ho fatto un impianto strabiliante.. Mi dispiace che mia figlia debba passare quello che ho passato io...aspettare di avere 20 anni per avere il coraggio di sorridere... Ci sono novità per risolvere questo problema? C'è un modo per poter "ingrandire" almeno gli incisivi superiori prima di aspettare l'età adulta?
No Sig.ra Silvia, la trafila è la stessa che ha passato lei, mi dispiace. Legga Oligodontia, che ho pubblicato su questo portale. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Cara Signora Silvia ... capisco la sua sofferenza... le anomalie della dentizione sono varie e tra queste quelle della morfologia e volume del dente sono non rare. La microdontia o microdonzia ( accompagnata o no alla micrognazia)...ossia i denti permanenti piccoli...colpisce il dente nella sua totalità interessando sia le strutture di derivazione epiteliale che mesenchimale. Infatti a volte si hanno altre anomaliesia locali come agenesie di denti in particolare incisivi, che generali (rare ma possibili ...spesso e di solito non importanti). Di regola è su base genetica in forma dominante o recessiva, autosomica o legata spesso al sesso...come lei stessa ha potuto constatare da suo padre a lei da lei a sua figlia. Ma veniamo alla sua domanda...rispondo in modo generico e generale...non potendo vedere sua figlia...e non potendo quindi fare una diagnosi clinica non solo ortodontico/gnatologica/pedodontica...ma anche vedere la grandezza dei denti in rapporto alle dimensioni ossee della mascella e della mandibola...in generale dicevo la terapia può avvenire in età adulta ...in caso di denti più piccoli (microdonzia) questi possono essere ricoperti con corone fisse oppure essere estratti e sostituiti con impianto/corone ... Occore una accurata visita cefalometrica e studio delle semirette degli angoli che individuano dei piani importanti per questi studi clinici...lo stesso per i denti e lo scheletro che li accoglie realizzando modelli di studio in cui si devono individuare e misurare piani e curve che li individuano...e un accurato esame gnatologico occlusale per arrivare ad una eventuale terapia! Di più non posso dirle...mi spiace cara signora Silvia ...in particolare per la sua bambina! Però "nella giusta prospettiva"...esteticamente a volte dicevo...(ma...purtroppo sinceramente...molto improbabile...ma da non escludere) si può..."addolcire" il problema anche nei bambini! ...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Per la agenesia bisogna vedere bene l'occlusione generale della bocca, e forse bisogna fare un trattamento ortodontico anche per posizionare bene gli altri denti per creare lo spazio adeguato per il futuro rimpiazzo di questo dente mancante (impianti?? Chissà cosa ci sarà poi di buono per questi casi, la scienza.. va avanti!). Per la microdonzia, ammesso che sia reale, cioè denti più piccoli della norma in quella bocca, certo che si può fare una coronoplastica, cioè un semplicissimo ingrandimento ai fini estetico-funzionali con della pasta composita, appena possibile..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Silvia, bel caso che dimostra ereditarietà dell'agenesia dentale. Difficile, senza un esame obiettivo locale, proporle delle cure estetiche in fase di sviluppo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buongiorno, capisco la sua inquietudine ma credo che in questi casi sia veramente impossibile darle un consiglio senza uno studio del caso, la invito quindi a recarsi c/o un ortodontista per stabilire le linee guida del trattamento. Se poi il collega confermerà che i due incisivi centrali sono realmente troppo piccoli e la bimba lo vive in maniera problematica nulla vieta di poterli ingrandire provvisoriamente con materiale estetico. Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Gentile Silvia, bisognerebbe visitare la bambina per valutare bene il caso. Credo che una ortodonzia precoce possa aiutarla. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Silvia, la terapia ortodontica può prevedere la chiusura dello spazio o l'apertura dello spazio per un impianto. Attualmente la chiusura dello spazio con il canino in posizione del laterale può dare risultati estetici molto validi soprattutto se si ricorre a faccette o restauri in composito a carico sia del canino che del primo premolare. Suggerisco una visita da uno specialista. Cordialità

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)