Domanda di Morso inverso

Risposte pubblicate: 11

A che età è possibile individuare la presenza o meno della malocclusione?

Scritto da Francesca / Pubblicato il
Buongiorno, Ho 35 anni. Sono nata con una malocclusione scheletrica di 3 classe ( con eccessiva crescita della mandibola) ereditata da mio padre, trattata solo ortodonticamente dall'età' di 8-9 anni . Ora ho scoperto di essere incinta e mi assale il terrore che il bambino possa aver ereditato questo mio grave difetto. Ho paura che lui o lei possa dover vivere il mio stesso percorso, con gli stessi complessi che ho ed ho avuto, soprattutto in adolescenza, dovuti alla forma allungata del mio viso. A che età è possibile individuare la presenza o meno della malocclusione? quando, nel caso, sarebbe opportuno intervenire? La probabilità dell'ereditarietà è molto alta? Dovrei essere contenta per il bell'evento, ma non riesco a vivere serenamente l'inizio di questa gravidanza. Grazie in anticipo
Sig.ra Francesca, suo figlio non incontrerà le sue complicanze se lo sottoporrà alla corretta visita semestrale dai 3 anni in poi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La familiarità sulle terze classi e sulle malocclusioni in genere è riconosciuta. Si tratterà di vedere l'entità della malocclusione. Già nei primi anni di vita si potrà valutare la tendenza di crescita e il percorso da effettuare. Si affidi ad un bravo specialista in ortodonzia quando sarà il momento ( dopo i 4-5aa )e viva serenamente la sua gravidanza. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Si affidi a un bravo specialista valuterà quando sarà il momento di intervenire per correggere eventuali difetti di occlusione. Auguri per la gravida.

Scritto da Dott. Marco Pellegrini
Cesano Maderno (MB)

Cara Signora Francesca, le disgnazie di terza classe scheletrica, terapia ortopedica di avanzamento del mascellare è molto più efficace prima che avvenga la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima,quindi un progenismo va corretto di regola prima dei 5 anni, con vari apparecchi tra cui la maschera di Delaire con cui si ottiene un avanzamento del mascellare superiore con trazioni elastiche posizionate tra un arco intraorale ed una apparecchiatura extraorale o con le SIM (Elastici interni tra arcate dentarie), quindi è bene portare dall'Ortodontista suo figlio o figlia intorno ai tre anni e poi deciderà l'Ortodontista con Visite periodiche, quando intervenire! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, in linea di massima potrà essere certa che il suo bambino non sia affetto da alcuna mal-occlusione solo a termine crescita (quindi dopo il menarca nella femmina ed intorno ai 16 anni nel maschi). Questa affermazione è vera in particolar modo per le mal occlusioni di tipo scheletrico. Per i problemi dentali invece la certezza l'avrà al completamento della permuta. Resta inteso che una attenta sorveglianza a partire dai 4-5 anni permetterà di intercettare qualsiasi problema e le consentirà di decidere con il suo professionista quando avviare un eventuale trattamento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Stia tranquilla, la III classe non è ereditaria, nel senso che non si trasmette attraverso un gene, sia dominante, sia recessivo. Esiste una predisposizione genetica, certamente, ma deve associarsi a molti fattori ambientali per produrre la malocclusione ( turbe respiratorie, postural generali, postura linguale -molto importante-, etc). Pertanto è sufficiente tenere il/la bambino/a sotto controllo ( nei primi anni di vita è sufficiente il pediatra, che eventualmente in tempi opportuni suggerirà la visita ortodontica) per allontanare senza problemi il pericolo della temuta terza classe.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Il suo bambino potrà avere la 3a classe della mamma con probabilità del 50% perchè anche il padre ha collaborato al suo patrimonio genetico. In via generale prima si inizia il trattamento meglio sarà e si può fare una previsione sicura sin dai primissimi anni di vita. La cefalometria si può dire che serva solo in questa occasione per il resto solo la visita clinica può essere sufficiente. Un'allieva di Delaire inizia il trattamento prima dei 3 anni. Io ho avuto 2 pazienti che hanno iniziato a 3anni e 1/2 con breve trattamento e ottimo risultato. Le disfunzioni linguali sono molto difficili da trattare prima degli 8-9 anni. E' giusto quindi, come affermano anche i miei illustri colleghi, fare la prima visita sui 3 anni presso un ottimo ortodontista. Se vuole, a quell'età mi cerchi a Genova per un consulto. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara sig. Francesca non è detto che suo figlio/a erediti la sua malocclusione anche se la familiarità nelle terze classi è abbastanza frequente. Non si crei problemi prima del tempo. In ogni caso è importante intercettare il problema al momento giusto. Come le hanno suggerito i colleghi si rivolga ad un bravo specialista in ortodonzia portando il bimbo/a a controllo tra i 3 ed i 4 anni. Sarà lui/ lei a suggerirle il momento adatto per iniziare una terapia adeguata se fosse necessario. Intanto ci goda serenamente la gravidanza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Gent sig.ra FRANCESCA non viva con ansia la sua gravidanza, perché la malocclusione di cui lei parla non ha una trasmissione genetica (non è automatico che sua figlia erediti la malocclusione perchè non c'è nulla di ereditario. piuttosto si può parlare di "familiarità" che significa che la malocclusiomne di cui lei è portatrice potrebbe o non potrebbe essere manifesta nella sua creatura.. ciò detto le consiglio, come già proposto dai miei colleghi, di tenere sotto controllo sua figlia, in modo da "intercettare" la malocclusione al più presto, in modo da correggerne le manifestazioni cliniche (sia dentali che scheletriche).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Per sapere se avrà terza classe osservi i 4 nonni: se la maggior parte di loro non ce l'ha allora e' probabile che la bimba sia ok. Poi sono molto importanti come cause non ereditarie le cosiddette abitudini viziate. Come respirazione orale e deglutizione infantile o il frenulo linguale corto o uso prolungato di ciuccio e biberon etc. Ho scritto lunghi ma facili articoli su queste cose in questo sito e nei miei siti. Quanto alla diagnosi dipende da vari fattori. Alle volte si vede già prestissimo veramente presto, già in tenerissima età. Alle volte invece la terza classe si sviluppa man mano con la crescita negli anni e quindi può emergere anche molto tardivamente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia