Domanda di Morso inverso

Risposte pubblicate: 7

Ho seguito una cura ortodontica - durata ben 7 anni, ma....

Scritto da Marco / Pubblicato il
Illustri dottori, sono un - ormai ex -ragazzo di 26 anni che, fino all'età dei 18 anni, ha seguito una cura ortodontica - durata ben 7 anni - con elastici per una III classe - credo scheletrica, per alcuni invece "bordenline" - con un'apparente risoluzione del problema, almeno sul lato estetico, in sostanza i denti superiori sono stati spinti in avanti. Senonchè, negli ultimi 3 anni ho sofferto di recidiva, assistendo ad un arretramento dei denti superiori con la conseguenza paradossale che l'incisivo destro tocca con i denti inferiori, mentre gli altri denti sempre del lato destro superiore sono più dietro di quelli inferiori. Il morso, insomma, è tutt'altro che perfetto o corretto. Si aggiunge, alla terza classe, un sovraffollamento dei denti della mascella superiore causati dal palato stretto, con i quinti che erano all'interno del palato - oggi in parte correttamente posizionati - anche se l'arretramento ha fatto si che il quinto destro è rientrato all'interno del palato. Gli incisivi superiori sono un po' sporgenti e instabili, soprattutto il destro è instabile toccandolo, forse dovuto anche a causa dello stress da contatto con i denti inferiori. Il contatto dei denti superiori mi provoca uno stress costante e ho una sensazione di "mancanza di rilassamento della bocca". E nei momenti di stanchezza o di forte stress, il malumore aumenta. Per un vostro miglior parere, consapevole che per averlo necessiterei di una visita da parte vostra, vi allego comunque le lastre del mio cranio - perdonatemi se la qualità non è delle migliori, ma ho dovuto fotografarle. Il quesito é: c'è un rimedio alla mia situazione? qualcosa di definitivo, anche in virtù del fatto che ho "sofferto" già per 7 anni. ed ancora, così come sono, incorrerei in ulteriori problemi nel corso degli anni? Insomma, rimanere così o rimediare al problema? I rimedi, che mi sono stati prospettati dai medici che mi hanno visitato, sono stati vari e in alcuni casi discordanti, ma per una vostra più libera valutazione, ve li illustrerò eventualmente dopo. Vi ringrazio in anticipo. Cordiali saluti. Marco
Sig. Marco,la recidiva va sempre mantenuta sotto controllo, dopo anni di cure ortodontiche il paziente non deve abbandonare l'odontoiatra ma deve sottoporsi alle corrette visite semestrali. Nel suo caso si dovrebbe rivedere tutto il quadro clinico e apportare le nuove corrette cure ortodontiche.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Mi rendo conto benissimo del malumore dovuto alle conseguenze della malocclusione. Si chiamano DCM, disturbi cranio mandibolari, e possono creare uno scadimento della qualità della vita. Temo, dalla descrizione fatta, che si tratti di una situazione risolvibile solo con la chirurgia. Infatti a questa età non è più possibile modificare la struttura ossea. Con quelle rx che ha fatto, si faccia vedere da un dr ortodontista che effettua la cefalometria laterale e postero anteriore (legga i miei articoletti su questo), e lui le saprà dire certamente se ci sono possibilità non chirurgiche. Infatti queste analisi ci svelano la struttura ossea perchè di questo è che si tratta. Ma bisogna anche verificare molto accuratamente in ogni caso, la presenza di abitudini viziate come la respirazione orale o la deglutizione infantile che potrebbero essere la causa vera della malocclusione. Senza la rimozione di queste situazioni, tramite logopedia etc, nessun miglioramento chirurgico o non ,sarà mai possibile..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Marco, purtroppo deve capire che ha bisogno di un Ortodontista che prenda seriamente la sua patologia e faccia un check up Ortodontico completo con Cefalometria che misuri angoli e segmenti di retta che uniscono punti di repere precisi su teleradiografia e foto del profilo e di fronte e modelli di studio ortodontici e tanto altro! Non è possibile rispondere via web e valutare in modo serio e professionale le lastre che ha postato per i motivi spiegati sopra!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Marco, il problema è tutt'altro che semplice, al di là di buone parole che si possono fornire via web, bisogna fare un'attento studio delle rx, fare i tracciati, uno studio comparato della situazione di partenza, capire esattamente in cosa è consistita la terapia passata e cosa non è stato preso in considerazione, o perlomeno non sufficientemente. In ultimo ma non per ultimo, è stata presa in esame la lingua? vale a dire la sua deglutizione e postura?. Sappia che se questa è sbagliata nessuna terapia avrà buoni risultati. Cordialmente gustavo de felice. gusfelix@libero.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sono d'accordo con il dr.Passaretti, sia per quanto riguarda l'approccio chirurgico, sia -soprattutto!-j quando fa riferimento a disfunzioni ( deglutizione! ) che potrebbero essere la causa prima della malocclusione. A vedere la proiezione laterale del telecranio sembrerebbe un'interposizione linguale, presente come chiave di lettura di recidive ortodontiche in un enorme numero di casi. Si faccia controllare bene la dinamica linguale perchè se il piano di trattamento dovesse prevedere una correzione chirurgica, se non si risolve PRIMA la disfunzione muscolare gli esiti post chirurgici potrebbero essere drammatici.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Marco, non sempre le III classi sono risolvibili con l' ortodonzia convenzionale. Temo che il suo problema si ormai di pertinenza chirurgica. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Forse, caro Marco, si potrebbe valutare una nuova ortodonzia con estrazione dei primi premolari inferiori. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia