Domanda di Morso inverso

Risposte pubblicate: 10

Potete consigliarmi in merito alla chiusura imperfetta dei denti di mia flglia di 10 anni?

Scritto da LETIZIA / Pubblicato il
Visti i miei precedenti, anche mia figlia Ramidia di anni 10 ha una chiusura imperfetta dei denti. Dietro suggerimento del dentista procediamo a delle sedute di logopedia, a causa della spinta al momento di deglutire, che la lingua esercita sui denti. A distanza di mesi dalla fine della terapia logopedica, dalle radiografie si evidenziano i canini con potenziale crescita inclinata verso l'interno, mi viene suggerito di estrarre i canini da latte per favorire, ma non garantire, il buon posizionamento dei canini ancora interni. Sono indecisa se un'azione invasiva come un'estrazione possa essere la procedura corretta. Vi prego potermi illuminare in merito. Nel ringraziarvi anticipatamente, mi e' gradita l'occasione per porgere distinti saluti. Letizia
Se i suoi canini da latte conservano tuttora la radice intatta allora credo che un pensiero all'estrazione va fatto. Nel caso in cui i canini permanenti siano molto scesi e le radici dei canini da latte siano invece consumate allora aspetti dopo l'estate. Se dopo questo periodo non c'è nessuno cambiamento allora si proceda all'estrazione.

Scritto da Dott. Pierluigi Avvanzo
Foggia (FG)

Cara Signora Letizia...l'Ortodonzia non funziona così:...dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ...non si può dire niente di serio senza questo...ma solo ipotesi che troverebbero il tempo che troverebbero... tenendo anche e soprattutto in considerazione che sua figlia, a 10 anni, non ha certo ancora concluso l'accrescimento scheletrico in particolare in questo caso della mascella e della mandibola...mi spiace non poterla aiutare in modo più significativo...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Letizia, noi, non abbiamo visionato le RX, per cui mi rimetto al consiglio del suo dentista, che in alcuni casi è indicato. L’avulsione dei denti citati è semplice, senza grandi complicanze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent.le Sig.ra credo che supporre senza dati di fatto, visita e documentazione radiografica, sia dare una opinione senza alcun fondamento, pertanto al momento credo che il parere del collega, che ha sicuramente esaminato a fondo il caso di sua figlia, sia l'unico da seguire. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Antonio Lipani
Siracusa (SR)

Assolutamente si, è una procedura corretta, e si fa questa pratica della estrazione strategica (come la chiamiamo noi ortodontisti) di denti da latte per favorire la crescita di quelli permanenti che sono intrappolati dentro.. Se ben studiata e progettata, questa "mossa" può risolvere situazioni che altrimenti richiederebbero fatiche notevoli con l'apparecchio. Non è una azione invasiva, perchè si tratta di anticipare la caduta di denti destinati poi a cadere. Talora si tolgono anche i quarti da latte per favorire la crescita armoniosa dei canini permanenti che sono i denti più importanti di tutta la bocca, o quasi..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, pur non potendo valutare il caso personale per mancanza di informazioni cliniche specifiche, ritengo l'operato del collega corretto. Se i denti decidui impediscono l'eruzione dei denti permanenti vanno estratti. Nel caso dei canini, dopo un attento esame radiologico, anche io procedo alla estrazione dei decidui applicando però un posizionatore che serve ad evitare la chiusura degli spazi. Se poi la posizione è infelice, ancoro i canini permanenti e li guido nella loro eruzione. Prenda la risposta con le molle, è troppo generica per adattarla al singolo caso. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Cara Letizia, sicuramente il controllo della interposizione linguale è un buon inizio, la posizione dei canini tuttavia per quello che riguarda la posizione interna od esterna (linguale o vestibolare) non è così oggettivabile dalla ortopantomografia. le suggerisco una visita approfondita presso uno specialista in ortodonzia per fare il punto della situazione. così nella malaugurata ipotesi di una inclusione ossea si può pianificare una terapia ad hoc per sua figlia. credo che l'estrazione dei denti da latte facilita la fuoriuscita dei permanenti solo quando questi sono in linea con l'asse eruttivo. saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, sono in pieno accordo con il collega Bennici : non sempre la situazione si risolve estraendo il dente da latte , è necessario valutare a fondo la problematica perchè a volte può addirittura essere controproducente l'estrazione fine a se stessa , senza aver già posizionato un eventuale apparecchiatura per mantenere gli spazi e/o favorire l'uscita del dente permanente.Ritengo che la cosa fondamentale sia la diagnosi ( dove sono i canini ? perchè sono in un a posizione diversa da quella normale ? hanno lo spazio per uscire da qualche parte ?)e solo in conseguenza stabilire una terapia. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Cara Signora, in genere all'estrazione dei denti da latte conviene associare un'apparecchio ortodontico in grado di aumentare lo spazio, altrimenti c'è il rischio che si perda spazio. Molto dipende dall'occlusione di sua figlia. A volte in una seconda classe funziona bene un espansore associato ad un distalizzatore molare. Urge visita da Specialista in Ortodonzia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Le consiglio, in generale, prima di sottoporsi ad alcuna terapia, di farsi formulare una diagnosi corretta. Essa viene eseguita basandosi su un esame clinico approfondito, degli esami radiografici (telecranio laterale, frontale, ortopantomografia, fotografico e dei modelli dei denti. Per il problema da Lei esposto non sempre l'estrazione dei denti da latte aiuta l'eruzione dei permanenti Grazie per averci contattato. Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Scritto da Dott. Sergio Sambataro
Catania (CT)