Domanda di Invisalign

Risposte pubblicate: 7

Dovrei ridurre un diastema ai denti inferiori e ho optato per l'apparecchio invisalign

Scritto da EMANUELE / Pubblicato il
Salve a tutti vi invio questa mail per chiedervi delle spiegazione..... dovrei ridurre un diastema ai denti inferiori e ho optato per l'apparecchio invisalign..... dopo aver preso le impronte mi ha detto la mia dentista che ci vuole circa un mese prima che arriva il clinchek e una settimana che arrivano le mascherine..... allora io volevo chiedervi..... non c'è il rischio che in tutto questo tempo i miei denti si allarghino ancora di piu' e ci vuole piu' tempo per terminare il lavoro?......E poi se si dovessero allargare le mascherine non aderirebbero bene credo..... inoltre....da fastidio per caso mettere gli attacchi?..... per favore rispondetemi....grazie a tutti in anticipo
Caro Signor Emanuele...SUBITO UN MIO MODO DI ESSERE CHE ESPRIMO IN TUTTE LE MIE MANIFESTAZIONI : MEDICHE E NON MEDICHE: il trattamento dell’Invisalign, è molto efficace...in genere...ma, e qui esprimo umilmente ma decisamente una mia personale opinione che deriva dal mio carattere, formazione scientifica, legata probabilmente al fatto che io nel mio studio faccio, con l’aiuto di mia figlia Claudia, tutta l’Odontoiatria personalmente e legata al fatto che essendo Parodontologo, ho una mentalità chirurgica che è abituata a decidere da sola .io preferisco studiare i miei casi IO...IO PERSONALMENTE e non demandare ad altri... non mi basta raccogliere dei dati disegnare i piani e gli angoli e poi demandare gli “spostamenti” da fare sui denti, che è il cuore dell’ortodonzia, ad altri .. ..Prima di parlare dell’Invisalign, è necessaria una “lunga introduzione”... l'Ortodonzia è una scienza esatta ...dopo una prima visita clinica, bisogna procedere ad una attenta analisi cefalometrica che studi semirette ed angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...individuando piani che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia... ... si può anche simulare su simulatori orali la malposizione ortodontica per "vedere proprio" i denti del paziente spostarsi nel modello con le varie terapie...alla fine segue un terzo colloquio e visita in cui l'ortodontista può finalmente impostare e spiegare la terapia più idonea e discutere anche dei suoi eventuali desideri ... importante è che Lei deve tenere presente che poi l’Ortodonzia sfuma nella Gnatologia a che si intreccia con essa. Infatti si devono valutare: Classi Dentali di Angle, a livello dei primi molari e dei canini, I Cl.Dentale, II Cl. Dentale (e se in I o in II Divisione), III Cl., Overbite e quindi se c’è deep bite, Overjet e quindi se è presente un open bite. Curva di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale, rotazioni, inclinazioni, estrusioni, intrusioni, migrazioni, faccette d’usura. Tutto questo sfocia nello studio delle A.T.M. (Articolazione Temporo Mandibolare) rilevando se sono presenti Algie, Scrosci, Click, Sublussazioni, Contratture dei muscoli in particolare Massetere e soprattutto lo Pterigoideo. E l’insieme di tutto questo “sfuma a sua volta” con il Parodonto ossia il tessuto di sostegno dei denti che soffre per i problemi di “cattiva occlusione” nella Parodontologia non mi dilungo di più questo per farle capire la complessità dei problemi che stanno dietro le semplici parole “malocclusione” ... “ortodonzia” ”gnatologia” . .. ora parliamo dell’ Invisalign : l'INVISALIGN usa delle mascherine trasparenti ...il caso viene studiato negli Stati Uniti e non dal suo Dentista che si limita a raccogliere i dati (impronte con particolari portaimpronta trasparenti ai raggi X, forniti dalla Invisalign stessa, fotografie intraorali frontali e laterali dell’occlusione statica, fotografie extraorali del sorriso, profilo , frontale e a riposo ,Teleradiografia con tracciato cefalometrico e OPT) che invia negli USA ... alla Società inventrice di questa tecnologia, Align Technology, Inc. che si trova a Santa Clara, California. Qui avviene la acquisizione dei dati inviati, la scannerizzazione delle impronte che permettono la creazione con un sofisticato software di un modello a 3 D (tre dimensioni spaziali) e la creazione di un filmato detto Clin-Check, nel Computer del centro USA e sempre un software sposta i denti in tempo reale sul modello fino ad avere la correzione finale (CORREZIONE CHE AVVIENE NEGLI USA) e le varie fasi intermedie . A questo punto un sofisticato Robot Computerizzato fresa le mascherine per adattarle in modo preciso agli spostamenti che si devono ottenere e vengono inviate in Italia al Dentista che le ha richieste e così via con cambi e sostituzioni delle stesse fino ad ottenimento del risultato Per onestà e serietà professionale confermo, come già detto, che la tecnica della Società ALIGN è veramente fantascientifica ed eccellente che il Dentista oltre a raccogliere i dati fa anche una diagnosi cefalometrica ma e questo è IL CUORE CENTRALE DI TUTTO, GLI SPOSTAMENTI LI DECIDONO NEGLI USA ed io , ripeto, per la mia “forma mentis”, non “gradisco” che altri interferiscano e decidano per me! .e trovo giusto esprimere liberamente la mia opinione personale! . il fatto è che una tecnica che non dipenda da me, che non sia frutto della mia alta capacità decisionale e professionale, NON può appartenermi! IO sono un medico che non cura semplicemente per curare...per vagliare delle tecniche, per esercitare competenze! IO curo nel senso alto del termine: MI PRENDO CURA del paziente e voglio avere di lui la responsabilità piena, mi sento responsabile = ABILE nel RISPONDERE! Non voglio qualcuno che lo faccia per me, nel bene e nel male!!! Questo è ovviamente una mia personale "visione" dell'Odontoiatria in generale ed anche dell'Ortodonzia...oltre che uno “stile di vita” .Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari, Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi, Ortodonzia (con la figlia Claudia Petti)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Premetto che non mi occupo direttamente di ortodonzia, però sarò breve e conciso rispondendo limitatamente alle tue domande, credo che per il resto abbia già abbondantemente illustrato il collega. 1) i denti non si sostano da un giorno con l'altro in modo significativo per cui non c'è nessun problema ad aspettare un mese, le mascherine faranno il resto per raddrizzare i denti e chiudere il diastema; 2) se per gli attacchi intendi a quelli tradizionali ovvero le "stelline" dei classici apparecchi ortodontici danno fastidio soprattutto per le prime settimane causando delle ulcere, questo problema è comunque transitorio e si può usare della cera ortodontica per ridurre l'inconveniente. Spero di aver risposto alle tue domande. Ciao Andrea
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Pallavera
Cornegliano Laudense (LO)

Gentile Emanuele, partendo dal presupposto che quanto esposto dal Caro Amico Petti, è assolutamente condivisibile, ed è certamente dal punto di vista deontologico più nobile il rapporto col Paziente; l'uso di sistemi che prevedono mascherine è efficace, che si chiami "invisalign" o che si chiami "fantasmino" dell'ortolab, è uguale, personalmente credo che la tecnica con i normali attacchi sia più rapida e controllabile, anche in presenza di incidenti di percorso o di cambiamento di strategie, oltre al fatto che è più economica (almeno a casa mia), non vorrei sembrare un nemico delle mascherine! io applico le diverse metodiche in relazione alle necessità, ma nel mio cuore di ortodontista trovo gli stessi aneliti di Petti. Per quanto riguarda il fastidio degli attacchi ortodontici, questo quando c'è, dura al massimo una settimana.Il diastema,stia tranquillo che in qualche settimana è assolutamente insignificante, piuttosto perchè si è creato? Bisognerà pensarci ed attuare una terapia idonea per evitare recidive. Cordialità Gustavo De Felice sapri (SA)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

In così poco tempo le cose non cambiano, la sua curante avrà valutato il suo caso come "risolvibile" con tale tecnica. Ad onor del vero gli attacchi danno fastidio nel primo periodo ma consentono una gestione, a mio avviso, migliore del caso.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Emanuele, allora le consiglio la tecnica linguale, più precisa e rapida di invisalign. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Sig. Emanuele, mi trova in accordo con il Dott. Cacciafesta, aggiungo che la tecnica linguale è più sicura, perché se ci fossero delle complicanze, è possibile modificarla e risolverle con facilità. Le mascherine sono poco modificabili e non realizzate da odontoiatri specializzati in ortodonzia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig Emanuele, in così poco tempo non ci sono movimenti sensibili. In particolare spero che lei abbia iniziato la rieducazione della deglutizione molto importante per non avere recidiva. Per il trattamento Invisalign non si preoccupi: il trattamento viene controllato dal suo ortodontista che indirizza personalmente la terapia. Non sono cioè gli americani che la fanno ma questi eseguono solo quello che il tuo ortodontista ha deciso di fare. I tempi sembrano più lunghi in realtà ciò è un bene per la salute del dente. Cordiali saluti E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento