Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 13

Ho bisogno di un implantologo di comprovata esperienza

Scritto da maria antonina / Pubblicato il
Salve, ho 42 anni e sono di Palermo. Vi scrivo perchè il mio credo che sia un caso abbastanza complicato e sono un pò indecisa nella scelta del dentista. In pratica da molti anni mi mancano denti, per l'esattezza i 4 premolari superiori, i 2 secondi molari superiori (sostituiti dai 2 denti del giudizio superiore), primo e secondo molare dx inferiore, e secondo molare sx inferiore. Con la conseguenza che non solo in alcuni casi si è ritirato l'osso, ma c'è anche un problema di occlusione dentale. In pratica i denti superiori coprono completamente quelli inferiori quando li chiudo. Inoltre avendo anni fa messo l'apparecchio ai denti per allineare i 2 incisivi centrali superiori e inferiori che rientravano in confronto agli altri denti, credo che il problema della malaocclusione si sia aggravato per incuria del dentista (non sono sicura di questo comunque, ma allora ricordo che non riuscivo a chiudere ulteriormente i denti, cioè i denti inferiori per asportare l'apparecchio dovevo forzarli all'interno, e quando ho fatto notare la cosa al mio dentista lui mi disse che sapeva quel che faceva), considerando il fatto che adesso i denti sono tornati quasi come erano prima. Insomma, la mia è una situazione un pò complicata, mi rendo conto di questo. Ho consultato 2 dentisti qui a Palermo, il primo molto pessimista mi ha detto che rischio di perdere tutti i denti e devo immediatamente mettere il ponte, visto che l'implantologia non si può fare. Il secondo un pò più ottimista la prima visita, mi ha detto che ormai l'implantologia si può fare nella maggior parte dei casi, e che comunque prima avrei dovuto mettere l'apparecchio ortodontico. La seconda visita mi ha detto che l'apparecchio ortodontico non lo posso mettere perchè l'osso è fragile, e che l'implantologia posso farla solo per alcuni elementi e non per tutti, per alcuni ci vuole il ponte. Inoltre devo estrarre altri 2 denti perchè affetti da pus interno credo, non ricordo il termine che ha usato. Naturalmente mi dovrà dare una diagnosi definitiva appena avrà studiato bene le radiografie. Ora vista la mia situazione abbastanza complicata, vorrei rivolgermi ad un implantologo serio, di quelli con tanta esperienza, di quelli che si occupano anche di ricostruzione ossea, per vedere se posso evitare il ponte (visto che dovrei sacrificare in questo modo altri denti sani e la cosa non mi va, quei pochi denti che mi sono rimasti vorrei tenermeli ben stretti). Ma qui a Palermo non so a chi rivolgermi. Guardando su internet ho notato che molti di questi studi specializzati in questo campo sono tutti al nord o centro Italia, e trattandosi di un problema che non si può certo risolvere in poche sedute non posso certo mettermi a viaggiare continuamente. Sapete voi consigliarmi qualche studio specializzato in questo campo? Grazie in anticipo per la risposta. Un cordiale saluto Maria
Cara Signora Maria Antonina, è veramente difficile poterle dare un consiglio Professionale senza vederla...in ogni caso...le consiglio di non essere "amante fino all'inverosimile" dell'implantologia...L'implantologia può dare moltissimo...ma non tutto...inoltre bisogna valutare attentamente se la sua è una bocca adatta a riceverla perchè è ovvio che l'implantologia trova indicazione in una "bocca" che abbia una occlusione (ossia un rapporto tra i denti tra di loro e con quelli dell'arcata copposta) molto buona. Dal punto di vista protesico non mi pare abbia grossi problemi...anzi ... può riabilitare benissimo la sua bocca con protesi fisse... con l'accortezza di riportare tutto in occlusione...intrudere i denti estrusi...estrudere quelli intrusi...o con l'ortodozia o con la chirurgia Parodontale preprotesica ... sarebbe troppo lungo spiegarle...ma una volta riportato tutto in occlusione ... ed in questo ci aiutano molto le protesi fisse che possono modificare efficacemente l'occlusione riportandola ad una situazione di normalità . Dire : ma così "tocco i miei denti sani" ... quindi preferisco gli impianti ... lo lasci decidere al Dentista ...al Parodontologo e all'implantologo (tra parentesi ... il miglior implantologo è un Parodontologo...per il semplice fatto che il Parodontologo non perde mai di vista quella mentalità parodontale che "sovrasta" tutto quello che si fa in Odontoiatria, impianti compresi...mentalità di cui l'implantologo puro si dimentica a volte!!!). In parole povere...sistemata la sua situazione occlusale .. con qualsivoglia sistema la riabilitazione può essere Protesica classica con ponti o più improbabilmente visti i problemi ossei e gnatologici , con impianti...questo come concetto generale...poi magari visitandola si vede che Lei è adattissima all'implantologia ed allora la si fa...ma potrebbe risultare inadatta ed allora si farebbe protesi classica fissa in oro ceramica...senza trascurare i quasi certi problemi parodontali...dato che la malattia parodontale...badi bene ...causata solo ed unicamente dai microbi e dalla loro interazione col sistema immunitario, "staccando " le gengive dal dente con formazione di Tasche Parodontali (sacche)...gengive scollate e sanguinanti) ...con conseguente distruzione ossea...ha tutti i problemi da Lei descritti, come concause scatenanti od aggravanti...tutto questo discorso per dirle cara signora che deve fare una accurata visita Parodontale, Gnatologica, Odontoiatrica, Protesica, Implantologica ed eventualmente Ortodontica da un unico dentista che si occupi di tutte queste specialità (tranne l'Ortodonzia)...il Parodontologo...legga nei miei articoli su questo portale LA VISITA PARODONTALE ... e capirà ... Legga la GENGIVITE e capirà ... e i numerosi articoli dei colleghi validissimi sull'Implantologia...e capirà...in conclusione Lei ha bisogno di una accurata visita implantologica fatta da un PARODONTOLOGO ed avrà la certezza che sarà fatta una diagnosi più che corretta ed impostato un piano terapeutico completo e "corretto" e personaslizzato per la sua bocca"...spero di essere stato chiaro...la invito inoltre a visitar il mio sito di Parodontologia www.gustavopetti.it...dove troverà negli INTERVENTI CHIRURGICI...tutto quello che c'è da sapere sulle RIABILITAZIONI ORALI COMPLETE IN CASI COMPLESSI...mi ricontatti pure su questo portale...cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara sig.na le consiglio vivamente di rivolgersi ad un bravo parodontologo implantologo che si interesa di rigenerazione ossea. Nella fattispecie le consiglio il prof Roberto Briguglio di Messina. Sarà sicuramente la persona che le troverà la soluzione definitiva. Distinti saluti.

Scritto da Dott. Giuseppe Lucio Caridi
Reggio Calabria (RC)

Sig.Maria, il dott. Petti le ha dato degli ottimi consigli professionali che concordo interamente. Lo specialista che lei cerca lo può ritrovare in questo portale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora, purtroppo non è possibile rispondere al suo quesito senza sottoporla ad una accurata visita. Sappia che oggi si possono risolvere problemi come i suoi in diversi modi. La mancanza di "osso" può essere risolta (nell'arcata superiore) con tecniche molto raffinate come gli impianti zigomatici che permettono di realizzare una protesi fissa in poche ore. In altri casi bisogna ricorrere ad innesti che, purtroppo, richiedono più interventi chirurgici e tempi sensibilmente più lunghi (anche 1 anno) per giungere alla risoluzione del suo problema. In ogni caso si tratta di terapie che debbono essere studiate ed adattate ad ogni singolo caso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

In effetti sarebbe necessario poterla vedere di persona o almeno visionare la sua ortopanoramica. Sono sicuro che ci sono degli ottimi chirurghi orali anche dalle sue parti senza bisogno di andare fuori isola !. Ad ogni buon conto sappia che sono disponibile come tutti i colleghi del forum a darle dei consigli potendo però prima avere qualche dato in più riguardo la sua situazione orale.

Scritto da Dott. Luciano Rita Maria Amelio
Catanzaro (CZ)

Cara Sig.ra Maria Antonina una corretta diagnosi va fatta a 360° prima di esprimere un piano terapeutico. Oltre la visita servono esami radiografi, una tac, un'impronta studio da mettere in articolatore per valutare gli spazi e l'occlusione nonchè una visita parodontale. Non saprei chi specificatamente consigliarLe ma di certo a Pa non mancano bravi colleghi. Se desidera potrò informarmi. Mi faccia sapere. Buona Giornata

Scritto da Dott. Antonio Lipani
Siracusa (SR)

Non posso che confermare quanto già detto dai colleghi. Per motivi deontologici non mi sento di consigliarle un nominativo. Le posso confermare che anche in Sicilia ci sono ottimi professionisti che sapranno affrontare il suo caso. Non condivido i viaggi della speranza. Ci faccia sapere nel portale.

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Cara sig.Maria Antonietta hanno detto tutto e di più i miei colleghi. Sono convinto che nella sua regione ci siano degli ottimi colleghi. Faccia delle ricerche e ci faccia sapere

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Sig.ra Maria Antonina, lei ha un'età troppo giovane per abbattersi, forse dovuto ad esperienze negative. Oggi in odontoiatria si possono veramente risolvere quasi tutte le situazioni, sia con tecniche di rigenerazione, con l'ausilio di fattori di crescita, che con tutto un corteo di discipline e figure operative che si intersecacano tra loro. Non è possibile in questa sede darle un consiglio appropriato e veritiero perchè mancano oltre alle foto, i pilastri di una visita cioè: radiografie di primo livello ed approfondimenti tipo dental scan con ricostruzione dell'osso in 3D. Per avere idee più chiare può leggere articoli e casi clinici da me pubblicati, in particolare: Split-crest, Rigenerazione Ossea con Fattori di crescita P.R.P. Igiene orale e malattia paradontale, oltre ai video, così avrà un quadro abbastanza completo di cosa si può fare. Se dovesse avere qualche perplessità o bisogno di chiarimenti mi contatti pure personalmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gent.le Sig.ra Maria Antonietta, previa una attenta e meticolosa visita è sicuramente possibile affrontare la sua situazione clinica e proporre la migliore terapia, tale da ripristinare sia la funzione masticatoria che quella estetica. Mi spiace che in sicilia non ha ancora trovato un collega che Lei ritenga "valido", ma Le assicuro che anche a Palermo "siamo" in tanti a poter affrontare seneramente e con la massima professionalità il suo problema clinico. Sono perfettamente in sintonia con il collega Sestu nel non "condividere i viaggi della speranza!".
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Minacori
Palermo (PA)

Sullo stesso argomento