Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 7

E' normale che debba passare tutto questo tempo?

Scritto da Fabio / Pubblicato il
Salve a tutti, ad Aprile mi è stato estratto l'incisivo superiore sx, sostituito da un maryland bridge che, mi era stato detto, avrei dovuto tenere per circa quattro/sei mesi. La scorsa settimana, mi sono recato dal mio dentista per un controllo a circa un mese dall'estrazione. Con mio stupore il dottore mi ha detto che ancora la gengiva non era ricresciuta (o l'osso, a questo punto non ho capito bene) e che solo fra almeno un anno avremmo potuto procedere all'inserimento del perno e dopo altri tre mesi circa all'inserimento del dente completo. Ma è normale che debba passare tutto questo tempo? Inoltre, dopo l'estrazione mi si è aperta una "voragine" nella gengiva e mentre un mese fa il dottore mi aveva detto che si sarebbe presto richiusa adesso dopo più di un mese alla mia domanda se questo buco scomparisse prima o poi ha risposto "mmah, vedremo"
Gentile Paziente, se l'estrazione viene eseguita in una zona altamente estetica come quella degli incisivi sarebbe buona norma eseguire contestualmente all'estrazione un intervento di chirurgia rigenerativa per prevenire il riassorbimento dell'osso alveolare che comporta rilevanti problemi estetici, a maggior ragione se si ritiene di dover eseguire un successivo intervento di implantologia. On-line non è possibile dirle di più in assenza di una visita clinica diretta, le suggerisco di sentire un secondo parere presso uno specialista preparato per valutare le possibilità di un intervento tale da "compensare" il deficit ooseo-gengivale venutosi a creare. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Gent.le Sig. Fabio, non avendo idea della sua situazione clinica (a partire dal perchè ha perso il suo dente) posso fare solo deduzioni ma dovrebbe essere il suo dentista a rispondere a queste domande. In zone anteriori l'inserimento dell'impianto è molto delicato poichè le esigenze estetiche sono più stringenti. Solo in pochi casi si può inserire immediatamente l'impianto. In altri casi quello che ha eseguito il suo dentista è un'ottima soluzione. Se il deficit osseo è notevole )come presumo sia il suo caso)l'impianto si può inserire solo dopo aver eseguito un intervento di rigenerazione ossea guidata. L'innesto osseo a seconda dei casi impiega per attecchire un tempo variabile (dai 2 mesi fino a 6 mesi o più). La guarigione dei tessuti molli (gengiva) dopo un'estrazione avviene in circa 40- 60 giorni. Queste sono però indicazioni di massima, ogni caso clinico richiede una sua precisa diagnosi e piano di trattamento con tempi variabili da persona a persona. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marco Gabriele Longheu
Milano (MI)

Caro Signor Fabio, buongiorno a Lei, il Dottor De Carli Le ha giù spiegato molto bene cosa si sarebbe dovuto fare in sede di avulsione chirurgica, in particolare in una zone estetica frontale come quella descritta! Non è stato fatto! Bene, prendiamone atto e sappia che esiste una Chirurgia Parodontale Estetica e/o una Chirurgia Preimplantologica, con cui si può aumentate lo spessore e la quantità di osso e/o di gengiva con un solo veloce e tranquillissimo intervento! Legga nel mio Profilo "Chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale". Quindi basta che si faccia visitare da un Parodontologo o da un Implantologo-Parodontologo esperto e risolverà velocemente tutti i suoi problemi! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Fabio, in una zona così estetica bisognava fare contestualmente all’estrazione una tecnica di preservazione dell’osso. Se adesso vi è un buco o avvallamento è probabile che vi era un deficit dell’ osso che circondava il dente. In questo caso andava previsto un intervento di ricostruzione dell’osso. Comunque non è tardi per intervenire. E’ più grave dire "mmah, vedremo", le cose raramente si risolvono da sole. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Se c'è un deficit osseo mucoso che a quanto sembra non è stato "colmato" in sede estrattiva, sarà necessario, per un valido risultato estetico, fare ora un intervento di rigenerazione...spontaneamente non si ottiene nulla.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Fabio, sarebbe meglio che il tutto venga messo per iscritto dall'odontoiatra, in modo di poterle dare una risposta in base a qualche certezza del suo caso clinico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig Fabio, il giorno 22 05 abbiamo risposto ad una domanda in tutto e per tutto simile alla sua. La invito a leggerla e riflettere su quanto secondo me sia importante che torni dal suo dentista. Se, come credo, si tratta di un professionista serio, saprà perfettamente come comportarsi senza che noi complichiamo il quadro con pareri a distanza senza conoscere la reale situazione clinica. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento