Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 8

Ieri è stato ultimato il mio primo impianto e vorrei capire se è andato tutto per il meglio.

Scritto da Giampaolo / Pubblicato il
Ieri è stato ultimato il mio primo impianto e vorrei capire se è andato tutto per il meglio. Alcune domande. A distanza di 36 ore dalla "posa" del rivestimento esterno (corona, giusto?) sento ancora il dente come incastrato in mezzo agli altri. E' normale? Durante la masticazione lo sento come assestarsi verso la mascella, c'è da preoccuparsi? Mentre all'esterno mi pare che il risultato sia esteticamente accettabile, all'interno passando la lingua sento una fessura tra dente e gengiva e quindi ho fatto alla meno peggio una foto, vorrei sapere se è normale che ci sia tutto quello spazio. Premetto che ho fatto l'impronta 8 giorni fa. Scusate la mancanza di termini tecnici, ma davvero l'impiantologia è per me una cosa nuova.
Caro Signor Giampaolo, "beata ingenuità"! Eppure è un uomo di 37 anni!!! Come può pretendere di avere un giudizio tramite una foto. Per valutare quanto chiede bisogna "saggiare" l'impianto dal punto di vista Clinico, oggettivo, Radiografico con Rx endorale etc! E poi le sembra giusto che lei chieda un Giudizio sull'operato del suo Dentista, tra l'altro senza avere sintomi o patologie che la preoccupino, ma solo "tanto per sapere?" Io non lo trovo corretto! Anzi lo trovo offensivo verso il suo Dentista! La fiducia Medico -paziente è fondamentale! Se a Lei manca, le consiglio di guardare in se stesso e riflettere! Se lei fosse un mio paziente e scoprissi che stesse facendo quello che fa lei, non la vorrei più come paziente e glielo direi senza mezzi termini! Forse questo l'aiuterà a capire di più quanto "ingiusto ed offensivo verso il suo Dentista" è il suo comportamento! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, Endodontia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Complimenti per la foto artistica. La frase "il mio primo impianto" non mi piace affatto, perché io credo in un mondo futuro di odontoiatria più avanzata dove ogni persona rimanga a zero impianti. L'impianto rimane una seconda scelta quando le prime scelte sono fallite. Lei ha avuto un impianto a carico immediato, per favorire l'estetica a scapito della prudenza biologica. La moda odierna è che l'apparenza venga prima della sostanza. Non si impensierisca però. Il suo dentista ha "obbligazione di mezzi e di risultato" per giurisprudenza costante, e se fallisce è tenuto a rifondere la parcella, con gli interessi legali, e anche un risarcimento a discrezione del giudice per il danno esistenziale. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Mi scusi sig. Giampaolo, ma lei si fida del suo dentista? Perche' queste domande non le rivolge direttamente a lui? Come facciamo a risponderle senza visitarla con un esame obiettivo, strumentale e senza valutare esami rx.

Scritto da Dott. Tommaso Martella
Modugno (BA)

Il fatto di sentirlo "incastrato" dipende dai punti di contatto che non sono esattamente tarati come in un dente naturale; vedrà che in poco tempo si equilibrerà e non avvertirà più nulla, altrimenti si possono alleggerire. Dalla foto sembra che si veda solo il bordino metallico sul lato interno della corona, e questo è normale; se sente qualcosa con la lingua, lo riferisca al suo dentista: lui verificherà e le darà una spiegazione.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Sig. Gianpaolo, speriamo che sia l’ultimo impianto che mette. Non è possibile dare un giudizio, Non sappiano nulla del suo caso. E'un impianto post-estrattivo, differito, ha messo un provvisorio, è stata fatta rigenerazione. Se ha dei dubbi li riferisca al suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giampaolo, mi trova in accordo con la pregevole risposta del Dott.Carpintieri, escludendomi dalla parte legale di cui ho poche conoscenze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Giampaolo, parrebbe che lei con il suo dentista non abbia un buon rapporto. E' difficile risponderle senza averla visitata. Si faccia chiarire dal suo dentista i dubbi che presenta. Sul fatto che lo senta "incastrato" vedrà che non farà in tempo a tornare nello studio che il sintomo sarà scomparso. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Ancora una volta ci viene chiesto di giudicare l'operato di un collega, cosa che non solo non ci è concessa, ma ci è impossibile per oggettiva mancanza di dati certi come quelli che solo una visita può dare. Il giudizio a distanza poi, è decisamente controindicato perchè prescinde dal concetto stesso di presupposto di fiducia medico paziente, manca della conoscenza della situazione di partenza per poter valutare l'effettivo progresso e... perchè troverà sempre uno che dirà "io l'avrei fatto meglio". Credo sia meglio che esponga le sue perplessità al medico che ha eseguito l'intervento. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento