Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 10

Cosa mi converrebbe fare? Tenere il dente del giudizio o toglierlo?

Scritto da Barbara / Pubblicato il
Buongiorno sono una donna di 46 anni mi hanno dovuto togliere due molari arcata superiore sx per causa granulomi e denti insondabili perchè radici a gancio. Ora è 2 anni che sono senza perchè nel frattempo ho fatto una cura ortodontica per rimettere in sesto la masticazione e per recuperare lo spazio ove mi hanno fatto l'estrazione perchè c'era il canino sovrapposto. Quindi ora mi trovo nell'arcata superiore con il dente del giudizio uno spazio per 1 dente 1/2. Però ho poi l'osso dove mi dovrebbero fare l'impianto è di 1mm e altri punti 2mm quindi dovrei fare l'innesto dell'osso (ma non mio) poi richiudere e successivamente l'impianto. Però il mio problema è che il mio dottore mi consigliava di togliere anche il dente del giudizio per fare poi 2 impianti con la grandezza giusta. Ma il problema è che avendo prima una masticazione diversa lo spazio per l'ultimo molare si è molto accorciato e infatti il dente del giudizio me lo hanno limato al limite della dentina perchè se no batte e fa da scalino. Allora il problema se faccio 2 impianti sarà successivamente quando dovrò poi mettere le capsule che dovrò subire altri interventi per accorciare la gengiva e far si che la protesi si inserisca bene, chiedo a voi che siete disinteressati a livello pecuniario, cosa mi converrebbe fare? Tenere il dente del giudizio o toglierlo? Grazie
Sig. Barbara, non conosco il suo caso, ma il dente del giudizio in alcuni casi è reimpiantabile legga questo articolo http://www.dentisti-italia.it/dentista/chirurgia/528_autotrapianto-denti-giudizio.html del Dott. Boschini.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Barbara, ma si togliamo tutti i denti anzichè curarli e facciamo gli impianti! SCHERZO, naturalmente. Purtroppo però questo è il "pensare" comune di Dentisti e Pazienti, non capendo che l'impianto è una seconda se non ultima scelta che avviene solo come conseguenza del fallimento di una terapia odontoiatrica! Fare terapia al giorno d'oggi è sempre più raro vederlo fare! Detto questo sappia che esiste anche la Protesi fissa! L'impianto è bellissimo ma lo si deve fare solo in una bocca che lo possa ricevere e mi sembra di capire che la sua abbia ancora patologie gnatologiche, di occlusione di denti spostasti e quindi carichi non equilibrati per un impianto in senso lato! Per il dente del giudizio più o meno è la stessa cosa. Bisogna fare terapia, e la terapia è conseguenza di una esatta Diagnosi. Quindi non ci devono essere incertezze, O si deve estrarre o non si deve estrarre! Lo Decide, dopo diagnosi Clinica e Radiologica il Dentista, se è un Dentista! Stop!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Credo che il suo sia un caso complesso; e' difficile fare diagnosi senza approfondire. Mi sembra di capire che le mancano due molari superiori e l'ottavo si e' piegato e spostato in avanti. Se l'arcata inferiore ha il sesto e il settimo ha sicuramente senso riabilitare quella superiore con impianti.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile signora, certo che il povero dente del giudizio è stato molto maltrattato. Invece di molarlo perchè estruso si sarebbe potuto intruderlo (1-2mm al mese). Ora non piangiamo sul latte versato e facciamo quello che si può. Non credo proprio che il suo dentista voglia toglierle il dente per poi farle un impianto. Ad ogni modo se non ha fiducia in lui lo cambi. A Bologna avete fior di dentisti. Coraggio e cordiali saluti.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Le consiglio (anche se non si può proprio definire vicinissimo a Bologna) una visita dal nostro collega dott Luca Boschini. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Visto che lei scrive: "l'osso dove mi dovrebbero fare l'impianto è di 1mm e altri punti 2mm", deduco che bisogna buttare dentro segatura di osso altrui per farla colmare dall'osso suo per 8 millimetri, che sarebbe lo spessore pieno minimo per avere un impianto decente. Oppure due impianti accoppiati da sei. Oltre al costo per il suo portafoglio, che sarebbe il meno, ha anche pensato al costo biologico? La sua salute è normale relativamente all'età? Lei fuma o beve alcolici? Lei assume farmaci? Lei non è stata mai ricoverata in ospedale? Lei ha ben presente i rischi che correrà? Ma proprio bene bene? Se lei fosse mia paziente, le insinuerei poco alla volta che il meglio sarebbe una sana protesi mobile, mobile e proprio ben fatta. Oppure si dovrebbe fare un ponte difficilissimo. per il quale servono mani esperte. (Molto esperte.) Signora, il suo problema non è un caso clinico complesso, ma semplicemente un Caso Clinico Confuso. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

L'unico che può dare una risposta è chi l'ha potuta visitare.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Buonasera, sarebbe ideale comunque vedere una sua ortopantomografia, io terrei il suo dente del giudizio, farei un impianto e magari il suo dente del giudizio se possibile lo devitalizzerei e poi eventualmente gestirei meglio gli spazi per le corone protesiche Dr Salaris Stefano Roma

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gent. Sig.ra Laura Il suo caso non è complicato e neppure difficile, fa parte della nostra routine, le sue alternative terapeutiche vanno da impianti con rigenerazione ossea e/o rialzo seno mascellare o innesto di osso omologo o autologo, naturalmente bisogna diagnosticare il caso in maniera corretta con studio completo del suo caso. Poi possiamo avere altre alternative terapeutiche quali un ponte utilizzando il dente del giudizio e altri elementi dentali ed infine ultima possibilità una una protesi scheletrata rimovibile. Vede che esistono diverse strade che si possono percorrere, naturalmente senza una corretta diagnosi non si arriva a nulla. Cordiali saluti dr. Erminio Casalini Bazzano (Bo)e Modena
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Erminio Casalini
Modena (MO)
Valsamoggia (BO)

Cara Barbara molto chiara per noi la sua problematica in quanto frequente nella nostra casistica. Ma le dirò che rispondere in termini economici non ci è possibile per ovvi motivi, quello che mi preme sottolineare e che i dati radiologici TC Dental-Scan e quanto è nel suo corredo diagnostico sarebbero fondamentali per proporle il piano di trattamento più idoneo al ripristino del benessere della sua bocca che attualmente si vede privata di due elementi dentari fondamentali per il funzionamento di un così complesso sistema dinamico quale essere il cavo orale. La esorto a comunicare direttamente con il nostro studio per eventuali dettagli clinici scrivendo o allegando dati all'indirizzo info@studioperillo.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Achille Perillo
Napoli (NA)

Sullo stesso argomento