Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 7

Circa un anno fa mi è stato rimosso un ponte con pilastro I° premolare e 8° con contemporaneo innesto osseo

Scritto da anna / Pubblicato il
Circa un anno fa mi è stato rimosso un ponte con pilastro I° premolare e 8° con contemporaneo innesto osseo dopo circa sei/sette mesi mi sono stati messi due impianti, a seguito ho avuto difficoltà nella rimarginazione della ferita nonostante l'augumentin che dopo più di 20 gg. si è chiusa. Nell'arco di un mese circa da questo evento sono iniziati dolori vari e febbriciatola fino al blocco totale della colonna vertebrale. Diagnosi streptococco sanguinius con conseguente spondilidiscite L4 L5 S1 trapianto della valvola aortica con valvola meccanica emobolo gamba e braccio + due infarti alla milza quale è l'errore del dentista?
Sig. Anna, bellissimo quesito, l'errore del dentista è aver preso in cura un paziente come lei.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sembra un quadro clinico serio. Difficile dire da qui. La prima cosa da fare è accertarsi se il dentista è laureato ed iscritto all'ordine o se è un abusivo. Questo cambierebbe molto le cose. Ma la cosa migliore è rivolgersi ad un medico legale per verificare come sono andate le cose.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Anna, e chi le dice che questo sia avvenuto per un errore del Dentista? Lei forse si riferisce alle malattie focali, ossia quelle malattie che hanno il loro Focus di partenza "in cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", come si dice per DEFINIZIONE MEDICA, come l'osteolisi periapicale, così come le Tasche Parodontali (altra causa comune ed importante)! Quindi un granuloma o una cisti o in senso lato una patologia di osteolisi periapicale o tasche parodontali vanno eliminate. Ma la etiopatogenesi delle malattie focali prende origine da "Qualsiasi cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", ossia da retto, intestino, apparato gastroenterico, vie biliari, fegato, pancreas, faringe stomaco, orecchio esterno, medio ed interno, seni paranasali, vie respiratorie come faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni etc! Tutto questo era ed è sicuramente sano? Poi la malattia focale è lunga e difficile da diagnosticare e per dirgliene un'altra, lo streptococco ed altri batteri simili, è causa di un terzo delle infezioni ospedaliere e lo si "prende" in Ospedale! Quindi ci vada molto piano nell'accusare il suo Dentista! Per l'Embolo o forse meglio trombo, dovrebbe essere partito dal Cuore e quindi nel caso è da ricercarne la causa lì! Se embolo da qualsiasi parte del corpo per esempio durante le manovre di cateterismo arterioso se non fosse stata valutata a dovere la presenza di ateromi, cosa pressocché impossibile, ma sempre possibile! In ogni caso non si dovrebbe trattare di malattia focale perchè non ne ha le caratteristiche e non ci sarebbe stato il tempo perché si sviluppasse, piuttosto parlerei di Endocardite! Ma le cause di Endocardite sono tante e e diverse!Come vede le cause possono essere tantissime ed è giusto che lei le cerchi e si faccia per questo aiutare da un clinico medico e da un Perito Medico Legale molto bravo ma non parta a spada tratta in questo modo contro il Dentista che penso non centri proprio niente!Lei parte contro il suo Dentista forse perchè lo Streptococcus Sanguinis vive regolarmente in bocca, nella placca batterica e prima di ogni intervento chirurgico, per questo motivo, come profilassi,si dovrebbe fare una buona pulizia dei denti ed un curettage e scaling si dovrebbe prescrivere un antibiotico idoneo da assumere almeno da due-tre giorni prima dell'intervento e per almeno 5-7-10-15 giorni a seconda della "portata" dello stesso! Io personalmente lo faccio sistematicamente, pulizia dei denti, curettage e scaling e profilassi antibiotica, anche per il primo curettage e scaling e igiene orale professionale profonda e anche per una banale avulsione dentaria, sempre come profilassi cardiaca delle endocarditi e delle malattie focali ma molti Odontoiatri e Medici Dentisti non lo fanno. La cosa è molto discussa!Chi ha ragione? Io penso io, ma gli altri pensano Loro. Quindi?! "Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Anna, capisco il suo disagio, ma come possiamo risponderle via Web? Sono casi delicati che vanno affrontati con molta cura e scrupolo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Difficile stabilire se c'è stato o meno un errore da parte del suo dentista. L'intervento implantologico, che lei indica come causa scatenante la patologia appresso descritta, sembra corretto, e l'antibiotico prescritto ed assunto per prevenire o curare possibili infezioni, è quello giusto. Se si prova il nesso di causalità, l'errore potrebbe risiedere in un'anamnesi superficiale.

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, pur comprendendo il rammarico e l'amarezza per ciò che le è successo, non capisco come faccia a riferirlo con certezza all'intervento precedente. Purtroppo non le possiamo essere di alcun aiuto. Cordialità.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Gentile paziente, non credo affatto che un'intervento odontostomatologico possa provocare tutto questo, e poi Lei la terapia antibiotica, per scongiurare possibili infezioni l'ha fatta per ben 20gg.! Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sullo stesso argomento