Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 9

A cosa vado incontro rimuovendo l'impianto?

Scritto da bruno / Pubblicato il
Ho fatto un impianto endosseo su elemento 16, da circa un mese. Dopo diversi giorni ho iniziato ha sentire ronzii nelle orecchie in modo marcato. Soffro di acufeni. Dopo l'impianto sono aumentati di molto. Ho chiesto di togliere l'impianto in quanto non sopporto più i ronzii. A cosa vado incontro rimuovendo l'impianto? Grazie Bruno
Caro Signor Bruno, sinceramente non vedo un nesso causale tra impianto ed acufeni. In ogni caso dovrebbe essere il Dentista o l'Otorino a dimostrare e diagnosticare questo nesso causale, prima di rimuoverlo, se no perderebbe l'impianto e rimarrebbe l'aggravamento degli acufeni perchè avrebbero cause da ricercare altrove! Per quanto riguarda la rimozione dell'impianto l'unico che le possa rispondere bene è il suo Dentista! Certo ci sarebbe una certa perdita ossea ma io non la vedo e non posso sapere e rispondere con certezza!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Bruno, non trovo corretto che lei decida di farsi rimuovere un impianto per un acufene già presente. Le complicanze derivanti da questo successivo intervento potrebbero essere anche maggiori di quelle presenti in questo momento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Sig Bruno, fatto salvo che il parere del suo dentista dovrebbe essere dirimente circa il problema, Le volevo chiedere se l'impianto in questione è già stato protesizzato e se l'acufene è omolaterale all'impianto. Distinti saluti Dott. Maurizio Ciaramelletti

Scritto da Dott. Maurizio Ciaramelletti
Rieti (RI)

Non è possibile trovare una relazione tra acufene ed impianto. E' invece possibile che la capsula messa sull'impianto abbia sconvolto l'equilibrio del rapporto di combaciamento dentale, che di suo stava già su una soglia critica. Se l'ipotesi è dimostrabile togliendo temporaneamente la capsula, oppure e meglio ancora applicando un interruttore di contatto, il suo caso sarebbe dimostrativo di una sfortuna grandiosa. Ci faccia sapere. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Bruno, prima di decidere di togliere l' impianto bisogna indagare sulle origini dell' acufene che peraltro era precedente alla chirurgia. Rischia di non avere più l' impianto e di avere sempre gli acufeni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo assolutamente con la risposta dotta e molto verosimile del Dott. Carpinteri.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

E' possibile che l'acufene sia aumentato a causa dell'impianto, ma probabilmente togliendolo ora non cambierà nulla. Provi a consultare un neurologo.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, vi è solo una causa di acufene in seguito all'inserimento di un impianto in arcata superiore ed è se l'impianto è stato inserito utilizzando una tecnica chirurgica, come per il medio o minirialzo del seno mascellare, o per l'espansione crestale, che prevedono l'utilizzo di alcuni colpi di martelletto. In questi casi può determinarsi, con un meccanismo da trauma acustico acuto , legato all'onda sonora trasmessa attraverso la struttura ossea, una sofferenza delle cellule cocleari, che si caratterizza per l'insorgenza di un acufene, preferibilmente omolaterale al lato dell'inserimento dell'impianto. Se questo fosse il suo caso si risolve facilmente con una terapia cortisonica e vasodilatatrice.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Gentile paziente, innanzitutto bisognerebbe dimostrare il nesso causale tra l'impianto e il peggioramento dell'acufene. Nesso causale che sinceramente non trovo. Può esserci invece un nesso causale tra l'acufene e la corona posta sull'impianto, sempre che ce ne sia una. In questo caso potrebbero essersi determinati dei precontatti tali da provocare uno squilibrio all'occlusione e conseguentemente un aumento dell'acufene. Perciò al limite rimuoverei la corona, non l'impianto. Cordiali saluti. Dott. Alessandro Francini Messina e Reggio Calabria
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Messina (ME)

Sullo stesso argomento