Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 7

SEGUITO ALLA DOMANDA: Ci sono alternative all'impiantologia in questi casi?

Scritto da STEFANO / Pubblicato il

Vi ringrazio per le risposte al mio problema. Ho capito benissimo dalle Vs.analisi che la prima scelta è la cura della piorrea e cercherò in tutti i modi di curarla; ma io ho anche tuttora un problema con la masticazione. Infatti, mi ero dimenticato di puntualizzare che mi mancano attualmente 3 denti: dove ora ho la vite "che non tiene" e dall'altra parte della bocca dove dovrebbero farmi altri due impianti. Qual'è la migliore soluzione da adottare per questi tre buchi in bocca ? Delle protesi/ponti mobili ? Grazie, Stefano MN

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/implantologia/5295_implantologia-con-ritiro-osso.html

Gentile Stefano, la soluzione migliore la si potrà programmare dopo una diagnosi che scaturisce da un attento esame obiettivo e strumentale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Stefano, purtroppo per darle una risposta bisognerebbe conoscere a fondo il suo caso perché le soluzioni possono essere molte. Si può ricorrere a protesi mobili, a protesi fisse adesive o a protesi fisse se vi sono denti naturali da protesizzare. Via web non è possibile dirle cosa è utile al suo caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Riabilitazione Orale Completa in Parodontite grave con difetti ossei a più pareti combinati e complessi. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Stefano, nella mia risposta del 28-02-2012 sono stato chiarissimo ed esaustivo. Ha letto come le ho consigliato, nel mio profilo "VISITA PARODONTALE"? Perchè tutte queste cose come anche quelle dei denti che mancano, si decidono nella visita di rivalutazione dopo la prima visita e la preparazione iniziale parodontale che portano appunto alla seconda visita di rivalutazione in cui, fatta una diagnosi certa, si pianifica tutta la terapia. Come rimettere i denti dove mancano dipende da tante cose. Dal tipo di terapia chirurgica Parodontale che si deve fare. Dal fatto che i denti prossimali agli spazi edentuli siano mobili o no e che grado di mobilità parodontale abbiano eventualmente, dallo stato clinico della gengiva e della situazione generale gnatologica ed occlusale della bocca. Ovvio che di regola sono soluzioni protesiche rimovibili se non ci fosse mobilità e se si prevedesse poi di fare implantologia e di protesi fissa se ci fosse mobilità con necessità di immobilizzare prima i denti prima di fare gli interventi parodontali di chirurgia ossea! Sono tutte cose che valuta e mette in atto il Parodontologo! Lei si preoccupa del "palazzo" non sapendo che prima bisogna ricostruire le fondamenta e solo dopo il palazzo, se no esso viene giù!Si preoccupa tanto degli impianti tanto desiderati senza neanche sapere se si possono fare ed in ogni caso se si potessero fare andrebbero fatti solo dopo la riabilitazione Parodontale completa!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Stefano, è comprensibile la sua preoccupazione tuttavia non è possibile proporle alcuna soluzione senza valutare direttamente la sua bocca. Qualunque proposta le si faccia comunque si scontra con la realtà che non è valutabile in alcun modo per posta elettronica.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Stefano, non ho la palla di cristallo. Chi scrive ne sa molto meno di chi fa e vede. In via transitoria per qualche anno lo scheletrato sembra la soluzione migliore. Non ha un prezzo esagerato e funziona bene solo se fatto bene. Deve essere indossato come un oggetto neutrale, e non deve deviare la masticazione neanche di un’inezia (a causa di un contatto “deviatore”) , eppure i denti finti devono restare ancora in contatto “positivo vero”: fai il test di masticazione sull’insalata, e capisci cosa dico. Poi deve essere “neutrale” tempo mezz’ora, come gli occhiali sul naso. Altrimenti protesta. Ti sconsiglio i ponti incollati, perché al novanta per cento sono operazioni di bricolage modesto, che durano al massimo tre mesi, e sporcano la bocca. Non accettarli neanche gratis. Il tuo fronte di guerra principale è la gengivite, un argomento – come hai visto – dove le parole si sprecano. Ti raccomando di rileggere la mia prima risposta, e di leggere anche tra le righe. Non ti dare per vinto, mai. La vita continua e la carcassa dentro la quale abito deve avere la manutenzione migliore, tutti i giorni che sorge il sole. Con stima e simpatia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Il dott. Santomauro le ha risposto in maniera semplice ed impeccabile. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Stefano, come in tutti i casi protesici occorre uno studio del caso, che non è certo effettuabile via Web.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento