Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 13

Sono una ragazza di 27 anni con ancora due denti da latte

Scritto da maria / Pubblicato il
Buonasera, sono una ragazza di 27 anni con ancora due denti da latte: i due primi due premolari dell' arcata superiore (destra e sinistra). Dato sotto non c' è il dente definitivo sotto e che uno si muove abbastanza e mi crea fastidio oggi sono stata dal mio dentista per sapere se si può togliere e fare un ponte o un impianto. Ma lui mi ha risposto che dato che il dente da latte la larghezza è di 3 mm (ho i denti piccoli) non esiste un impianto con un perno da poterci stare in uno spazio cosi piccolo e il ponte non vuole farmelo e dice che non si potrebbe fare comunque, perchè sono troppo piccoli i miei denti. Dice che l' unica soluzione è togliere il dente da latte e mettere l' apparecchio cosi facendo si spostano avanti tutti gli altri denti. Insomma sono uscita da li con le lacrime agli occhi perchè continuava a dire che sono l'unico caso al mondo, che non esistono perni cosi sottili, che ho i denti piccoli e che non esistono soluzioni al mio problema...allora io dico già una persona è complessata in più deve sentirsi dire queste cose... volevo chiedere un parere a Voi se era possibile. Io sarei più orientata per un ponte anche perchè cosi facendo il dente che ho di fianco il canino verrebbe ricoperto dato che non mi piace la forma..Vi ringrazio anticipatamente Cordiali saluti.
Gentile Maria, qualcosa nel suo racconto non torna, perchè i premolari nella dentizione da latte non esistono. Se si tratta ancora di due molaretti da latte, normalmente questi sono di diametro superiore rispetto ai corrispondenti premolari permanenti che le mancano, quindi in teoria lo spazio ci sarebbe dovuto essere. In particolare, la larghezza di un D o di un E (molari da latte) può arrivare tra i 7 e i 9 mm... non è possibile dirle nulla sul caso specifico perchè mancano dati certi, salvo che in linea di massima fare un ponte con corona sul canino perchè "non le piace la forma" mi pare un'assurdità, soprattutto alla sua età. Posti almeno una panoramica e ne riparliamo, cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile Maria, pur non conoscendo obiettivamente il suo caso, posso rassicurarLa che la soluzione protesica del ponte comprendente il premolare mancante è fattibile e, con uno studio accurato degli spazi sui modelli, è possibile dare al dente mancante una forma ed una dimensione accettabile recuperando lo spazio necessario dai due denti contigui.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara signora, mi e'capitato di vedere pazienti coi denti molto piccoli e corti, sono molto difficili da trattare. Se non ci sta un impianto, e in 3mm non può stare, credo che anche un ponte possa avere problemi estetici, di stabilita' e di pulibilità. A occhio il suo dentista ha ragione

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

In effetti (ma è tutto da vedere) l'idea del ponte è la migliore per gestire gli spazi: con il ponte si può "rubare" un po' di spazio qua e la ai denti vicini o a quelli sotto, e quindi modellare il dente esteticamente giusto, non dico sempre, ma spesso. Quindi viene rimaneggiata tutta la zona. Si deve fare una impronta e poi il tecnico fa una simulazione di modellazione sul gesso e da qui si cerca di capire sui modelli se l'estetica finale sarà gradevole e quella che si cerca. E' un caso molto delicato, e va trattato senza lezioni professorali. ma con molta lena e disponibilità. E' sicura che l'agenesia riguarda il primo premolare superiore??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gengivectomia-gengivoplastica per allungamento corone cliniche come esempio di chirurgia preprotesica e parodontale estetica per lei. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo Protesista di Cagliari
Cara signora Maria, il suo è un caso clinico abbastanza comune che va però saputo affrontare con decisione. La poca altezza dei denti non costituisce un problema nè funzionale nè estetico perchè esiste la chirurgia preprotesica e quella parodontale estetica di allungamento delle corone cliniche che permette di ritrovare la giusta altezza dei denti e l'armonia delle forme e dei rapporti tra essi e la gengiva. Il fare un ponte protesico cambiando la forma ai denti e quindi anche al canino che non le piace è fattibilissimo, sempre però nel rispetto della gnatologia della sua bocca e della sua classe ortodontica! Il suo è un caso "normalissimo" e non vedo cosa ci sia di complesso. Le cose o si sanno fare o non si sanno fare! Non esistono cose difficili o facili! Le posto un esempio di allungamento delle corone cliniche e di chirurgia preprotesica. Non si spaventi, sono "fesserie"!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra solo una da visita accurata si possono trarre delle conclusioni e darle consigli senza generare illusioni. consulti pure altri colleghi e non si abbatta, anche la soluzione prospettata dal collega di chiudere lo spazio con un apparecchio ortodontico potrebbe essere valutata, magari ha una malocclusione e potrebbe approfittare per correggerla. Non è possibile darle altri consigli con così poche informazioni. distinti saluti www.studiosicilia.it

Scritto da Dott. Maurizio Sicilia
Napoli (NA)

Se realmente i suoi denti permanenti sono molto piccoli la soluzione migliore sarebbe quella di estrarre i denti da latte e favorire lo spostamento dei permanenti a chiudere lo spazio. Questo si può attuare con una cura ortodontica o anche soltanto tenendo sotto sorveglianza lo spostamento naturale dei denti, con una visita una volta al mese, per intervenire se del caso

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile Sig,ra Maria, i premolari da latte non esistono, penso si riferisca al primo molare da latte. Mi sembra strano però che il molare da latte sia di solo 3 mm. Comunque se lo spazio è cosi piccolo la soluzione di chiuderlo con l' ortodonzia potrebbe essere valido. Comunque posso assicurarla che non è l' unico caso al mondo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Maria, forse ha confuso i premolari con i laterali, perchè si dispera? Il suo odontoiatra ha proposto una buona soluzione poco invasiva, cosa vuole di più perchè non ascoltarlo e ricercare sistematiche che non garantiscono un successo estetico?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il tuo dentista ha ragione. Un impianto deve avere più spazio di intervallo dai denti vicini, tre millimetro la regola, due millimetri il minimo minimo. (La regola non vale per i denti naturali che possono avere anche le radici intrecciate.) L'impianto di tre millimetri di diametro non esiste, perché sarebbe presto spaccato. Facciamo quattro, + 2+2 = totale otto millimetri. Vedi tu. Ponte. Foderare i denti vicini giovani e sani avrebbe un costo biologico spaventoso, e ti porteresti un handicap per tutta la vita. Il canino di fianco, diversamente dal tuo parere, mi piace moltissimo perché prepotente, e fa di te una gran donna fascinosa. Fai molto male ad essere complessata, perché noi uomini guardiamo l'altra metà del cielo secondo una mira più bassa. Fatti un corredino di minigonne. Ciao, bellezza!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento