Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 12

Quanto tempo deve passare tra la fine della radioterapia e la posa degli impianti?

Scritto da ANGELO / Pubblicato il
Sono stato sottoposto a 34 sedute di radioterapia (ho finito circa 4 mesi fa) per un tumore alla laringe. Ora ho grossi problemi ai denti inferiori perche' si rompono. Il mio dentista, dopo una tac alla mandibola, mi ha proposto di mettere 6 impianti e una protesi fissa.Vorrei, da voi, un consiglio sul tempo che deve passare tra la fine della radioterapia e la posa degli impianti. Ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.
Sig. Angelo, minimo è consigliato un periodo finestra di sei mesi, poi ogni professionista è libero di modificare questo tempo se esistono le indicazioni. Certamente, eseguire impianti su un radiotrattato non è semplice per cui anche qui occorrono delle corrette indicazioni. Le consiglio di farsi mettere per iscritto tutti i rischi di osteonecrosi probabili nei radiotrattati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Angelo, rispondere alla sua domanda senza conoscere il suo caso clinico e la visione di Rx non è semplice. Chieda al suo dentista ed al radioterapista con cui è in cura. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Angelo, non esiste un periodo preciso, le decisioni vanno prese da caso a caso, devono essere personalizzate e vanno prese dal dentista previo consulto con le persone che hanno seguito la sua vicenda. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Angelo, la Radioterapia consiste controindicazione assoluta per l'implantologia. Ci si riferisce solitamente a chi abbia fatto Radioterapia negli ultimi sei mesi. Personalmente cercherei altre csoluzioni protesiche tradizionali. Legga a tal proposito su questo portale, nel mio profilo cliccando sul mio nome ed entrando in articoli e pubblicazioni, "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti" e "La protesi dentali mobili: miste e rimovibili Excursus su i vari tipi di protesi dentali mobili: miste e rimovibili. Consigli e suggerimenti per i pazienti". In ogni caso ne parli col suo Oncologo Curante e col suo Dentista Implantologo.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, in questo momento, a breve distanza dalla radioterapia, potrebbe essere un paziente a rischio, per la riabilitazione implantare. Di certo, sarebbe saggio aspettare ancora qualche mese, e poi fare degli esami specifici, quali ad esempio, la Densitometria,per valutare la sua densità o qualità ossea presente, esami di laboratorio specifici, ed infine una Tc cone beam 3d prima di iniziare un eventuale trattamento implantare. Cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentmo Sig Angelo, non esiste un periodo fisso perchè ognuno di noi ha reazioni diverse a qualsiasi tipo di terapia. In più occorre considerare tante altre variabili che vanno valutate collegialmente con l'oncologo ed il radioterapista. Come vede, è difficile quantificare il lasso di tempo da far trascorrere. In ogni caso, concordando col Collega Dottor Petti, propenderei per soluzioni protesiche più tradizionali. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

L'implantologia è una seconda scelta. Possibile che tra le prime scelte non ci sia una soluzione che le vada bene?

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Buon giorno Signor Angelo, la collegialità  tra l'oncologo, il radioterapista e l'odontoiatra, è la soluzione alla Sua domanda. E' soggettiva, quindi ogni caso va valutato per le molteplici variabili che differenziano ogni paziente sottoposto a terapie oncologica. Comunque, l'implantologia è una alternativa a ulteriori terapie protesiche, che potrebbe prendere in considerazione, come indicato dai colleghi che mi hanno preceduto. Cordiali saluti Dott. Angelo Raffaele Izzi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Aspetterei ancora qualche mese prima di cominciare tutto il lavoro

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

La risposta corretta alla sua domanda la fornisce il collega Petti. Cerchi soluzioni alternative, come ad esempio la conservazione ed il ricupero di alcune sue radici (se possibile) per assicurare stabilità ad una protesi con appoggio mucoso. Passati almeno tre anni dalla radioterapia vedrà il da farsi. PRIMUM NON NOCERE, antico precetto medico che purtroppo non sempre viene seguito.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento