Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 12

Possibili postumi da intervento di implantologia?

Scritto da massimo / Pubblicato il
Gentili Dottori, dopo un intervento di impiantologia nella mascella, mi e' comparso un lieve ma continuo e fastidioso dolore alle tempie e pressione alle orecchie che non sono riuscito dopo due settimane trascorse ad eliminare con nessun antinfiammatorio. Preciso che la zona del dente operata non mi duole e il mio dubbio e' una infiammazione del seno paranasale dovuto a intervento e concomitante lieve sinusite. grazie. Massimo
Gentile Sig. Massimo, senza una valutazione soggettiva ed oggettiva mi spiace ma non posso dare una risposta professionalmente corretta al suo quesito. Ne parli con il suo dentista. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Massimo, se l'inizio di sinusite era già presente prima dell'intervento di implantologia,sarebbe stato più opportuno risolvere prima il problema sinusale e successivamente procedere all'impianto essendo le sinusiti una controindicazione all'intervento.Se invece si è verificato successivamente potrebbe essere dovuto a un leggero risentimento del seno considerata una eventuale vicinanza con la membrana sinusale,oppure durante l'intervento potrebbe essere stato necessario un piccolo rialzo di seno per via crestale.Credo che tutti questi dubbi e rassicurazioni potrà darli solo il chirurgo che ha effettuato l'impianto al quale consiglio di rivolgersi per i dovuti accertamenti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Massimo, non le sembra più ovvio, normale ed intelligente chiedere queste cose al suo Dentista? Come possiamo rispondere noi via Web senza una visita clinica?Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Potrebbe anche un problemino articolare che l'intervento soprattutto se è stato lungo ha manifestato. un controllo dal collega che l'ha trattata è consigliabile. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Visti i pochi dati a disposizione è impossibile darle un parere, ma se l'impianto è stato effettuato con la tecnica dei mini rialzi, quello che lei lamenta è possibile ed è dovuto ad una labirintite accessoria da trauma percussorio. Se invece il collega ha invaso il seno mascellare è possibile una sinusite reattiva, ma senza informazioni questa è solo accademia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Senza averla visitata e senza l'ausilio di radiografie non è possibile dare una risposta oggettiva. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Sig. Massimo, richieda una visita dal suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig. Massimo, mi sembra che ci sia confusione sui tempi dei due interventi, che mi sembra anche arrischiato accollare: o si fa implantologia o si fa un intervento otorino. In entrambi i casi si tratta di dolori da proiezione, e in entrambi i casi copertura antibiotica, anche i.m. e cortisone sono la regola, gli antiinfiammatori sono troppo poco. Sarà probabilmente il tempo e qualche buona radiografia a determinanre una risposta. Inoltre, l'intervento per sinusite è stato praticato per via orale o per via nasale? Lei non precisa i tempi dei due interventi, sia più preciso. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Ciò che suppone può non essere sbagliato, ma senza altre informazioni e senza una visita è difficile darle una risposta. Provi ad indagare con il suo dentista. Certamente una sinusite può portare ad una occlusione delle trombe di Eustacchio con conseguente mancanza di drenaggio dei fluidi e aumento della pressione sul timpano. Questa resta una semplice teoria, infatti anche altre situazioni possono determiare una sintomatologia simile.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

La risposta più corretta è certamente quella che potrebbe darle il suo curante. Io propenderei per le spiegazioni datele dal dott.Cirotti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento