Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 9

Mini impianti dentali

Scritto da Graziella / Pubblicato il
Desidero sapere se la tecnica dei mini impianti puo' essere utilizzata anche per sostenere due molari mancanti nella parte inferiore, lo spessore osseo non permette impianti tradizionali, e non vorrei sottopormi a rialzi ossei. Il mio dentista, ottimo professionista che pero' non si occupa di impianti , mi ha proposto un ponte ancorato ad un dente sanissimo e ad un altro vitale ma otturato molti anni fa. Nella parte inferiore sinistra in cui mancano 3 denti , ma non ho nessun appoggio nella parte posteriore a cui ancorare un ponte, pertanto il mio medico mi farebbe sottoporre ad un impianto, da altro professionista. Sono un po' confusa non per mancanza di fiducia, ma un implantologo interpellato non mi ha ancora dato una risposta soddisfacente riservandosi di inviare il mio dentalscan ad un altro professionista di un'altra città. Vivo in Toscana ed ho 52 anni Cordiali saluti Grazie per l'attenzione
Gentile Graziella, la decisione del suo dentista di consultare un implantologo esperto è ineccepibile ed anche la scelta di eseguire un dentalscan dovendo poi procedere a più impianti nella mandibola. Per quanto riguarda specificamente la sua domanda probabilmente si riferisce non ai mini impianti (utilizzati per stabilizzare una protesi mobile) ma agli short implants cioè degli impianti corti di lunghezza che possono spesso essere utilizzati quando c'è una atrofia verticale dell'osso e che spesso consentono di evitare interventi di rigenerazione ossea ma devono essere valutati caso per caso con attenzione come del resto anche per gli altri tipi di impianti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Graziella...l'impeccabile Dr. Savino mi trova perfettamente d'accordo.... aggiungo solo che non deve essere lei a decidere la terapia..ma il suo Dentista....in ogni caso bisognerebbe visitarla e fare uno studio accurato preimplantologico per rispondere professionalmente...inoltre i rialzi di cresta sono tranquillissimi...ed in ogni caso deve decidere il Dentista meglio se Parodontologo e NON LEI...scusi sa!.............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Graziella i mini impianti vengono utilizzati perlopiu in ortodonzia e per stabilizzare protesi mobili. Non credo sia possibile utilizzarli come pilastro protesico in quanto sono sottoposti ad un carico eccessivo per la loro dimensione, aspetti il responso e ascolti il consiglio del suo dentista. distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

gentile signora Graziella, la distinzione in mini impianti viene fatta unicamente in base alle dimensioni di questi ultimi, ma non cambia nulla a livello di concetti biologici di osteointegrazione. A questo punto, si tratta solamente di vedere se il diametro ridotto di questo tipo di impianto può sostenere il carico che normalmente grava sui molari. Secondo me no, ma è una decisione che può prendere solo chi ha visionato lei e la lastra. Ritengo ineccepibile il comportamento del suo dentista. Chi non si sente sufficientemente edotto e pratico in un tipo di terapia deve interpellare "il collega esperto" prima di fare qualsiasi cosa. I pasticci da trafficone poco avvezzo sfociano spesso in tribunale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile signora, non è possibile darle alcuna risposta attendibile senza averla visitata ed aver valutato il suo Dentascan. Si rivolga al dott. Di Dino (mi pare sia vicino a Pistoia) potrà sicuramente aiutarla. Cordialmente

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Sig. Graziella, il suo odontoiatra è un ottimo professionista, segua i suoi consigli senza interferire con compromessi che non sempre arrivano a buon fine.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente i mini impianti non sono stati ideati per la sostituzione di molari ,ma sol come ancoraggio di protesi mobili. Personalmente credo che se c'è lo spazio per un mini impianto,quindi diciamo 2,5 mm er l'impianto più altri due di cortical  allora potrebbe tranquillamente effettuare una espansione di cresta che le possa consentire di inserire gli impianti standard. Un semplice intervento che magari si effettua in due tempi e senza ricorrere ad innesti.Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Credo che il collega interpellato non si riferisca ai mini impianti, adoperati in ortodonzia o per stabilizzare protesi mobili, bens" a impianti di lunghezza ridotta per lo scarso volume osseo. Senza visita ed esami radiografici non è possibile darle una risposta, si fidi del suo curante. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Tc cone beam dell'emiarcata inferire sinistra con dima radiologica con denti in solfato di bario.
Cara signora, mi rendo conto delle sue dubbie perplessità in merito ad un eventuale utilizzo di impianti appropiati alla sua situazione clinica. Trattandosi di edentulia parziale dal lato sinistro dell'emiarcata inferiore che sicuramente è andata incontro ad Atrofia ossea. Da alcuni anni, personalmente mi occupo di riabilitazione implanto-protesica con l'utilizzo prevalente di Minimpianti in titanio, che permettono una tecnica chirurgica minivasiva e meno traumatica e quindi meno lesiva di altre tecniche chirurgiche quali es. la Split-crest. Ma prima di parlare di tecniche chirurgiche o minimpianti, sarebbe saggio poter sapere sè lei avesse osso disponibile a poter ospitare un impianto normale o un minimpianto di dimensioni piu' ridotte. Mi creda, la "Dentascan" per quanto utile, ha purtroppo i suoi limiti di diagnosi radiologica, per cui le consiglio vivamente, di effettuare una TC Cone Beam dell'intera arcata inferiore, essendo oggi l'unico mezzo diagnostico tridimensionale, le dara' importanti informazioni, tra cui Quantità e Qualità ossea disponibile, parametri a noi molto utili, per poter operare con piu' scrupolosità e moltà piu' predicibilità al fine di riabilitare al meglio la sua situazione di edentulia posteriore. Inoltre da tale Tc, per mezzo di una dima radiologica, si potranno valutare e simulare, l'eventuale utilizzo di minimpianti idonei al suo caso clinico, ancor prima di effettuare il tutto. Da parte mia, in questo web, ho fatto personalmente delle Pubblicazioni in Merito all'utilizzo dei Minimpianti, e la invito a prenderne visione,o a contattarmi per eventuali sue ancora dubbie perplessità o chiarimenti. Distinti saluti Dr. Tommaso Giancane
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento