Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 13

E' possibile l'implantologia quando si ha poco spazio tra le radici?

Scritto da ilaria / Pubblicato il
C'è una soluzione per l'implantologia se non si ha abbastanza spazio tra le radici? ho un'agenesia totale ad un incisivo superiore. ho portato l'apparecchio ortodontico per creare lo spazio necessario ad un'implantologia. superficialmente lo spazio che si è venuto a creare sembra giusto, ma facendo una radiografia ho visto che tra la radice del centrale e quella del canino ci sono 1,7mm di spazio a disposizione per mettere l'impianto. questi 1,7mm però mi hanno detto che non sono sufficienti perchè il mini impianto più piccolo è di 2,5mm. sapete se ci sono novità in questo campo e se c'è una soluzione definitiva che non sia il maryland che già porto e non vorrei portare per tutta la vita?
Fare una corretta terapia ortodontica che ripristini lo spazio necessario per poter inserire un impianto. Dr. Andrea Lorini

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Ciao Ilaria. sarei curioso di sapere se l'agenesia che hai è monolaterale o bilaterale. Se fosse Monolaterale lo spazio, visto che hai fatto ordodonzia dovresti averlo recuperato tutto (circa 5 mm), se fosse bilaterale lo spazio a disposizione sarebbe minore (in realta sembra il contrario ma è lungo da spiegare). Comunque, alla situazione attuale, lo spazio che hai non è sufficiente a fare nulla. In ogni caso ti SCONSIGLIO di mettere un impianto se non cè uno spazio fisiologico. Verrebbe un dentino orrendo. Devi recuperare spazio con ortodonzia e, ti assicuro, ci si riesce CON UN CORRETTO TRATTAMENTO. Dopodichè procedi con l'implantologia. Sarebbe utile poter vedere delle radiografie, se le hai, per darti notizie piu precise. E poi...un merylad b. a 17 anni. Lo trovo assurdo, fuori dal mondo... Cordiali saluti Dott Giglio Andrea Roma www.studiodentisticogiglio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Cara Ilaria, Generalmente un trattamento ortodontico ben condotto si prefigge e realizza sia lo spostamento delle Corone (parte visibile del dente) sia delle radici (parte non visibile del dente). Se ciò non è stato realizzato, può derivare o da una errata programmazione o da ua errata esecuzione del trattamento stesso per cause che ovviamente sono difficili da immaginare non conoscendo TUTTI gli aspetti del Suo problema. Generalmente, l'agenesia degli incisivi superiori colpisce per lo più i laterali e, in questo caso, la scelta terapeutica può essere la riapertura dello spazio per un successivo ripristino del dente con implanto protesi o protesi convenzionale oppure la CHIUSURA dello spazio mediante scivolamento in avanti (mesializzazione) del canino. Ovviamente, la scelta dipende da vari fattori ed elementi che bisogna valutare con una attenta analisi del Suo caso. Può vedere alcuni casi risolti con mesializzazione dei canini all'indirizzo : http://www.stefanobacconi.it/pagina.asp?id=a7fsqqxrssxrzsrsriga  Saluti. Dr Stefano Bacconi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Bacconi
Roma (RM)

Cara Ilaria, lo spazio è veramente poco, ma si può ripristinare con una ortodonzia corretta, che parallelizzi anche le radici dei denti. Dott. Maurizio Serafini

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Salve Ilaria mi diresti che tipo di radiografia hai fatto? Dr.Antonio Tonietti toniettistudio@virgilio.it

Scritto da Dott. Antonio Tonietti
Brindisi (BR)

La soluzione corretta risiede certamente nell'ortodonzia, correggendo il movimento delle radici di canino ed incisivo adiacenti all'agenesia o viceversa chiudendo lo spazio e modificando opportunamente canino e premolare per un buon risultato estetico. La programmazione, però, richiede molti dati come modelli, radioigrafie, fotografie. Dott. Dario spinelli Odontoiatra specialista in ortodonzia Bari

Scritto da Dott. Dario Spinelli
Bari (BA)

Mi associo ai colleghi che prima di me hanno risposto. Vorrei solamente aggiungere che mini inpianti da 2,5 mm di diametro non si possono posizionare come pilastro per un restauro definitivo. La FDA (ente di controllo americano) ha sancito che un impianto per poter essere considerato definitivo deve avere un diametro non inferiore a 3 mm. Pertanto direi corretta terapia ortodontica e a spazio creato implantologia secondo le regole. Saluti Dr. Andrea Pennacchietti a.pennacchietti@libero.it

Scritto da Dott. Andrea Pennacchietti
Viterbo (VT)

Purtroppo lo spazio per un impianto è insufficiente. Con gli elementi che ci ha dato è difficile consigliarla, la soluzione potrebbe anche essere ortodontica chiudendo lo spazio con il canino. Saluti Dott Cristoforo Del Deo

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Ilaria, le condizioni descritte sono proibitive per l'implantologia, però chi ha fatto l'ortodonzia doveva mettere a posto anche le radici (concquella del canino non è facile). cordiali saluti Dott. Cristian Romano.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Ilaria se i dati provengono da una panoramica non sono attendibili, occorre una radiografia endorale con centratore, meglio ancora una tac. Dott Ruffoni Diego

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento