Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 13

Vorrei un vostro consiglio riguardo una decisione da prendere

Scritto da Mariana / Pubblicato il
Cari Dottori, vorrei un vostro consiglio riguardo una decisione da prendere in quanto, dopo una serie di cattive scelte mediche (a mio parere), mi trovo con un premolare 34 con frattura della radice. Vi invio R.X. del premolare 34 (l'altro premolare 35 mancante per granuloma con riduzione ossea riscontrata all'epoca dell'estrazione 8 mesi fa e il molare 36 devitalizzato un anno fa ma con una buona struttura e radice). Mi è stato consigliato ponte su impianto del 34. Un altro dentista farebbe impianto su 34-35 e capsula sul 36 che è anche l'ultimo rimasto dell'arcata sinistra. Vorrei un vostro parere. Grazie per la vostra disponibilità.
Dente fratturato e salvato come spiegato nel caso clinico nel testo
Cara Signora Mariana...premesso che bisognerebbe visitarla clinicamente, il suo premolare fratturato può essere salvato in modo eccellente con un intervento di chirurgia parodontale di allungamento della corona clinica...con un lembo mucoperiosteo, osteotomia-osteoplastica e riposizionamento apicale del dente (per "tirare fuori da gengiva ed osso tutta la parte fratturata e rendere copsì il dente aggredibile terapeuticamente, ricostruendone il moncone con un pernomoncone in Carbonio o in oro e realizzandoci sopra una corona in oroplatino porcellana...le lascio una foto e le spiegazioni per trovare il caso clinico relativo alla foto affinchè capisca..... Legga per favore il mio Articolo o Pubblicazione su questo stesso portale facendo così: clicchi sul mio nome in questa risposta ed entri nella mia pagina di INFORMAZIONI GENERALI, qui clicchi su PUBBLICAZIONI e si aprirà la finestra con da sin a dx ARTICOLI, CASI CLINICI e VIDEO e cerchi i seguenti titoli sotto CASI CLINICI:a Pg 4 Lembo riposizionato apicalmente con colla di fibrina per la terapia di una frattura coronale linguale estesa sotto gengiva e sotto il margine osseo (classe IV di Ingle) di un elemento dentale 4.7 ........... Cordialmente Gustavo Petti,Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve sig.ra Mariana..potrebbe optare per l'allungamento di corona clinica sul 3.4..ma valuterei bene salute e lunghezza della radice rimanente..inoltre i costi sarebbero quasi sovrapponibili a quelli di un impianto.. con risultati predicibili e prognosi favorevole.. consiglio di valutare meglio la seconda scelta, ovvero 2 impianti e capsula sul 3.6. cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Sig.ra Marianna valutando costi benefici fra le varie opzioni che le sono state proposte, io al suo posto sceglierei impianti su 34-35 e capsula sul 36. Saluti

Scritto da Dott. Ciriaco Francesco Tufarelli
Foggia (FG)

La cosa più semplice cara Sig.ra è il trattamento implantare. questo perchè la radice residua del premolare risulterebbe essere troppo corta dopo un allungamento di corona clinica e questo perchè attraverso una rx endorale per quanto accuratamente fatta non sarà mai precisa quanto ad inclincazione: questo inficia la reale percezione delle dimensioni del suo dente e quindi fin dove effettivamente arriva la rima di frattura dello stesso. se a questo aggiunge che il fatto che l'allungamento di corona clinica comporterebbe un abbassamento dell'osso di altri 2 mm intorno alla radice residua capisce come la radice residua sarebbe molto corta e sottile in profondità. gli impianti al contrario avrebbero a disposizione più osso in profondità. La seconda possibilità che lei stessa ha descritto sarebbe la migliore in modo da poter avere denti separati tra loro con una ottima possibilità di mantenere l'igiene.cordiali saluti Dr. Pierluigi Avvanzo prof. a contratto di Chirurgia Orale e Implantologia presso la Clinica Oodontoiatrica Universitaria di Foggia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Avvanzo
Foggia (FG)

Sig.ra Marianna, mi trova in perfetto accordo con la magistrale e competente risposta del Prof. Avvanzo, non ho nulla da aggiungere.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara signora, anche se bisogna essere il più conservativi possibile, a volte mantenere un elemento dentario così compromesso può non valerne la pena, il motivo è che dopo un tale accanimento terapeutico per salvarlo, duri molto poco nel tempo, io le consiglio l'intervento di imlantologia post-estrattiva del 3,4 impianto 3,5 corona 3,6.

Scritto da Dott. Mario Botti
Oggiono (LC)

Ammesso e concesso sia possibile il recupero del 34, non credo sia comunque predicibile. Sono daccordo con l'inserimento di 2 impianti in sede 34 35 ed una corona sul 36.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Cara Marianna esiste la possibilita' terapeutica chirurgica di salvare il 34; ma nella eventualita' non si riesca ritengo valida l'alternativa impianto 34-35 e corona 36. Saluti dott. Fabbri Federico

Scritto da Dott. Federico Fabbri
Firenze (FI)

La soluzione più affidabile è la seconda prospettatele. Di due impianti e la corona sul sesto. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Gentile signora, in un caso come quello da Lei esposto io preferisco la scelta implantare per venire incontro a riscontri estetici oltre che funzionali che danno una garanzia di lunga durata, come puo' vedere su www.studiodentisticosacco.it . Cio' detto non prescinde da eventuali scelte di chirurgia parodontale qualora il paziente preferisca mantenere un proprio elemento dentario sottoponendosi ad un intervento parodontale che, in mani esperte, come sottolineava il collega Petti, garantisce un'eccellente resa.Cordialmente Dott. Francesco Sacco Specialista Ambulatoriale in Chirurgia Maxillo Facciale presso Azienda Ospedaliera Universitaria "Ruggi D'Aragona"Salerno
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Sullo stesso argomento