Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 9

Fare il rialzo del seno mascellare, visto la mia giovane età (30 anni), è una cosa fattibile o mi conviene aspettare?

Scritto da Daniela / Pubblicato il
Salve per fare il rialzo del seno visto la mia giovane età (30 anni), e una cosa fattibile o mi conviene aspettare? Nel frattempo vorrei utilizzare una protesi mobile e una cosa buona o si vanno a rovinare i denti? Con il classico ponte e una cosa buona o si rovinano i denti? Grazie dell' attenzione
Gent.ma Sig. Daniela, le conviene affrontare subito il rialzo del seno ed inserire impianti, oggi per noi implantologi, è un intervento di routine e assolutamente privo di complicanze e non andare avanti alla meno peggio con protesi mobili, assolutamente non adatta alla sua giovanissima età. Il classico ponte è un'alternativa valida se ha paura ad affrontare l'intervento. Per avere maggiori informazioni legga il caso clinico da me pubblicato in questo portale: Rialzo del pavimento del seno mascellare. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Cara Daniela, vista la sua giovane età, Le consiglio una soluzione protesica non rimovibile, che oltretutto sposterebbe il problema, in quanto col tempo l'osso alveolare (l'osso che reggeva il dente) si riassorbe, lasciando pneumatizzare il seno. Ad oggi l'inserimento di un impianto con contestuale mini rialzo del seno non viene considerato un intervento complesso, sia per i postumi, sia per i risultati. Se esistono complicazioni o se la paura dovesse avere il sopravvento, il classico ponte è sicuramente una valida alternativa.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Santa Tiano
Pistoia (PT)

Gentile Daniela, l'intervento al seno mi sentirei di consigliarlo solo vedendo la radiografia, che certamente avranno valutato. Oggi le complicanze post trattamento sono minime e consentono un rapporto costi-benefici decisamente superiori anche nei risultati, che sono di gran lunga più duraturi ed estetici. Fare una protesi removibile a 30 anni non credo sia il caso. A meno che Lei non lo faccia solo per motivi di attesa, ma si ricordi che l'osso non l'aspetta. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Scusi ma la protesi mobile, deve essere l'ultima delle soluzioni...in mani competenti il rialzo con implantoprotesi è pratica predicibile, con una assoluta gratificazione da parte del paziente...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, alle sue domande di carattere generale è necessario rispondere in termini generali e teorici, soprattutto perchè non ci è dato vedere la sua bocca o le sue radiografie. Se diamo per assodato che la medicina non è una scienza esatta, qualsiasi scelta terapeutica può avere non solo i suoi pro e contro, ma anche le eventuali complicanze. Certamente la scelta del rialzo del seno è la più avvincente, ma anche quella che potrebbe riservarle qualche sorpresa in più,specie se eseguita da mani non esperte. Il ponte fisso prevede la limatura di alcuni denti: è una pratica terapeutica di sperimentata validità ma necessita di pilastri validi. La scelta di una protesi mobile,se non per motivi contingenti e comunque di carattere provvisorio, la escluderei senz'altro.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Sig.ra Daniela, approvo la dotta risposta del Dott. Ghio.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con la risposta del dott. Ghio e non concordo nel definire i rialzi del seno mascellare interventi di routine e privi di complicanze

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Daniela, il rialzo del seno mascellare è un intervento che può essere considerato routinario per un implantologo, esso viene attuato sia con tecnica miniinvasiva,Tecnica di Summers, che con una apertura chirurgica del seno mascellare. L'uno e l'altro intervento richiedono la corretta indicazione, vedi denti sani adiacenti la mancanza, sia la corretta pianificazione pre chirurgica con l'esecuzione di un dentascan. Se si rispettano tali principi l'impianto può essere preso in considerazione come scelta elettiva a patto che non vi siano abitudini al fumo e tendenza ad avere una scarsa igiene orale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, mi sento di consigliarle assolutamente l'intervento di rialzo del seno, e di non mutilare inutilmente i denti adiacenti con un ponte fisso tradizionale. Difficile definire cosa sia la "routine" nell'odontoiatria oggi. Per un implatologo, ad esempio, è "routine" mettere degli impianti; per un dentista generalista non è assolutamente routinario inserire un impianto. Per un professionista che esegue quotidianamente impianti può essere routinario eseguire dei minirialzo con tecnica di Summers (o modificata): nella mia pratica, ad esempio, viene quasi sempre eseguita quando tecnicamente possibile: ci vogliono circa 60 secondi, è semplicissima, il paziente non si accorge neppure di averla eseguita. L'approccio per via antrale è più complesso, ma definirlo "routinario" o meno, dipende esclusivamente da chi lo effettua. A mio parere, per la mia esperienza, ha tutte le caratteristiche per essere definito routinario (non semplice, badi bene) e dall'esito prevedibile
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento