Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 10

Un mese fa mi e' stato fatto l'impianto per poter mettere tre molari

Scritto da annaraffaella / Pubblicato il
Salve, mi rivolgo a voi per capire cosa puo' esser successo. Un mese fa mi e' stato fatto l'impianto per poter mettere tre molari sul lato destro inferiore. Dopo un mese sul mio viso e' ancora presente il gonfiore del dopo operazione e in piu' la cosa ke mi disturba maggiormente e' ke il labbro inferiore e' ancora insensibile compreso parte del mento. Chiedo il vostro aiuto per capire cosa puo' esser successo sono disperata, mi chiedo se riacquisterò' nuovamente la sensibilita'. '
Gentile Signora, il gonfiore ad un mese di distanza è giustificato solo se vi è infezione. Quello che lei descrive rientra nel quadro delle parestesie, che certamente il collega le avrà prospettato in corso di progettazione nel consenso informato. Potrebbe rientrare, come no, in tempi piu' o meno lunghi, ma dipende dalla lesione o dal tipo di trauma al nervo alveolare inferiore. Le consiglio di fare una visita neurologica per determinarne le cause. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Sig.ra Annaraffaella, normalmente prima di procedere a degli interventi, il paziente viene informato delle possibili complicanze. Nel suo caso, deve ritornare dall'odontoiatra e farsi ripetere o meglio scrivere quali sono le complicanze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con i colleghi...nè il gonfiore..nè la sensibilità alterata.. sono normali dopo un mese. Vada a farsi controllare. In bocca al lupo.

Scritto da Dott. Alessio Bosco
Sanremo (IM)

Gentile Paziente, quanto descrive è compatibile con una sofferenza della terza branca del trigemino, o alveolare inferiore, probabilmente da compressione o comunque da un suo interessamento che va indagato al più presto, il riacquisto della normale sensibilità è legato alla serietà del coinvolgimento del nervo stesso. In conclusione si sottoponga subito ai necessari accertamenti. Cordialità gustavo de felice sapri

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentile Signora, stia tranquilla...si, è vero i tempi della sua guarigione sono un pò più lunghi del normale decorso post operatorio e indubbiamente è necessario accertare per capire il problema. Chiami il chirurgo e chieda spiegazioni, in quanto solo lui, conoscendo il caso ed eventuali problematiche dell'intervento, è in grado di confortarla. Noi possiamo, giustamente, parlare di compressione, danni alle strutture nervose, etc...ma mi creda, senza elementi oggettivi è difficile. Buon pomeriggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Gentile paziente, dalla sua descrizione sembrerebbe che, durante le manovre di inserzione dell'impianto, sia stato leso il nervo mandibolare inferiore. Impossibile dire di più. Parestesia, le ha giustamente detto il dr. Vitale. Non possiamo sapere se tale parestesia sia temporanea (più probabile) o definitiva, allo stato attuale. Anche il gonfiore è anomalo, a un mese. Torni dal suo implantologo per una verifica della situazione.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cio che lei signora dichiara, mi accomuna a ciò che scrive anche il dott. Formentelli a distanza di un mese il gonfiore e' qualcosa di "anomalo" ed ancora più sospetto e' il fatto delle parestesie estese per territorio anatomico che lei descrive . si rechi dal dentista e si faccia controlli molto accurati

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Parestesia. Una rx può indagare se c'è stato interessamento del nervo. il suo odontoiatra ha fatto una rx dopo l'inserimento degli impianti? Se no bisogna farla e vedere se c'è contatto diretto tra nervo e impianto.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile Annaraffaella da quel che dice e dal fatto che lo dica, mi pare che non sia stata adeguatamente rassicurata dalle spiegazioni del collega, è importante stabilire se si tratti di una lesione da compressione od invece un danno fisico. Generalmente è pratica consolidata l'esecuzione di una tc dentalscan pre operatoria, al fine di ridurre inconvenienti di tal tipo, se è stata prescritta si è certo provveduto alla corretta fresatura del sito implantare ed alla scelta della vite di dimensioni più idonee. Nel caso essa non sia stata prescritta allora è senza dubbio utile farla adesso.Per quel che riguarda la terapia si può somministrare il complesso vitaminico B, e consultare un neurologo che potrebbe trovare oltre ad un sostegno farmacologico anche miglioramenti nella sensibilità mappando la sede della zona anestetizzata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Sig.ra Anna, mi permetto di essere un pò meno tranquillo rispetto ad alcuni colleghi che le hanno risposto...Innanzitutto, lei dice di aver eseguito impianto ( uno solo , più di uno ?) per posizionare poi i denti mancanti a destra. Le chiedo : il collega aveva eseguito una corretta diagnosi preoperatoria con TAC Dental scan e mascherine con reperi radiopachi per studiare la SITUAZIONE OSSEA DEL DISTRETTO DA IMPLANTARE E LE CORRELAZIONI CON LE STRUTTURE ANATOMICHE IMPORTANTI PRESENTI? (leggi nervo alveolare inferiore, forame menoniero ) Se non lo avesse fatto e se avesse eseguito l'impianto e gli impianti solo sulla base di una Rxe endorale o di una Ortopantomografia, secondo me il suo operato potrebbe essere stato quantomeno un pò superficiale. In secondo luogo: il gonfiore. Dopo un mese dall'intervento ci può stare che la gengiva abbia un aspetto diverso da prima, magari un pò più "gonfia",di colore diverso etc, ma non ci deve essere edema dei tessuti molli della base della mandibola e della guancia, nè un oggettivo gonfiore del viso. In questo caso si deve sospettare una infezione e/o un problema alla osteointegrazione dell'impianto nell'osso. Infine , lei parla di "INSENSIBILITA'" del labbro e del mento. Questo fa pensare NON a una PARESTESIA ( cioè alla presenza di strani formicolii nelle zone suddette se vengono sfiorate ) > sintomo di un traumatismo accorso durante l'intervento a rami periferici del Nervo Alveolare Inferiore <, ma bensì ad una ANESTESIA , cioè alla mancanza di sensibilità del labbro e del mento! Se veramente fosse così ci sarebbe stata una lesione del Nervo decisamente importante. Non voglio spaventarla, ma sarebbe opportuno che si recasse dal suo medico, gli facesse controllare con Rx la situazione dei tessuti ossei attorno al'impianto, si facesse fare una visita accurata in cui deve essere indagata la sensibilità dei distretti da lei menzionati, tramite mappatura alla sfioramento e alla puntura... Poi se ci fossero dubbi, eseguire una TAC dental scan per evidenziare i rapporti di questo impianto con le strutture del Nervo ALVEOLARE iNFERIORE. Ci faccia sapere Cordialmente Dr. G.Lazzari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Sullo stesso argomento