Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 6

Il rialzo del seno mascellare è un intervento che può essere fatto ambulatorialmente?

Scritto da Daniela / Pubblicato il
Salve, dovendo fare un rialzo del seno mascellare ho una paura tremenda. Volevo sapere se è un intervento che si puo fare tranquillamente in ambulatorio o in regime ospedaliero. Quali possono essere le controindicazioni? i rischi post-operatori sn tanti? Ho fatto una tac ai seni paranasali visto che ho una deviazione al setto e il referto dice che ho una sinusite mascellare basale, e un ipertrofia dei turbinati, in questa situazione posso fare il rialzo del seno o vado incontro a complicazioni gravi? Vi ringrazio e scusate se vi disturbo sempre
Cara Signora Daniela...il rialzo del seno mascellare si fa tranquillamente ambulatoriamente con la massima tranquillità ... per le controindicazioni...dovrei conoscerla clinicamente...in linea di massima...localmente, parodontiti gravi...sinusiti gravi...formazioni intraossee di natura da determinare...in generale ...tutte quelle malattie sistemiche che alterano la struttura e qualità ossea ed anche farmaci che si assumono in patologie serie sistemiche che provocano necrosi ossee ... il chirurgo orale ...o il Parodontologo...o il Chirurgo Maxillo Facciale o Il Dentista...conosce tutto questo...chieda a chi le farà il rialzo...Cordialmente Gustavo Petti, Chirurgia Parodontale, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Concordando con il Collega Petti, Le aggiungo che nel suo caso, mi riferisco alla sinusite, dovrà con grande scrupolo attenersi alla terapia antibiotica che il Collega che Le eseguirà il rialzo saprà indicarLe. Tutte Le raccomandazioni sulla necessità di eliminare eventuali parodontopatie concomitanti e qualsiasi altra forma di fonte batterica, nonché l'attenzione all'igiene sono ovvie. Cordialità Gustavo De Delice sapri (SA)

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig. Daniela, esistono varie tecniche: grande rialzo, piccolo rialzo, ecc. Dovrebbe chiedere apertamente all'odontoiatra che le ha proposto questa tecnica le varie complicanze. Consigliata visita otorino prima dell'intervento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Sig.ra Daniela La presenza di una sinusite e la concomitante ipertrofia dei turbinati sono una patologia che per ciò che riguarda il grande rialzo del seno devono essere analizzati bene: nelle sinusite l'ipertrofia della membrana di schneider può anche essere un vantaggio per la tecnica chirurgica ma va analizzata la pervietà del seno stesso in quanto se fosse pieno di materiale (muco o altro) impedirebbe la manovra di scollamento della membrana e di conseguenza il rialzo stesso. Il collega a cui si è rivolta potrà quindi agevolmente diagnosticare la pervietà del seno dagli esami che Lei a fatto e attuare la miglior terapia. Cordiali saluti Dott Maurizio Monforte (MI)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Monforte
Milano (MI)

Stavo per risponderle, ma avrei ripetuto quanto detto dal collega Monforte con cui concordo pienamente.

Scritto da Dott. Massimiliano Arlotta
Aversa (CE)

Gentile Signora, la controindicazione maggiore al grande rialzo di seno mascellare è rappresentata dalla sinusopatia acuta o cronica con tendenze alla riacutizzazione. E' quindi necessaria una corretta diagnosi ORL, e nel caso una bonifica chirurgica preventiva con intervento endoscopico (la revisione della mucosa del seno alla Caldwell-Luc è stata sostituita quasi completamente da quest'ultimo tipo di intervento molto meno invasivo). Considerando comunque la sua giovane età, è proprio sicura di doversi sottoporre al rialzo di seno M? Esistono interventi alternativi, a volte sufficienti tipo piccolo rialzo oppure con l'utilizzo di impianti appositamente progettati per fratturare e sollevare la corticale sinusale in modo autonomo ed atraumatico spingendo in alto i frustoli ossei midollari di risulta della trapanazione. In ogni caso, se non si interviene con rialzi molto estesi e massivi, una piccola revisione per sinusite secondaria eventualmente sopravvenuta è sempre possibile e da mettere in conto prima dell'intervento. Cordiali saluti Dott. Maurizio Cirulli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Cirulli
Bologna (BO)

Sullo stesso argomento