Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 10

Un impianto fatto su un rialzo di seno mascellare può avere le stessa durata di un impianto fatto sull' osso?

Scritto da silvia / Pubblicato il
Gentili dottori, un impianto fatto su un rialzo di seno mascellare può avere le possibilità di lunga durata di un impianto fatto direttamente su osso? Eventualmente, l'intervento in tale zona è ripetibile? Grazie'
Sig.ra Silvia, si esegue un rialzo del seno mascellare per necessità, quando manca osso, se esiste quantità di osso sufficiente è preferibile non rialzare il seno, essendo l'intrvervento più invasivo. In alcuni casi d’insuccesso a volte è possibile ritentare l’intervento, eliminando le eventuali complicanze che hanno provocato l’insuccesso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

In linea di massima si...ma bisognerebbe vederla clinicamente!!! Cordialmente

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Talvolta l'osso rigenerato o ricostruito nelle zone posteriori è di qualità migliore rispetto all'osso naturale nelle stesse zone e la letteratura e l'esperienza, dimostra come la predicibilità di successo sia ormai sovrapponibil se non migliore ( ovviamente va sempre valutato il caso singolo ) x la ripetibilità eventuale anche questa è effettuabile cordiali saluti.

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Silvia ovviamente se parliamo in linea generale la risposta è si per tutte e due le domande, però il caso va valutato in modo più specifico ed in seguito ad una analisi clinica e radiologica adeguata. Cordiali saluti...

Scritto da Dott.ssa Daiana Zuccaro
Frosinone (FR)

L'osso neoformato dopo un intervento di maxirialzo del seno mascellare è immaturo, tenero, inadatto in genere a sopportare un carico masticatorio. Ma con opportune manovre di finalizzazione, come quella di un periodo iniziale di carico ridotto e progressivo, matura e diventa un ottimo osso, adattissimo al carico masticatorio richiesto dai molari. La risposta quindi è decisamente SI, senza dubbio, anche senza poterla visitare clinicamente la risposta è decisamente SI. Ma solo nelle mani di un implantologo esperto, che sappia come trattare quell'osso e sappia come guidarne la trasformazione. E' ripetibile, se non dovesse avere successo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

La durata dell'impianto su un seno rialzato è paragonabile a quello su un un osso normale. Se un intervento di rialzo va male, bisogna aspettare la guarigione della zona e ripetere l'intervento.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Io devo dire la pura verità, non mi intendo quasi per niente di implantologia. Ma l'intervento di rialzo del seno viene effettuato con diverse tecniche in cui si promuove la crescita ossea dell'osso stesso del paziente stesso. Quindi credo che lì si formi un osso autentico originale del paziente. Specie se si usa la tecnica del fattore di rigenerazione piastrinica, che promuove la crescita ossea tramite l'aumento della vascolarizzazione dell'area, alla fine si ha un ottimo osso. Immagino che una successiva tac che valuta le tre dimensioni, se dice che l'intervento è ben riuscito, a quel punto l'impianto è come se venga messo su osso originale puro. Illustri colleghi, mi sbaglio??? Io credo che la paziente dovrebbe stare tranquilla che può funzionare alla grande...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora, Dalla letteratura scientifica si evince che gli impianti inseriti dopo il rialzo del seno mascellare hanno una percentuale leggermente minore di sopravvivenza rispetto agli impianti inseriti senza questo intervento. Comunque di norma questo intervento viene eseguito quando l'osso residuo non è sufficiente per ospitare l'impianto dentale ed è dunque necessario rialzare il pavimento del seno mascellare così da poter avere la profondità d'osso adeguata. Si l'intervento è ripetibile. Oggi giorno per ovviare a questi problemi in alcuni casi si può ricorrere ad impianti corti o inclinati, rimangono comunque alcune situazioni in cui però l'unica soluzione è il rialzo del seno. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

Il rialzo di seno mascellare, non è un intervento voluttuario, pertanto il successo di un'impianto endosseo dopo un rialzo di seno mascellare non va valutato in modo relativo, ma in modo assoluto, non essendo altrimenti possibile effettuare detto impianto. Inoltre ogni Caso Clinico, merita un'autonomo progetto terapeutico post-diagnostico. Cordialmente

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

Cara Silvia, il rialzo di seno è una metodica adottata per ricreare osso dove questo non c'è, ragion per cui, una volta eseguito il rialzo, e avvenuta la sostituzione del biomateriale inserito, con osso, non c'è alcuna differenza tra mettere un impianto in una zona dove è stato eseguito il rialzo e dell'osso "vergine". Anche se la prima volta l'impianto non dovesse osteointegrarsi, si può sempre reintervenire.

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sullo stesso argomento