Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 10

Il 1 marzo ho fatto 4 impianti a carico immediato

Scritto da sergio / Pubblicato il
Buona sera mi chiamo Sergio e ho 51 anni, il 1 marzo ho fatto 4 impianti a carico immediato con viti Tramonte. Documentandomi via web il dentista avrebbe dovuto seguire una prassi ben precisa, qualita dell' osso, gengiva, ecc ecc..a me è stata fatta una semplice rx e nel tempo di 15 minuti mi sono stati montati tre impianti, il 4 dopo avermi estratto una radice. Il dentista ha operato correttamente? DOPO QUANTO TEMPO VANNO inserite le corone definitive? Quanto bisogna attendere per avere dei risultati se gli impianti vanno bene? Vi ringrazio anticipatamente per le risposte
Dio vede e provvede, se lei ha fede. Se lei non ha fede, va bene lo stesso. Tutto è possibile se Madre Natura vuole essere benigna. Penso che lei sia una persona fortunata!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, lei chiede se "il dentista ha operato correttamente". Tale domanda scaturisce da una sua ricerca su internet!!! Le valutazioni che ha fatto il collega non posso contestare in quanto non la ho visitata e non ho neanche visionato le radiografie che, invece, il collega ha visto. Dalla ortopantomografia, alla radiografia endorale, alle più approfondite e sofisticate tac o cone beam 3d, ogni valutazione prechirurgica segue un protocollo ma anche l'esperienza personale ed il caso clinico specifico. Ad esempio, una rx endorale in un post- estrattivo potrebbe essere sufficiente. Fossi in lei avrei più fiducia nel collega al quale dovrebbe essersi affidato ed aspetterei il risultato. Se ha dei dubbi chieda altro consulto con visita diretta. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Caro Signor Sergio, buongiorno. "Il dentista ha operato correttamente?" Parlando di "Correttezza", le sembra Corretto da parte sua fare questa domanda, nel Web e pubblicamente per giunta, dimostrando al mondo intero una mancanza assoluta di Stima e di Fiducia nel Suo Dentista? Mi permetto di dirglielo. Consultare così il Web è molto pericoloso! Che brutta abitudine sta ormai dilagando! Non mi piace e purtroppo è figlia di questi tempi "malsani" che stiamo vivendo! Insomma voglio farle capire che noi, almeno io, non siamo qui per confermare o no pianificazioni terapeutiche di Colleghi. Non siamo Giudici, ma Medici Odontoiatri! Il rapporto di Stima e Fiducia Reciproca Medico-Paziente è Fondamentale. Detto questo, dato che chiede, rispondo perché è come se fosse diventata un mio paziente (anche se solo Virtuale),avendo fatto la domanda. L'implantologia la si fa dopo un accurato Studio Preimplantologico, di regola con una Dentalscan Volumetrica e dopo una Valutazione Gnatologica molto attenta e scrupolosa ed una doppia visita Parodontale, ossia dopo due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Insomma devo poter mantenere viva ed in allerta tutta la mia "Capacità di Clinico Medico e Parodontologo". Legga come facciamo mia Figlia Claudia ed io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! Cari Saluti e mi scusi veramente se mi son permesso di "criticare il suo modo di comportarsi nei confronti del Suo Dentista"! Ha 51 anni, tra l'altro ed è tra le età che più sono colpite dalla Parodontite, per cui, la Visita Parodontale e Gnatologica è indispensabile e doverosa prima di pianificare una terapia implantologica riabilitativa!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Le viti di Tramonte!!!!!!! Credevo non esistessero più da tempo immemorabile!!! La procedura così come Lei la ha desritta non mi pare affatto corretta. Comunque le procedure possono cambiare a seconda della sede di impianto, ma in generale una valutazione precisa della quantità e qualità dell'osso sarebbe doverosa. Cordialità dott. Andrea Saratti

Scritto da Dott. Andrea A. Saratti
Firenze (FI)

Prima di farsi operare, dato che non sembra esserci grande fiducia nel collega, avrebbe dovuto documentarsi via web e parlarne con lui. Tenga comunque conto che, su internet, può al massimo trovare alcune linee guida e parametri di riferimento per protocolli standard, da cui ogni Odontoiatra prende spunto e si discosta a piacimento (n limite del possibile ovviamente) perogni singolo caso clinico. Considerando inoltre che è stata utilizzata la metodica Tramonte, non comunissima (ma comunque valida), relativamente alle tempistiche di successo e di carico deve sempre parlarne con il collega.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Sergio, non siamo noi che la dobbiamo informare, questo compito spetta al suo odontoiatra, via Web trova di tutto ma pochi si assumono le responsabilità, mentre il suo odontoiatra è l'unico responsabile della buona riuscita della riabilitazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Ma se non era convinto perchè se li è fatti fare? il suo dentista non ha ottenuto il suo consenso informato, e se si, come penso, perchè va in giro per internet, che fra l' altro, internet è una rete dove chiunque può scrivere quel che gli pare, senza necessità di scrivere cose reali, quindi mi auguro che nessuno dei miei colleghi, gli risponda.

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Gent.mo Sergio, ogni operatore utilizza tecniche chirurgiche con le quali ha risultai ripetibili, inoltre l'utilizzo di un esame diagnostico o di un altro deve rispondere al principio del minimo danno possibile per il paziente, quindi sottoporre il paziente ad'indagini invasive (e tutte le indagini che prevedono irradiazione lo sono) deve essere necessario. Quindi si fidi del suo dentista e discuta con lui se mai sul risultato finale. Buona giornata

Scritto da Dott. Luigi Piola
Legnano (MI)

Gentile Sig. Sergio, bisogna arrivare ad una buona valutazione del caso con la minima dose di raggi x. Pertanto può bastare una semplice rx endorale, che è ancora (se fatta bene) la più precisa nelle due dimensioni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo sembra un racconto di quelli circondati da sensazionalismi e slogan tipo " 4 impianti in 10 minuti: non ti accorgerai di niente". Mi scusi ma perché chiede lumi on line anzichè al suo dentista. Per caso è cinese? O si tratta di uno studio odontoiatrico a gettone? È stato informato prima? Come mai si è trovato coinvolto "al buio" ? Si attivi e vada di persona a chiedere anche se ormai è un pò tardi! POI magari ci interpellerà a risposte ricevute. Forza e coraggio!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Ospedaletto (PI)

Sullo stesso argomento