Domanda di Igiene e Prevenzione

Risposte pubblicate: 3

Ho delle macchie nere/marroncine che non ho mai avuto

Scritto da antonella / Pubblicato il
Gentilissimi Dottori, sul colletto dei miei denti, soprattutto sull'arcata superiore di destra ho delle macchie nere/marroncine che non ho mai avuto. Ha volte si staccano con le unghie o (ri)lavandomi i denti solo con lo spazzolino, senza l'uso del dentifricio. Il mio dentista mi ha lucidato i denti (la pulizia l'avevo già fatta qualche mese prima) ma sono ricomparse dopo pochissimi giorni! non fumo, non bevo caffè, non uso prodotti con clorexidina. Noto che la bieta cotta mi fa i denti grigi ma lavandoli subito comunque ritornano del colore di prima. Vorrei eseguire il tampone della saliva: cosa mi consigliate? ho pensato di assumere dei fermenti lattici da sciogliere in bocca ma, io farmacista, non ho trovato altro che bactobliss che è soprattutto per la gola e per bambini! mi può aiutare il gel a base di clorexydina?? può essere una carenza di vitamine o minerali? può dipendere dalla mie allergie/intolleranze alimentari?? Vi ringrazio anticipatamente, Antonella!
Cara Signora Antonella, Le cause possono essere diverse ma la Diagnosi è Clinica! Non via Web. Il discorso sarebbe molto lungo perchè bisognerebbe entrare in concetti un pò troppo clinici, scientifici. Direi che anzitutto bisogna partire dal differenziare tutte le diverse etiopatogenesi di discromie. Potrebbe trattarsi di tante patologie banali o serie come Amelogenesi imperfetta la cui diagnosi però deve essere precisa e veritiera perchè va differenziata da tante altre patologie molto più banali come la presenza di pigmenti comuni e rimovibili dal dentista con l'igiene orale. POI, che i pigmenti fissi e rimovibili possono essere dovuti a tante cose e le cause possono essere tante, dalle displasie dello smalto, alle alterazioni cromatiche per patologie batteriche, di miceti (funghi)e tanto altro e la visita comporta tante cose e tante domande. Possono esserci fattori estrinseci o intrinseci. Estrinseci come caffeina, teina, ferro (carciofi crudi per esempio). Intrinseci come farmaci, in particolare tetracicline, fluoro in eccesso (fluorosi), e tante altre che compenetrano i prismi dello smalto, la sostanza amorfa interprismatica e si integrano nel suo interno alterandone il colore. Ci sono poi cause iatrogene, come lo stesso Diabete, o altri dismetabolismi endocrini. L'amelogenesi imperfetta è una malattia autosomica dominante, ossia ereditaria e provoca una grave ipoplasia dello smalto. Le dico che esiste un tipo ipocalcifico, uno ipoplastico ed uno ipomaturativo e si forma durante lo stadio a Campana dello sviluppo del dente. Per ognuna di queste e altre non dette patologia, esiste una terapia diversa! Basta fare una diagnosi precisa e reale e sicura per emettere la Prognosi e quindi predisporre la Terapia giusta! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonella, eseguire accertamenti senza significato tipo tampone non serve a nulla, occorre controllare le sue manovre d'igiene, perché il problema non è diffuso a tutti i denti ma è localizzato in un sito. Le consiglio un bel colloquio con un igienista dentale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Le possibili cause di queste discromie, di queste macchie nere, sono molteplici. Se riesce il suo Dentista a rimuoverle con la semplice pulizia dentale, si tratta comunque di una forma di flora batterica. In ogni caso, per escludere problematiche maggiori, è opportuno che si faccia visitare nuovamente, in quanto solo vedendola si può fare diagnosi certa. Il gel a base di clorexidina non lo usi, delle due peggiora le cose dando iperpigmentazioni dentali.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia