Domanda di Igiene e Prevenzione

Risposte pubblicate: 8

L'igiene dal dentista è meglio farla prima o dopo aver fatto otturazioni e altri lavori?

Scritto da Adele / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei sapere se l'igiene dal dentista è meglio farla prima o dopo aver fatto otturazioni e altri lavori?? Lo chiedo perché in genere quando andavo dal dentista, sapevo che la pulizia si faceva alla fine, invece in questo nuovo studio dove devo andare mi hanno detto che è meglio farla prima perché (dicono loro) "così se vede meglio se c'è qualcosa..." ma qualcosa cosa?? io preferirei farla alla fine, perché m'interessa di più fare le otturazioni e sistemare un dente piuttosto conciato. Voi cosa ne pensate? è meglio farla prima o dopo? o è indifferente? p.s. ci tengo a precisare che non ho molta placca nei denti, ho un po' di placca nei denti sotto quelli davanti, ma non tantissimo, si forma più che altro nella parte interna cioè vicino alla lingua, invece negli incisivi sopra non ho nulla. Più che altro penso di avere uno smalto debole perché i molari mi si cariano spesso e anche denti già otturati, e questa cosa mi preoccupa molto...poi ho delle macchiette bianche che sono uscite recentemente sullo smalto dei denti, ma non è placca, sono proprio macchie molto chiare, di un bianco intenso sullo smalto dei denti che di base invece è avorio. penso sia una demineralizzazione ma non so causata da cosa, avevo chiesto a un dentista ma non mi ha saputo rispondere
Condivido che va effettuata all'inizio delle cure e comunque quando c'è bisogno ci sono pazienti che necessita di sedute annuali altri semestrali o trimestrali. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Adele, la prima cosa che si deve fare è la Visita Clinica che porti alla Diagnosi ed alla Prognosi e quindi alla Terapia. In sede di Diagnosi si valuta, con sondaggio parodontale, se sono presenti tasche parodontali e se è presente placca batterioca sovra e sotto gengivale e soprattutto tartaro. In presenza di placca batterica e soprattutto tartaro, la "pulizia dei denti professionale" deve essere fatta come primo atto terapeutico valutando anche se completarla con curettage e scaling e root planing. Per due motivi. Primo perché le otturazioni e qualsiasi altra terapia odontostomatologica deve essere fatta su denti "puliti". Secondo perché la presenza di grandi quantità di placca batterica e sopratutto di tartaro, possono coprire e nascondere carie cervicali ed interprossimali e del colletto e della radice che non si potrebbero vedere! Come detto, sarebbe impensabile fare una otturazione a livello di gengiva, ma sempre al di sopra di essa con una placca batterica o tartaro presenti e con gengive che sanguinano appena "toccate" per la mancata Igiene orale professionale! Lei dice di non avere molta placca. Ma la placca batterica c'è. In ogni caso non può sapere se c'è sottogengiva, nel solco fisiologico o peggio in tasche parodontali che andrebbero curate parodontalmente. Le macchie bianche possono essere carie attive, floride o alterazioni delo smalto o semplicemente discromie. In sede di Visita si valutano anche queste! Tranquilla quindi. In ordine: Visita completa odontoiatrica con sondaggio parodontale, analisi gnatologica delle disclusioni e delle ATM, conservativa, endodontica etc, che abbracci tutta l'Odontoiatria e le sue Patologie e Specialità! Se no che Diagnosi farebbe. Solo parziale e non totale. La bocca poi va vista non estrapolandola dal corpo umano ma valutandi anche la sua situazione Clinica Sistemica anamnesticamente, clinicamente, semeiologicamente e prognosticamente! Poi Pulizia dei Denti con eventuale Curettage e Scaling ed infine la terapia per cui è venuta, integrata con la terapia delle patologie trovate e di cui deve essere stata informata dal Dentista per avere il suo Consenso a Procedere e perchè lei sia informata su tutto e non solo su quello che lei potesse ritenere di avere! Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Adele, la pulizia é la prima cosa da fare. Cordialmente

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Adele, non è indifferente: l'igiene orale, o pulizia dei denti, quando necessaria, viene eseguita prima di qualsiasi cura dentaria! Molto spesso a noi dentisti capita di non poter nemmeno valutare lo stato dei denti e delle gengive, senza aver fatto prima una seduta di igiene professionale ai denti dei nostri pazienti. La seduta di igiene diventa poi indispensabile prima di una cura conservativa (in genere le carie si formano lì dove c'è accumulo di placca), e prima di qualsiasi manovra chirurgica, dove ci provoca fuoriuscita di sangue. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Adele la pulizia dei denti in genere è la prima cosa che viene fatta sia per controllare bene tutti i denti senza la presenza di tartaro, sia per preparare il sito ad un eventuale ricostruzione che certo non può essere fatta correttamente se l'elemento dentario non è ben pulito. Cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Gentile Sig.ra Adele, L'IGIENE VA FATTA ALL'INIZIO, per poter fare una visita corretta (altrimenti è come andare dal carrozziere per fa aggiustare una riga sulla portiera con l'automobile tutta infangata...) Inoltre, durante questa seduta, DEVE ESSERE SPIEGATO COME MANTENERE UNA CORRETTA IGIENE DOMICILIARE. In questo modo, durante i successivi appuntamenti, sarà possibile verificare come il paziente "ha fatto i compiti" e consigliargli eventuali correzioni tecniche. se i suoi denti si cariano spesso è possibile che dipenda proprio da un'igiene domiciliare non perfetta e da abitudini alimentari scorrette.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Adele, non in tutti i casi è indicata la procedura dell'ablazione del tartaro o un trattamento parodontale, definite anche come pulizie dei denti professionali, in alcuni casi dove non ci sono le indicazioni, questi trattamenti oltre essere inutili possono dare anche complicanze. L'odontoiatra o l'igienista dentale sono le uniche figure che dopo visita clinica, possono indicare il tipo di trattamento e quando effettuarlo. Cordialmente

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Solitamente, quando necessaria (perchè non sempre lo è), la seduta di igiene orale viene fatta all'inizio del piano di trattamento (a cui eventualmente si aggiunge un controllo - richiamo finale): questo per poter valutare correttamente, in condizione di massima pulizia della dentatura, il "da farsi" nella sua completezza (quantità di placca e tartaro importanti possono "nascondere" eventuali carie, ad esempio). Questa però non è necessariamente una regola, piuttosto è una prassi. Ovviamente, se c'è una maggior urgenza di trattare un dente (perchè molto compromesso, o dolente...) può essere rimandata senza alcun problema. Va a discrezione del dentista, che ne parla con il paziente e valuta con il paziente stesso come procedere: la comunicazione, nel nostro settore, è tutto. Se poi lei, non vuole farla ma si vuole limitare, per il momento, a curare il dente compromesso, non credo che il collega si opporrà. Per quanto riguarda le macchie bianche, come giustamente da lei scritto, dovrebbe trattarsi di zone di amelogenesi imperfetta - sviluppo anomalo dello smalto, quindi aree a minor mineralizzazione e di maggior debolezza dello smalto stesso (si tratta di una cosa congenita, cioè è un'anomalia che si sviluppa nel tempo nel suo smalto ed è scritta nel suo patrimonio genetico, senza alcuna causa esterna). Il consiglio è mantenere un ottimo livello di igiene orale sulla sua dentatura (a proposito...) perchè maggiormente soggette alla carie rispetto a soggetti che non presentano questo problema.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia