Domanda di Igiene e Prevenzione

Risposte pubblicate: 7

Credo di aver danneggiato i denti...

Scritto da guido / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, mi chiamo Guido... Nell'ultimo anno usavo spazzolini con le setole dure, poiché pensavo fosse meglio, e credo di aver danneggiato i denti, infatti quando bevo vini rossi o mangio i mirtilli diventano quasi subito neri/violacei... da qualche settimana uso quelli più morbidi... giusto ? Devo anche dire che bevo spesso alcolici e fumo ... stò diminuendo entrambe le cose ma soprattutto nel fumare non riesco a smettere Se usassi sempre cannucce e fumassi con un bocchino potrebbe aiutare ? E' possibile rinforzare lo smalto e i denti attraverso una "dieta" o con l'utilizzo di sostanze naturali non lavorate ? Con cosa posso sostituire dentifricio e collutorio ? (ho trovato varie ricette di dentifrici biologici ma nessuna che ne spiega i fondamenti chimici) Io ho pensato di iniziare a bere latte più frequentemente e masticare dei pezzetti di betulla al posto delle cicche poiché contiene lo xilitolo che a quanto ho letto che a lungo termine rinforzi lo smalto dentale e limiti certi batteri causa della placca ....
Caro Signor Guido, sbagliato! Per lo Spazzolamento dei denti: non esiste niente di meglio del normalissimo spazzolino manuale, per l'igiene orale,ci sono delle pasticche colorate da sciogliere in bocca che evidenziano col loro colore la placca batterica non rimossa dallo spazzolino,spazzolino che deve essere in setole artificiali, a testa medio piccola, duro, e usato con la cosiddetta tecnica di Bass modificata,ossia orientato verso le gengive a 45° e usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso è bene usare degli idropulsori che completano l'opera di igiene domiciliare e il filo interdentale, presentando nello spazio interdentale sempre una nuova parte mai usata ed abbracciando il dente come per lucidarlo! Infine esistono degli scovolini per chi avesse spazi interdentali un po' più larghi e lo spazzolino piatto per pulire il dorso della lingua che è grande ricettacolo di placca batterica e quindi di microbi. Detto questo se poi uno è "diversamente abile" o affetto da pigrizia immane, va bene anche lo spazzolini elettrico usato però come da istruzioni allegate!Viva tranquillo! Ma il suo Dentista non gliele spiega queste cose? Si faccia visitare da Lui è la sola cosa "intelligente" che possa fare!!! No anche per il fumo! Lo smalto poi non lo rinforza mica così! Poi cosa crede che significhi rinforzare lo smalto? Deve intervenire eventualmente il Dentista. Non esistono sostanze che agiscano su uno smalto già formato e già danneggiato. No quindi anche per lo smalto: Anzichè fare l'autodidatta, si rivolga ad un Professionista, ad un Odontoiatra che la visiti clinicamente, faccia una diagnosi e pianifichi una terapia, eventualmente! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Guido, ha detto di tutto ma manca una cosa fondamentale, la visita odontoiatrica! Ogni sei mesi lei dovrebbe presentarsi da un odontoiatra per la visita e in alcuni casi può ritrovare anche un igienista dentale che le spiega come conservare i suoi denti splendidamente per tutta la vita.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Lo smalto non si modifica per cui non può farci nulla gli spazzolini di durezza media vanno bene, eviti dentifrici abrasivi. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Tutte le sue preoccupazioni sono divertenti, ma non dirimenti. Circa il problema del fumo, quello che lei vede sui denti è niente al confronto di cosa vedrebbe nei suoi polmoni. Mangi pure more e mirtilli perché contengono oligoelementi (Wikipedia), anche se le macchie sui denti e sulla tovaglia pretendono un bucato speciale. La limitazione di certi batteri causa della placca non la capisco. Non penso che lo xilitolo faccia sempre bene, eccetto che al portafoglio di chi lo vende. Le piccole manie igieniche (latte, betulla, bocchino) sono cose innocenti. Cerchi di diventare vecchio il più in fretta possibile, ma solo di testa (Benedetto Croce) e si occupi di cose più serie, come il volontariato presso gli ultimi della terra, invisibili eppure vicinissimi a lei. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Certo che ci vuole la visita dal dentista, periodicamente!! Mi risulta difficile immaginare uno spazzolino talmente duro da rovinare i denti. Invece può accadere il contrario, che se rimane placca, è questa che poi si colora con i pigmenti alimentari. Bisogna vedere se lei pulisce bene davvero o se non è ora di una pulizia-igiene professionale!

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Guido, il suo discorso è un po confuso. Il dentifricio e il collutorio non hanno molta importanza nell'igiene orale. Fondamentale è lo spazzolino (setole medie) e la tecnica di spazzolamento. Lo xilitolo è un dolcificante che non rinforza affatto i denti, semplicemente (oltre a vere meno calorie dello zucchero) nel suo metabolismo si formano meno acidi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sostanze naturali non lavorate? mi spiega che differenza fa, per lei, se una certa molecola con cui entra in contatto è stata prodotta da una pianta o da un laboratorio? saranno sempre quel tot di atomi di carbonio, idrogeno, ossigeno ecc., messi in un certo modo, che la costituiscono... se vuole giocare a fare il "piccolo chimico" sui suoi denti scelga almeno dei testi di chimica e non di filosofia new age :-) se poi tiene davvero al suo sorriso non si improvvisi col fai da te ma si rivolga a chi ha le necessarie competenze, cioè un bravo odontoiatra.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia