Domanda di Igiene e Prevenzione

Risposte pubblicate: 6

Ho 33 anni e sono alla diciottesima settimana della mia seconda gravidanza

Scritto da claudia / Pubblicato il
Salve, ho 33 anni e sono alla diciottesima settimana della mia seconda gravidanza. Cambiamenti ormonali e costante vomito quotidiano nei primi quattro mesi di gravidanza - oltre ad una mancata pulizia dentaria preventiva, prima del concepimento -, hanno determinato il presentarsi di un'epulide all'altezza dell'incisivo inferiore destro. Nel corso della mia prima gravidanza l'epulide si era estesa a tutti gli incisivi e i canini superiori e inferiori (lato interno ed esterno)e il dentista aveva effettuato una pulizia leggera per arginare il problema che è stato poi risolto con intervento di asportazione della parte a cura di un maxillo facciale all'ottavo mese di gravidanza. Durante l'intervento mi è stato detto che la pulizia dei denti va evitata in questi casi perché il sanguinamento delle gengive comporta la formazione di nuovi grappoli. Tra l'altro, dopo l'esportazione, con decorso breve ma doloroso, l'epulide si è riformata, in lieve misura per regredire poi spontaneamente dopo il parto. Ora mi trovo in difficoltà rispetto al da farsi. Il dentista vorrebbe effettuare una pulizia dentaria e io le chiedo se questa possa effettivamente incentivare la formazione di epulidi o se, al contrario, le argini. Se poi dovesse estendersi come nella precedente gravidanza è preferibile intervenire prima o dopo il parto? Grazie per l'attenzione. Cordiali Saluti Claudia
La igiene dentale professionale periodica è del tutto irrinunciabile. Il modo migliore di di stemare le epulidi è il laser. Semplice, indolore, risolutivo.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Estesa Epulide . Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Claudia, è stata mal consigliata! Il movimento ormonale in gravidanza provoca patologie Gengivali e Parodontali, tra cui Gengiviti, Parodontiti con tasche parodontali, Epulidi dette appunto gravidiche! Epulidi così estese che coinvolgano il parodonto di tutta la parte frontale da canino a canino sia superiore che inferiore, formatasi in brevissimo tempo, direi che mi lasciano veramente molto perplesso, tanto da pensare che la diagnosi non fosse esatta o lei abbia capito male e che si sia invece trattato di una ipertrofia-iperplasia gengivale estesa e tipica dello stato gestazionale in cui non viene curata la bocca, come è avvenuto nella sua, denti e parodonto, ossia l'Unità Dentale! E' bene in gravidanza fare in ogni trimestre una visita clinica parodontale ed odontoiatrica completa, in particolare sondando le eventuali tasche parodontali e prevenendo le patologie parodontali con igiene orale professionale in studio, approfondita e con curettage e scaling e root planing! Quello sul sanguinamento che le hanno detto sono sciocchezze! L'epulide, poi, non ha remissione spontanea e questa è un'altra sciocchezza dettale! L'Epulide è un tumore benigno ma importante del parodonto che va escisso in profondità fino al periostio e al ligamento parodontale perchè nasce dal parodonto profondo! Bisogna saperlo escidere chirurgicamente se no dà recidive! E' un intervento che fa il Parodontologo e o lo si sa fare o non lo si sa fare! Non lo si inventa!Deve essere radicale. La diagnosi va confermata istologicamente!Si faccia visitare da un Parodontologo!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Claudia, la diagnosi di epulide va formulata solo dopo esame istologico del tessuto rimosso con adatta chirurgia. Non mi consta che tale manifestazione coinvolga un così alto numero di elementi dentari come da lei riportato quindi anch'io propenderi per una forma iperplastico-ipertrofico di natura infiammatoria. Le sedute di igiene dentale non sono affatto sconsigliabili ma anzi direi assolutamente necessarie. Quanto mai doveroso un corretto inquadramento del suo caso mediante la formulazione di una corretta diagnosi da parte di un clinico capace.Cordiali saluti Michele Lasagna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Concordo con i colleghi sul fatto che una diagnosi di epulide gravidica può essere solo istologica, per cui è bene aspettare la fina della gravidanza per valutare una eventuale regressione della patologia, segno che si tratti di una ipertrofia-iperplasia della mucosa che tra l'altro è facilmente prevenibile con una corretta igiene orale a casa da non trascurare associata eventualmente se necessario da sedute di igiene orale professionale. Cordiali Saluti Dottor Massimiliano Lanza Odontoiatra in San Donà di Piave e Mirano
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimiliano Lanza
San Donà di Piave (VE)

Gent.ma Sig.ra Claudia, faccia al più presto una seduta d'igiene dentale (ablazione tartaro, scaling e root planing), non potrà far altro che giovarle. Segua poi con scrupolo le indicazioni del suo dentista e dell'igienista per un piano quotidiano d'igiene orale domiciliare. Per le epulidi rimando alle risposte esaurienti dei miei colleghi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Marco Gabriele Longheu
Milano (MI)

Sig. Claudia le consiglio la lettura di questo mio articolo:http://www.dentisti-italia.it/dentista/patologia-orale/769_epulide-gravidica.html.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)