Domanda di Igiene e Prevenzione

Risposte pubblicate: 8

Ho da parecchio tempo su un molare dei segni neri al centro

Scritto da Monica / Pubblicato il
Buongiorno! Ho da parecchio tempo su un molare dei segni neri al centro! Due giorni fa mi sono recata dal dentista per un controllo, e mi ha detto che è troppo presto per otturarlo... Possibile? Non è che la carie agisce in profondità? E poi qual è il modo migliore di far permanere più a lungo un otturazione in composito? Grazie mille!!!!! Cordiali saluti!!!!!!
Buongiorno a lei cara Signora Monica, non posso ovviamente vedere clinicamente ma immagino si tratti di carie cosiddetta secca, ossia una carie molto scura, in cui la punta dello specillo non entra ed indica che la carie è solo molto superficiale, non attiva, per così dire è stata "bloccata" dal suo organismo. Queste carie hanno una lentissima evoluzione anche di molti anni. Basta tenerle sotto osservazione e curarle appena si attivano e questo lo si vede clinicamente al controllo che è bene fare almeno due volte l'anno in sede di igiene orale professionale, magari. Il modo migliore di far permanere più a lungo un otturazione in composito è farla in amalgama d'argento di altissima qualità! E' una battuta, scusi, per dirle che non esisterebbe nulla migliore di una eccellente amalgama d'argento, ma le mode e la "mania" dell'estetica "comandano" il mercato e quindi le otturazioni "estetiche" anche sui posteriori imperano. Il sistema migliore per farle durare è quello di usare il miglior materiale nelle mani di un eccellente Odontoiatra che sappia preparare bene una cavità e modellare bene una otturazione restituendo le forme giuste secondo i principi gnatologici della Odontoiatria Conservativa e nel rispetto del Parodonto!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Monica, si tratta di una lesione dello smalto talmente piccola che non necessita di cure ma di controlli periodici semestrali poichè hanno una lentissima evoluzione;in qualche vecchio testo veniva denominata carie secca. La permanenza di una otturazione il più a lungo possibile dipende ovviamente dalla qualità del materiale utilizzato e dalla preparazione e capacità del sanitario. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Monica, probabilmente il suo dentista le ha diagnosticato una carie “secca”, cioè inattiva. La carie è una malattia di origine batterica ed a volte l'organismo reagisce come normalmente accade in tutte le malattie e ferma il progredire della carie. In questi casi la terapia più corretta e non fare nulla e tenere sotto osservazione la carie. Spesso passano molti anni prima che vi sia una nuova fare attiva della carie. Il modo per far durare a lungo una otturazione in composito è farla regola d'arte, seguendo i migliori protocolli. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Monica, quest’odontoiatra dopo la visita è responsabile della sua bocca, se lui dichiara che è sufficiente il controllo trimestrale o semestrale per il mantenimento di quel dente non occorre altro e lei può dormire sonni tranquilli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Una carie se è carie, prima o poi, più velocemente o più lentamente, va avanti inesorabilmente (può essere anche molto lentamente, in base a tanti fattori). Oggi ci sono metodi molto moderni. Un laser che diagnostica a che punto è la carie e in base agli studi e alle evidenze è quasi infallibile nelle sue diagnosi. Prima del laser c'è la visita, l'esperienza del dentista, le radiografie!! Come terapie, oltre le tradizionali, c'è oggi la mininvasiva e l'ozono che la permette: se è davvero agli stadi iniziali, senza trapano nè anestesia, una applicazione di ozono disattiva la carie definitivamente e sopra ci si mette il sigillante occlusale che previene altre carie in quel dente (per il 70 per cento circa di probabilità che ha di venire sui solchetti..). Se vuole approfondire, legga qualche mio articolo in proposito in questo sito.. La maniera migliore per far durare moltissimo una cura in composito è quella di prendere la carie (se c'è) più precocemente possibile: i restauro più è minimo e più dura..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Monica, se hai fiducia nel tuo dentista ti devi fidare delle sue scelte terapeutiche, altrimenti se nutri diffidenza non ti resta che cambiare dentista. Ciao

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

O si fida del suo dentista o lo cambi

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile Monica, è il suo dentista che fa diagnosi e terapia e se ha optato per non otturarlo anzi è da ringraziare per la sua onestà ed alta professionalità andando contro sporchi interessi economici. Se lo tenga ben caro e gli riponga la massima fiducia. Per quanto riguarda la durata di un'otturazione in composito questa dipende da svariati fattori e cioè estensione della cavità cariosa, qualità del materiale e soprattutto dall'abilità dell'operatore. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia