Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 4

Rischio che si rompano gli altri denti che potrebbero essere più alti?

Scritto da Lele / Pubblicato il
Ho dovuto fare un intervento a 3 denti molari dell'arcata superiore che avevano delle carie. Il secondo molare si era rotto da un lato quindi è stato ricostruito. Il dentista alla fine della ricostruzione esegue varie limature, facendo una prima verifica con un foglietto blu, alla fine delle limature mi ha chiesto di stringere i denti e dirgli se fregavano ancora. Io ero incerto e ho detto di sì per qualche volta pensando che era meglio lo limasse di più anziché meno, ho detto di si per varie volte e lui ha continuato ad usare quella specie di fresa. Ecco adesso sono tormentato dal pensiero che sia limato troppo, non ha verificato di nuovo alla fine con il foglietto blu e vedendo quel molare mi sembra molto basso e arrotondato. Anche con la lingua non lo sento appuntito come gli altri denti ma sembra quasi arrotondato. È il secondo dente a partire da sinistra. Vorrei capire a cosa andrò incontro in caso fosse stato fatto più basso del dovuto o fosse stato arrotondato troppo su mia insistenza. Sono settimane che vado dal dentista per vari denti che mi si scheggiano o rompono e non ne posso più. Cosa posso rischiare? Che si rompano gli altri denti che potrebbero essere più alti? Che quel dente ricostruito si spezzi prima del tempo perché troppo sottile per via delle limature? Oppure posso comunque stare tranquillo se è più basso e limato troppo o comunque troppo arrotondato con la fresa?
Caro Signor Lele, sta descrivendo un normalissimo controllo occlusale dei rapporti fossa- cuspide, gnatologici e dei solchi e fossette e cresta marginale con cui si deve modellare una otturazione per restituire funzionalità oltre che estetica al dente curato! Non è stato fatto più basso stia tranquillo, ne parli con lui. Certo che la "decisione" sarebbe dovuta rimanere in "mano" al Dentista. Certo si chiede al pazienza che sensazioni ha in posizione di Relazione centrica e nelle diverse disclusioni gnatologiche, ma solo come sua sensazione mantenendo sempre da Curante, il controllo ed il dominio della situazione. Ora , sa, una cosa è sentire un suo racconto via Web, un'altra è quello che realmente è accaduto. Ripeto, ne parli tranquillamente col suo Dentista. Le darà tutte le doverose Spiegazioni ed Informazioni! Stia tranquillo, le sue sono tutte patologie di Routine Odontoiatrica. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'intervento da lei descritto (foglietto colorante blu o rosso… solo per cominciare) si chiama "molaggio selettivo", e sarebbe – per spiritoso aforisma - l'operazione più rischiosa in assoluto per la salute della bocca. Il massimo pregio di una bocca sana dovrebbe essere "la stabilità occlusale", pregio che, in riferimento al suo dubbio, sembra già un pochino compromesso. Sta scritto: "quel molare mi sembra molto basso e arrotondato" che diventa la felice illustrazione di cosa non dovrebbe accadere. I denti sani e giovani hanno lame (non sta sbagliando a leggere) lame che tranciano il cibo interposto. La buona masticazione è rapida e leggera. Con la consunzione fatale dell'età i denti perdono la loro forma meravigliosa e funzionano per molitura, una forma molto meno efficace per sminuzzare il cibo. Il suo dentista frettoloso ha piallato il dente in modo da ridurlo ad una età dentale che dovrebbe essere almeno il doppio della sua età anagrafica. (Rilegga attentamente questa proposizione.) Le propongo un gioco. Metta suoi ospiti commensali davanti ad una porzione standardizzata di carne chianina cotta al sangue, con partenza simultanea e un premio per chi arriverà prima all’osso. Si formerà una crudele graduatoria per un’invincibile differenza nei rapporti di combaciamento. Mi spiace avvertirla che se lei continuerà ad affidarsi allo stesso dentista tra qualche anno potrebbe lei stesso finire in fondo a questa speciale graduatoria, e per somma ingiuria potrebbe essere sorpassato anche da persone molto più anziane di lei. Solo anagraficamente! Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Posso capire tutti i suoi dubbi, ma le procedure da lei eseguite sono normale routine di controllo occlusale dopo aver eseguito un'otturazione. È prassi chiedere al paziente "come lo sente?", ma è comunque la cartina occlusale (foglietto blu) a dare il riferimento corretto al dentista: a volte il paziente avverte qualcosa di "strano", ma se i contatti occlusali sono corretti (cioè se la cartina blu non segna alcun precontatto), significa che l'altezza dell'otturazione è adeguata. Le spiego a grandi linee come si procede. Una volta seguita l'otturazione, con questa cartina blu occlusale, si fa aprire e chiudere al paziente 2-3 volte ("come se dovesse masticare"), quindi si controllano gli eventuali pre-contatti (solitamente presenti) e si scaricano (limano) gli stessi. Spesso la procedura viene ripetuta più volte, fintanto che si ottiene un risultato adeguato da un punto di vista occlusale (da ciò possono derivare morfologie dentali più "arrotondate" rispetto ad altre, subito captate dalla lingua). È ovviamente il dentista, e non il paziente, sulla base dei segni della carta articolare, a stabilire quando fermarsi. In ogni caso, non corre nessun rischio anche nel caso fosse stato abbassato leggermente più del dovuto o presenta una morfologia arrotondata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Lele, madre natura sistema queste cose attraverso la possibilità di intrusione e estrusione dei denti, per cui se ha dei dubbi basta parlarne al suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento