Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 6

SEGUITO ALLA DOMANDA: Se non porto più il bite la mandibola si riposiziona a com'era che indossassi il bite?

Scritto da Ludovico / Pubblicato il

Ringrazio tutti i Dottori che mi hanno risposto. Aggiungo anche per completezza che il bite inizialmente mi ha provocato dolori che non avevo mai avvertito in vita mia e con tale intensità come al collo, sotto l'occhio e addiritura ai denti. In passato ne ho utilizzati altri due per il bruxismo sull'arcata superiore quest'ultimo invece che mi è stato fatto è inferiore e diverso dai primi due perchè ha una placchetta rialzata sul davanti. E' questo il tipo di bite che serve a spostare la mandibola? Ma il bite va messo sull'arcata superiore o inferiore? Vorrei anche sapere se in attesa di una visita con un Dottore esperto di gnatologia posso comprare un bite che vendono in farmacia per combattere il bruxismo? Oppure può provocare danni all'articolazione? Grazie ancora Grazie

 

Precedente: http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/gnatologia/8394_se-non-porto-piu-il-bite-la-mandibola-si-ri.html

 

Il bite terapeutico va costruito in funzione della situazione clinica e quindi è individuale e non si può quindi darle una risposta standard senza conoscerla clinicamente. Escludere quindi al momento di prenderne uno in farmacia Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Arco di trasferimento e articolatore a valore medio tra i tanti strumenti per lo studio Gnatologico. Da casistica del Dottor Gustavo Petti Gnatologo Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Ludovico, nella mia risposta del giorno 19-11-2013 le ho spiegato più o meno tutte le cose essenziali in modo ritengo esaustivo! Le ho parlato dei diversi tipi di bite, dell'ortotico di riposizionamento, dei bite su arcata superiore e di quelli su arcata inferiore, dei bite terapeutici sintomatici e diagnostici. Le ho spiegato che occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Le ho sottolineato che le patologie dell’apparato stomatognatico (la bocca nel suo intero)) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica, oltre che Terapeutica!Le ho lasciato un Poster esplicativo!Le ho parlato dell'Arco Facciale di trasferimento di cui le lascio ora un piccolo poster! Soprattutto le ho precisato che per fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA, bisognerebbe vederla Clinicamente. Questa ultima cosa le ripeto con estrema fermezza! Non posso dirle altro che la possa aiutare se non che se si trovassero reali affinità tra postura e patologia occlusale, per stabilire se questa patologia fosse ascendente o discendente ci sarebbe bisogno oltre che dello studio suddetto con arco facciale di trasferimento, anche di valutare proprio la sua postura con pedana podometrica computerizzata e tanto altro! E' necessario integrare meglio le valutazioni cliniche suddette, gnatologiche di disclusione e protezione reciproca in protrusiva (incisiva), in lateralità (canine) ed in Relazione Centrica e Centrica abituale e Long centric ( posizioni di massima retrusione, abituale retrusione e spazio di retrusione) e dopo uno studio accurato posturale e spesso podometrico. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ludovico, le consiglio di fermarsi e attendere la visita dell'odontoiatra che si occupa di gnatologia, evitando altre confusioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Prima domanda. Il bite da farmacia è una modesta opera di bene solo per chi lo vende. Poi leggo che con il bite del dentista ha avuto peripezie assortite, a controprova che al peggio non c'è limite. Seconda domanda. Danni all'articolazione? Si, ma di suo l'articolazione è tanto robusta che non si lascia sgangherare facilmente. Dopo anni di mala occlusione, deraglia e non è mai facile recuperarla, anzi quasi impossibile. Terza domanda: "il bite va messo sull'arcata superiore o inferiore?". Il bite va messo - di regola - nella parte superiore della bocca, secondo il parere dei maggiori autori e dei dentisti che curano definitivamente più pazienti. Lo mettono nella parte inferiore i seguaci della scuola funzionalista, che seguiono un filone letterario loro e si conducono come gli affiliati di una chiesa autocefala. Lo mettono di sotto anche i seguaci della ottima Signora Adriana Valsecchi, una non dentista, che ha reclutato nel suo club dei sofferenti molte persone con il principio della "Occlusione Gravità". Lo suggeriscono sotto anche i fisiatri, gli osteopati, i chiropratici e gli specialisti di scienze motorie. Lo suggeriscono sopra i gnatolgi puri, che tali e veraci sono quelli che fanno poi una protesi fissa che ricomponga la forma dei denti in modo razionale. Il dentista che non conosce a fondo la tecnica della protesi fissa è perdente in partenza. Molti sventurati, dopo anni di infelicità occlusale e posturale, presi per matti nel mondo dei normali, si volgono al trascendente e all'immanente, praticano yoga e occultismo, vanno in analisi di psicologia comportamentale, e per uscire dal loro male essere traslocano in India sulle rive del Gange. Ho scritto a colpi di fulmine. Legga tra le righe. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Ludovico, speriamo che che l'atteso gnatologo possa almeno parzialmente risolverle i pasticci messi in atto dal primo curante. Ma se applicherà un atro bite empirico non credo ci saranno miglioramenti. Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile paziente, bite da farmacia assolutamente no. Gnatologo assolutamente si. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Sullo stesso argomento