Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 14

Si possono allineare le due arcate? quali sono i metodi?

Scritto da luigI / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Luigi e ho 31 anni. Il mio problema e' che la linea mediana delle due arcate dentali non e' allineata ed esteticamente si nota la mandibola deviata un po' verso la mia destra. Non accuso gravi problemi ma da questo inverno sono diventati piu' frequenti i dolori al collo e i mal di testa. Una mia foto in allegato chiarirà la situazione. Domanda: si possono allineare le due arcate? quali sono i metodi? da quali analisi/radiografie dovrei partire per una diagnosi e una cura precise? grazie.
Beta "ingenuità" caro signor Luigi e lo dico con grande Rispetto mi creda! = Una mia foto in allegato chiarirà la situazione. No, occorre una Visita Clinica, Odontoiatrica completa (vedo resina da probabile ex ortodonzia sui suoi denti, o da pessima conservativa, ma non si vede bene, patologie conservative, papille infiammate e lucide da far pensare ad una Gengivite e quindi occorre anche una Visita Parodontale con misurazione di eventuali tasche parodontali per escludere che la Gengivite si sia aggravata in Parodontite e poi Gnatologica ed Ortodontica con Ceck up e Analisi Cefalometrica, non solo ma a seconda della patologia occlusale e gnatologica occorre rilevare anche il rapporto spaziale cranio-mascella-mandibola con un arco facciale di trasferimento e rilevare l'Angolo di Bennet che non mi dilungo a spiegare cosa sia! Quindi come vede, non basta una foto! Vada dal suo Dentista con Fiducia! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Paziente, capisce bene che con un consulto on-line non è possibile rispondere correttamente alla sua domanda perchè la diagnosi ortognatodontica si effettua con modelli di studio della bocca, Rx ortopantomografia, teleradiografia latero-laterale, cefalometria ortodontica (esame fondamentale !), fotografie del viso e della bocca. Nel suo caso bisognerebbe anche capire se esistono asimmetrie di tipo scheletrico con una teleradiografia postero-anteriore che permette di analizzare i rapporti anatomo-scheletrici tra neurocranio, splancnocranio ed elementi dentari sia in senso trasversale che verticale ed in particolare a carico della mandibola (laterognazia, lateroposizione, asimmetrie parziali). Inoltre nel suo caso è indispensabile, prima di qualsiasi intervento ortognatodontico, valutare l'eventuale disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare, da cui potrebbero dipendere i dolori che riferisce, ma questa va diagnosticata correttamente, talvolta anche con la collaborazione del posturologo e trattata in modo da portare ad un equilibrio corretto il sistema cranio-mandibolo vertebrale. Il medico che può fornirle questa diagnosi e se necessario affrontare la terapia (anche ortognatodontica) è un dentista che si occupa di Gnatologia ed esperto in problemi dell'ATM. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Fermo restando che ovviamente sono assolutamente d'accordo con i dottori che mi hanno preceduto, Petti e De Carli, vorrei aggiungere che mi sembra di vedere un palato stretto e lo desumo dal cross byte di sx. Queste asimmetrie sono la causa più forte che ci sia dei disturbi cranio mandibolari di cui lei soffre. Potrebbe non essere facile risolvere ortodonticamente: ci vuole un maestro. Intanto le consiglio fortemente l'aiuto di un osteopata che potrà alleviare i disturbi.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Luigi, un bravo ortodonzista deve prescrivergli una RX panoramica, una teleradiografia latero-laterale, una teleradiografia antero - posteriore. Poi vanno prese impronte e foto, eseguito un esame cefalometrico e solo allora prospettargli una soluzione. Anche se la foto non è a fuoco sembra che una terapia ortodontica sia già stata effettuata. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Egregio Signor Luigi, le sue arcate dentarie possono essere allineate ortodonticamente, così come può essere bilanciata la mandibola nei suoi rapporti articolari ed occlusali, ma non é competenza sua fare diagnosi e piano terapeutico, bensì di uno specialista esperto in Gnatologia! Lei mi pare che si stia sottoponendo già ad un trattamento ortodontico: questo trattamento non può essere improvvisato, altrimenti potrebbe peggiorare la sua situazione gnato-posturale in maniera grave ed irreversibile. Responsabilità del dottore che la tiene in cura è quella di allinearle i denti avendo cura di posizionare anche la mandibola correttamente. Si fidi del suo Curante o si rivolga ad uno specialista del settore, e rinunci all'auto-diagnosi ed all'auto-terapia. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luigi c'è del composito sulla faccia vestibolare dei denti frontali? Si può fare di tutto, ma per prima cosa ci si deve sottoporre a una vera visita odontoiatrica, diffidando di chi la esegue gratuitamente, perchè a volte più che una visita è un semplice preventivo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Luigi, la farei vedere da un ottimo ortodontista in Bari: dott Di Tolve. Per una diagnosi non basta una fotografia. Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Ma lei è già in trattamento con Ortodonzia invisibile?A me sembra di vedere sui denti degli appoggini in composito che si usano con la tecnica invisibile. L'ortodonzia invisibile non può correggere una tale asimmetria,comunque é fondamentale un'accurata visita e approfondimenti radiografici, il suo non è un caso semplicissimo se oltretutto accusa una sintomatologia algica. Cordiali saluti Dott.ssa Antonella Scorca

Scritto da Dott.ssa Antonella Scorca
Bari (BA)

La mandibola sembrerebbe deviata a destra ( uso il condizionale perchè è fin troppo ovvio che non si può fare una diagnosi da una fotografia..), tale evenienza è spesso secondaria ad un insufficiente sviluppo del palato; fermo restando che è necessario approfondire l'etiologia, la riabilitazione di casi del genere passa attraverso la ricerca della posizione corretta della mandibola ( ci sono varie scuole per stabilire quello che chiamiamo rapporto cranio mandibolare fisiologico) e una volta individuata va fatto un bite di riposizionamento mandibolare (ortotico) che va indossato 24 ore su 24 per per inviare costantemente al sistema nervoso centrale i "files" per realizzare un nuovo e più corretto programma (engramma) di gestione motoria della dinamica mandibolare. In neurofisiologia il tempo stimato per ottenere questo risultato va dai 6 ai 9 mesi; dopo questo lasso di tempo la mandibola dovrebbe assumere la posizione corretta ma le arcate non ingranano più tra di loro nel modo ( sbagliato) precedente ed è a questo punto che interviene l'apparecchiatura ortodontica fissa per poter stabilizzare la posizione giusta della mandibola nello spazio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Copio assolutamente le difficoltà espresse dai miei colleghi per quanto concerne la diagnosi a distanza. Aggiungo però che la sua bocca si trova in questa condizione perchè è probabilmente la condizione di massima stabilità ed equilibrio concessa sia dai denti che dalle ossa che li contengono, oltre che dalle spinte fortissime che la lingua e i muscoli mimici esercitano su di loro. Per cui per tentare di allineare le linee mediane (cosa possibile sulla carta) si andrà inevitabilmente a turbare questo precario equilibrio, e non è detto che al termine della cura se ne otterrà un altro (lei ha 31 anni) e che questo equilibrio debba essere "trovato" mediante aggiustamenti tramite molaggi selettivi anche importanti. E' proprio sicuro che vuole raddrizzare le sue linee mediane?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento