Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 14

Questa mattina ho notato che non riesco ad aprire tutta la bocca...

Scritto da Mauro / Pubblicato il
Buongiorno, sono un ragazzo che ha iniziato da un mese a praticare box a livello amatoriale. Ieri sera mi è capitato di parare due colpi alla testa che mi hanno fatto spostare la mandibola di lato, un po' perchè non ero preparato a parare il colpo e perchè sto ancora imparando la tecnica. Questa mattina ho notato che non riesco ad aprire tutta la bocca e provando a a raggiungere la massima apertura la mandibola fa un leggero scatto verso sinistra e di fianco all'orecchio destro è visibile uno spostamento. Mi sono un po informato su internet e ho prenotato un appuntamento con il mio dentista per martedì prossimo. So che non bisogna mai soltanto leggere in internet, perchè poi ci si preoccupa anche per motivi non necessari, però ho letto che in caso di frattura della mandibola è necessaria la diagnosi il prima possibile, ora, io non ho provato dolore quando mi è successo, se non un minimo stordimento per il colpo, però siccome ho letto che i sintomi possono presentarsi anche dopo molto tempo volevo sapere se, essendoci il fine settimana di mezzo, è necessario che mi presenti al pronto soccorso o se debba anticipare l'appuntamento al lunedì, magari presso un'altro studio dentistico, siccome in quello in cui mi sono rivolto non c'era disponibilità per quel giorno. Ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti
Caro Signor Mauro, buongiorno a Lei, avrebbe potuto precisarlo al suo Dentista per una Visita urgente! Che dirle senza sapere e vedere la sua reale situazione clinica! Ma scusi ma il "paradenti" non lo aveva in bocca? In ogni caso non penso che si possa trattare di una frattura, avrebbe sintomi evidenti, ematoma, dolore, incapacità funzionale! Quella che descrive lei è conseguenza del trauma. Così a "lume di naso naturalmente" e poichè è una responsabilità ingiusta quella che mi chiede e cioè di darle una risposta precisa le dico "E' il caso che vada al prontosoccor so Ospedaliero e chieda di essere visitato da un Chirurgo Maxillo Facciale!" Cosa vuole che possa risponderle di diverso!?Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

E' bene non sottovalutare mai i traumi alla faccia, per qualunque motivo essi avvengano (eventi sportivi vs incidenti o cadute) perchè sovente danno problemi non da poco. Tenderei ad escludere la frattura perchè darebbe seri segni e dei sintomi ben poco compatibili con una ricerca web (si recherebbe di corsa in un pronto soccorso in preda a forti dolori) ma di un disclocamento traumatico, o di una sub lussazione questo si. Non forzi la mandibola ad aprirsi e si rechi da un dentista al più presto possibile. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Una visita il prima possibile è la migliore cosa. Da quello che racconta, potrebbe trattarsi della formazione di un pò di edema, che altera la funzione e, quindi, l'apertura della bocca.

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, a leggere dalla descrizione mi sembrerebbe che la sua articolazione in seguito al trauma abbia subito una dislocazione discale. La ridotta apertura della mandibola è infatti un segno tipico di questo problema. Lo scatto è invece indice della capacità residua dell'articolazione a ridurre (termine che significa risolvere) la lussazione. È necessaria una visita con un dentista che sappia trattare il suo problema ed inoltre fare una radiografia per la valutazione di eventuali profili di frattura. Ho visto che è di Torino, se volesse io potrei visitarla domani pomeriggio (a Torino ovviamente), farle luna radiografia ed una volta capito il problema ridurre la dislocazione. Mi pure contatti per ulteriori informazioni. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Gentile Mauro, quello che mi sento di dirti è di consultare un medico che capisca di posturologia e gnatologia. Preciso anche che una frattura della mandibola è accompagnata da dolore e disarticolazione da malposizionamento dei frammenti, quando è grave, se non è a tutto spessore dovresti avere disturbi da mancanza di controllo dei movimenti, oltre al dolore da modificazione dei fasci muscolari, insomma, non mi sembra che sia un caso da frattura -la tac confermerà o no le mie supposizioni. Mi sembra più possibile una malposizione della mandibola a partire dai capi condilari, per questo ritengo opportuno che uno gnatologo possa mettere in atto le misure necessarie. La boxe è uno sport che può creare traumi, il mio consiglio è sempre quello di evitare situazioni potenzialmente a rischio di traumi. Non ti allarmare, è probabile che con manovre idonee la situazione si possa ricondurre alla norma, auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

STANDO SOLO AL TESTO SCRITTO. Non si direbbe frattura dell'osso mandibolare. Potrebbe essere una lacerazione legamentosa acuta, dunque suscettibile di felice guarigione. Non forzi l'apertura, e non giochi con lo scatto a sinistra. Lo scatto non è doloroso perché il piccolo dischetto fibroso che fa da guarnizione dentro l'articolazione non è innervato, e quindi anche se squinternato non trasmette dolore. Attualmente buon segno, perché i dintorni sono innervatissimi! Se il problema non retrocede in tempi brevi, servono una mente e due mani esperte in occlusione. Buona fortuna per la carriera sportiva!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, sig Mauro, spero che lei abbia usato il casco protettivo e il paradenti per gli allenamenti, i sintomi riferiti potrebbero essere nella migliore delle ipotesi dovuti a lussazione delle articolazioni temporo mandibolari con contrazione muscolare che le ha determinato un trisma ( ridotta apertura della bocca) in tal caso sarebbe bene assumere antiinfiammatori e miorilassante, per escludere invece la frattura dei condili mandibolari, situazione piu' frequente per traumi diretti sul mento si deve eseguire al piu' presto una opt ( panoramica ) e radiografie laterali della mandibola a bocca chiusa, semiaperta e in apertura, le consiglio di andare con urgenza in una clinica odontoiatrica per una visita se il suo dentista non e' disponibile per la visita e di eseguire opt e poi decidere sulla base del referto radiografico il da farsi. Cordiali saluti Dr Pierpaolo Sanvito
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierpaolo Sanvito
Monopoli (BA)

Quanto da lei descritto sembra un chiaro locking della articolazione temporo-mandibolare di sinistra causato da una surretrusione condilare omolaterale con conseguente dislocazione del disco articolare. Non mi sembra un caso da pronto-soccorso. L'appuntamento di martedì va bene. La terapia consiste in una distrazione condilare dal lato del locking attraverso l'utilizzo di uno splint da applicare 24H togliendolo solo per i pasti e per un tempo di almeno 30 giorni, prima di rivalutare il caso. Le consiglio di affidarsi ad un dentista specializzato in gnatologia. Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabio Morgese
Casoria (NA)

Caro Marco, con un casco da allenamento ed un paradenti non avrebbe dovuto avere seri danni. E' probabile che ha avuto un forte stiramento ligamentare delle articolazioni temporo mandibolari. Trauma che non è da sottovalutare anche perchè i ligamenti stirati difficilmente non ne risentono. Si rivolga presto da uno gnatologo per la diagnosi e le cure del caso. Buona fortuna

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Da quel poco che si può capire non potendola visitare non dovrebbe trattarsi di frattura, ma di sub lussazione dell'articolazione temporo- mandibolare conseguente al trauma. E' consigliabile per la cura del caso rivolgersi a un dentista esperto in gnatologia.

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Messina (ME)

Sullo stesso argomento