Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 9

Ho 31 anni e ho dei problemi di malocclusione

Scritto da Giusy / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Giusy, ho 31 anni e ho dei problemi di malocclusione. Questi problemi sono iniziati con la comparsa dei denti del giudizio; circa 5 anni fa. Ero andata dal mio dentista di fiducia per capire se avevo spazio necessario per la loro uscita, mi ha detto che non avrei avuto problemi; invece con la loro uscita mi ritrovo i denti inferiori leggermente storti. Ho iniziato a sentire come se la bocca avesse subito un trauma e non chiudesse più come prima; per chiudere fa' una specie di "z". Sono andata ovunque ma nessuno riesce ad aiutarmi in questo problema mi hanno dato il bite, ma il problema non è sparito, anzi al mio risveglio sembra quasi di avere un altra bocca. Chi mi ha detto di levare i denti del giudizio, chi invece mi ha detto che il tutto può peggiorare, ah!quasi dimenticavo ho il morso incrociato solo nella parte destra, due denti che non combaciano perfettamente ma che prima dei denti del giudizio sinceramente non mi avevano mai causato nessun problema.addirittura mi hanno detto di levare questi 2 denti e incapsularle. Io vorrei solo riuscire a non avere sempre questa tensione muscolare e non avere questi rumori alla chiusura della bocca e un continuo fastidio; la notte poi è un dramma. Per favore aiutatemi a capire cosa devo fare!!!!!
Diversi tipi di Bite costruiti però dopo visita Gnatologica completata da rilievi con Arco Facciale di Trasferimento per trasferimento modelli su articalotore tipo Wip Mix per ausilio a Diagnosi Gnatologica. Da casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Cara Signora Giusy, "ah!quasi dimenticavo ho il morso incrociato solo nella parte destra, due denti che non combaciano perfettamente", ossia lei stessa con queste parole si è fatta la diagnosi. Ci sono problemi Gnatologici e miofunzionali, Ortodontici da valutare attentamente insieme alle articolazioni temporomandibolari ed al sistema neuromuscolare in particolare degli pterigoidei, i primi a "saltare" in caso di sindromi della ATM! Ovvio che in una situazione così si possono esprimere pareri seri e Professionali solo con una visita o addirittura serie di Visite e Ceck up e Cefalometria eventuale! Inutile che le dica di parlarne col suo Dentista Storico (la cosa più giusta e Deontologica da suggerire),in cui lei stessa conferma di non aver più fiducia, visto che sta facendo il "giro dei Dentisti" e inoltre chiede a noi via web! La sua "disperazione" deve essere arrivati a "livelli di guardia"! Mi dispiace per le sofferenze che sta vivendo ma non posso dire niente di più, senza visitarla! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Giusy, sicuramente ha dei problemi ortodontici e gnatologici. In questo caso consigli si possono dare solo dopo una accurata visita con esami strumentali e radiologici. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Giusy, lei soffre di una comune sindrome algico disfunzionale cranio-mandibolare determinata da un errore di combaciamento delle arcate dentali.Si tratta di una situazione patologica che può essere risolta in modo efficace e permanente attraverso delle metodiche neuro muscolari ottenute con specifiche analisi computerizzate dei micromovimenti mandibolari e delle attività elettriche dei muscoli posturali mandibolari. Attraverso un protocollo terapeutico ormai consolidato si può tranouillamente prospettare un soddisfacente e stabile risoluzione di tali situazioni. Non servono molte visite ma un corretto inquadramento del caso con metodiche precise, scientificamente comprovate con mezzi moderni. Cordiali auguri, Michele Lasagna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

La sua bocca, a causa del morso crociato, si trovava in uno stato di adattamento, il cui equilibrio -precario- è stato rotto dalla comparsa dei denti del giudizio. Quel che deve fare adesso è farsi visitare da uno gnatologo esperto.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Niente di nuovo sotto il sole, lei ha la "malattia occlusale". Buona notizia: non è mortale, ma peggiora la qualità della vita e del sonno, come sta constatando. La placca (scritta bite e detta bait) è una modesta struttura di plastica che funziona da interruttore di contatto. Il passaggio successivo - di buttare la placca alle ortiche - è la bestia nera di tutti i dentisti. Per lei servono mani esperte, molto esperte. Cerchi fin che trova. Ripeto: solo che siano molto esperte. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giusy, le descrive una sindrome algico disfunzionale cranio-mandibolare, occorre un odontoiatra che semplicemente si occupa di ortognatodonzia e seguire poi le sue cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Tratto casi come il suo di forma rutinaria. Il morso incrociato unilaterale, sicuramente andava trattato a suo tempo dovuto ortopedicamente (ampliando il palato), ora lo può fare con una disgiunzione chirurgicamente assistita se vuole ampliare l'osso (la cosa in assoluto migliore), o a livello dentoalveolare, in funzione della quantità di osso che lei ha (il whalas ridge).... il disordine temporo-mandibolare nel suo caso può essere dovuto anche al morso incrociato, che obbliga alla mandibola a stare in posizione forzata da un lato, quindi avrà probabilmente maggior sintomatologia nell'articolazione contrallaterale al morso incrociato. il suo disordine temporo-mandibolare è inoltre associato al bruxismo che dice di soffrire. bisogna intervenire! è un dolore e una molestia alla quale si può piacevolmente rinunciare. riguardo all'estrazione dei denti del giudizio: quasi sicuramente fuori. l'eruzione dei denti del giudizio inferiori, non è causa dimostrata scientificamente del movimento dei denti inferiori (affollamento terziari), che sia chiaro e che nessuno le dica un eresia simile. I denti si muovono sempre e comunque e a causa della masticazione e abrazione interprossimale si spostano e la loro tendenza fisiologica è andare in avanti. deve risolvere la maloclusione in forma mirata per correggere il disordine temporo-mandibolare. Dovrà essere un ortodonzia con mentalità ortopedica per mettere le articolazioni (ma nel suo caso soprattutto una probabilmente) a loro posto. insieme a bite in relazione centrica. riguardo il bruxismo è un mondo a parte. Lei dorme bene? mi dedico esclusivamene a queste patologie, se vuole avere ulteriori informazioni mi contatti. Cordiali saluti Dr.Alessandro Vacca ODONTOIATRA-MASTER UNIVERSITARIO IN ORTODONZIA E ORTOPEDIA DENTOFACCIALE-TERAPEUTA DEI DISTURBI RESPIRATORI DURANTE IL SONNO (RUSSAMENTO ED APNEE OSTRUTTIVE)- TRATTAMENTI PER IL BRUXISMO E PER I DISORDINI TEMPORO-MANDIBOLARI CAGLIARI-IGLESIAS-GADONI
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Vacca
Cagliari (CA)

Sig.ra Giusi, è difficile rispondere senza vedere almeno una rx, e modelli in gesso x capire di quale entità sia il suo morso incrociato monolaterale, e in che posizione siano gli ottavi, questi erompendo hanno rotto evidentemente un equilibrio precario (dovutoal cross-bite), consiglierei l'estrazione degli ottavi e un trattamento ortodontico x risolvere il morso incrociato. Cordiali saluti Cristina Cortis (specialista in ortogantodonzia)

Scritto da Prof. Cristina Cortis
Cagliari (CA)

Cara signora Giusi, ha ricevuto pareri autorevoli, ma avrà sicuramente capito che deve affidarsi in buone mani per poter risolvere i suoi problemi. Da qui si può pontificare ma non curare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento