Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 12

Da due anni porto un bite dentale correttivo...

Scritto da riccardo / Pubblicato il
Buongiorno a tutti. Da due anni porto un bite dentale correttivo la cui funzione e' arrivata ormai alla conclusione, dato che le ultime mascherine definitive mi sono appena state consegnate. Oltre ad utilizzarlo di notte, dovuto ad un mio bruxismo, l'ho portato tutti i giorni per due anni della mia vita, permettendo un notevole spostamento della dentatura e della mia mascella. Dal mese di gennaio di quest'anno sn cominciati altri tipi di problemi fisici, soprattutto un fastidio al ginocchio sinistro che ora si e' aggravato impedendomi di camminare in maniera fluida. Sono passato da piu' di un medico specialista, da piu' di un esame, ed infine mi e' stata diagnosticata una condropatia rotulea. Dato che non ho mai subito traumi di sorta e che il problema e' nato dal "nulla" mi sono informato il piu' possibile sulle possibili cause....e tra queste ho trovato che lo spostamento dell'asse della mascella puo' comportare problemi di questa natura. Inoltre sempre in maniera assurda la cartilagine della mia narice destra si e' spostata anch'essa senza traumi di sorta.Ormai penso che possa essere tutto collegato e non trovo pace se non riesco ad avere un parere sincero da qualche esperto come voi. Mi sapreste dare qualche informazione in piu? E' possibile che accada questo? E' reversibile(sono disposto ad utilizzare ancora bite anche per tornare alla situazione di prima per assurdo)? Vi ringrazio in anticipo Cordiali saluti Riccardo
Diversi tipi di Bite con Arco Facciale di trasferimento per articolatore a valore medio da casistica Gnatologica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Caro Signor Riccardo, qualcosa non quadra perchè il Bite Plane non provoca lo spostamento dei denti. Evidentemente le è stato inserito un manufatto ortodontico mobile o "mascherine" cosiddette invisibili ortodontiche! Tra l'altro il Bite non si porta tutto il giorno! L'apparecchio mobile e/o le mascherine ortodontiche si! Quindi devo fare i complimenti al suo Dentista che non lo ha informato a dovere su quello che veniva fatto nella sua bocca! Poi è vero che esistono patologie della postura discendenti, ossia a partenza da una malocclusione ed ascendenti ossia malocclusioni derivanti da patologie della postura! Ma esistono come esistono tante malattie che determinano altre patologie. Ossia il fatto che esistano non significa mica che lei abbia patologie posturali ortopediche che significhino che siano per forza causate da una malocclusione! Lo vedrà il Dentista, meglio se Gnatologo! Occorre una visita Gnatologica accuratissima dell'articolato (concetto statico) e dell'articolazione (concetto dinamico) della sua occlusione. Ed una visita accurata dei carichi del suo scheletro valutando l'appoggio della pianta dei piedi su pedane particolari computerizzate e tanto altro, per esempio sappia che oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: la Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Si rivolga ad uno Gnatologo ed Ortodontista nel caso e senta anche il parere di un Medico Fisiatra e di un Posturologo! Il discorso è molto "sottile" e sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare, ATM, e non lo si può spiegare in due parole, tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio, senza averla visitata clinicamente, studiandone il caso, di persona.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Riccardo, il nostro corpo cerca sempre di compensare gli eventuali squilibri, creando anche delle malocclusioni. Nel suo caso meccanicamente si è cercato di correggere una malocclusione creando un disequilibrio, che con il tempo forse il suo corpo potrà adattare, per cui conviva con i fastidi e attenda mantenendo monitorati i disagi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente, per quanto riguarda il problema del ginocchio è possibile , ma tutto da dimostrare, che una modifica del tono muscolare indotta dal nuovo assetto occlusale nei muscoli flessori ed estensori degli arti inferiori possa teoricamente favorire una condropatia rotulea. Ma ripeto siamo nel campo delle ipotesi. Per quanto riguarda il problema del naso escludo categoricamente che le strutture osteo-cartilagine nasali possano subire modifiche in seguito alla terapia da lei effettuata. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Non si può escludere al 100% risultati collaterali simili a quello che lei riporta con l'utilizzo del bite, ma, guardando la stessa cosa dall'altro lato, diciamo che è incredibilmente difficile che vi si arrivi. Propenderei maggiormente per altre concause (magari misconosciute) come abitudini viziate (tipo ore davanti al pc), sport asimmetrici (tennis, baseball), problemi di vista relativi ad un occhio solo, fenomeni legati alla postura, ovvero tutta una serie di ipotetiche ( si badi bene, "ipotetiche") concause, ognuna delle quali magari responsabile al 1,5 % del suo problema ( e quindi da sola incapace di portare al risultato) ma che prese insieme possono influire. Torniamo sempre allo stesso punto, e cioè che intervenire su di una occlusione che difetta in qualche modo, sistema alcune carenze rischiando di crearne altre, anche se il trattamento è stato eseguito con tutti i "crismi". La mole di variabili su cui si interviene anche con il più semplice degli ausili occlusali è talmente ampia che ritengo sia di fatto impossibile prevedere tutte le ricadute, poi dipende sempre dalla soglia di tollerabilità del paziente, che diversamente da persona a persona "accetta" o meno le cure eseguite, e non sto parlando di estetica. Non le resta che parlarne in maniera serena ed aperta col professionista che l'ha curata, che è l'unico che probabilmente potrà esprimersi in merito. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. re Riccardo, si è possibile, ma bisogna dimostrare che è accaduto a lei. Comunque è sempre una patologia multifattoriale, pertanto l'aver cambiato l'occlusione è solo una concausa. Bisogna fare in questo caso una accurata visita gnatologica avvalendosi anche della pedana. Ne parli al suo dentista, sono sicuro saprà darle spiegazioni accurate. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Riccardo, a prescindere dal fatto che il bite non determina spostamento dei denti, rispondere alla tua domanda è non troppo semplice in quanto si tratta di un caso multidisciplinare che dovrà essere gestito da un gnatologo. Cordiali saluti ed auguri di una Santa e serena Pasqua

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se ha cambiato le mascherine ha fatto un trattamento ortodontico potrebbe essersi modificato in negativo un equilibrio che lei aveva, scatenando una sequela di disturbi che se da un lato potrebbero essere indipendenti dall'altro potrebbero avere correlazione. Ma non possiamo certo saperlo senza valutazione clinica e alcuna documentazione. Sicuramente una valutazione gnatologica da un collega esperto è indispensabile.. cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

In buona sostanza se il byte non è fatto bene, può influenzare negativamente l'occlusione (dovrebbe avvenire tutto l'opposto, o almeno essere neutrale). E dall'occlusione dipende la postura, compresa quella di tutta la colonna e del bacino, gambe etc. Non mi sorprenderebbe che un byte mal fatto possa aver generato queste conseguenze.. Gli osteopati ben preparati riescono a capire bene queste sequenze di eventi ed anche curare bene. E, ovviamente gli ortognoatologi, che potranno esserle di aiuto. L'ortodonzia, la gnatologia sono materie delicate che richiedono molta preparazione per evitare in un adulto i disturbi craniomandibolari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Credo che difficilmente i problemi che ha elencato siano correlati, ma soprattutto e' praticamente impossibile determinare una correlazione causa/effetto. Generalmente, in caso di patologia posturale discendente, non c'e' un solo sintomo a distanza, ma il sintomo principale fa parte di un quadro clinico piu' complesso. Tenga presente che la condropatia del ginocchio si sarebbe potuta sviluppare indipendentemente dal trattamento che ha effettuato. Comunque, la piu' comune terapia di approccio per la correzione posturale di una malocclusione e' il bite, pertanto sara' sufficiente avere un buon bite di contenzione post-ortodontica per avere qualche indicazione in piu'. Personalmente le consiglio di terminare il trattamento per avere intanto un punto fermo e non piu' una situazione di dinamismo occlusale. In piu' chiederei al suo dentista una attenzione particolare nel bilanciare il suo ultimo bite, in modo che faccia una duplice funzione (contenzione e assestamento posturale).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Difficilmente, se non impossibile, un bite anche se mal costruito, può determinare una condropatia rotulea. Le cause principali sono dovute a sovraccarico dell'articolazione, quali obesità o attività sportive (ad es. podismo )etc..Piuttosto si rivolga ad un buon ortopedico. Saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Sullo stesso argomento