Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 10

Da 3-4 giorni ho un dolore molto forte all'articolazione tra mascella e mandibola

Scritto da Alessandra / Pubblicato il
Salve, da circa 3-4 giorni ho un dolore molto forte all'articolazione tra mascella e mandibola, solo al lato sinistro. All'inizio sentivo il dolore aprendo la bocca, da ieri invece il dolore si è intensificato e non lo sento più aprendo la bocca ma solo quando serro la mascella, cioè quando chiudo la bocca. Il dolore è tanto forte che quasi non riesco a stringere i denti. Sono stata dal dentista due settimane fa per rifare un'otturazione. Andato tutto bene, nessun problema da segnalare. Per assurdo, potrebbe derivare da un grande sbadiglio, magari "fatto male"? Perchè ricordo uno sbadiglio fatto proprio il giorno prima dell'inizio dei dolori in cui ho sentito come un "click" strano... Devo tornare dall'odontoiatra? Grazie! Alessandra
Direi che un controllo dal dentista è comunque saggio farlo, perchè se è vero che una otturazione rifatta può dare dei problemi nel post operatorio, di solito i problemi sono altri (alterata sensibilità al caldo freddo etc). Per prima cosa tenderei a visitare per escludere che vi siano stati stiramenti a livello dell'articolazione interessata, e poi farei anche un controllo dell'occlusione della nuova otturazione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Vari tipi di Bite per le disfunzioni ATM ed Occlusali e Arco facciale di trasferimento nella visita Gnatologica per lo studio angolo di Bennet e rapporti spaziali con base cranica. Da casistica Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Alessandra, certo che deve tornare dal suo Odontoiatra. Evidentemente c'è qualche patologia alla ATM (articolazione temporo mandibolare) , primaria o secondaria a malocclusione o a traumi d'occlusione. Bisogna che la visiti clinicamente e strumentalmente il Dentista per fare anche Diagnosi differenziali con altre patologie, per esempio della Parotide, dotto di Stenone, cuntrattura del Muscolo Pterigoideo etc.Bisogna fare una accurata valutazione Gnatologica.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Alessandra, può darsi che il piano occlusale della nuova otturazione abbia slatentizzato una situazione border line, funzionalizzata per anni in un certo modo. Anche un forte sbadiglio può provocare una sublussazione o lussazione della mandibola con lassità legamentosa o occlusione non bilanciata, come pure traumi, perdita di denti ecc. Consiglio una visita odontoiatrica:la cosa più importante è la diagnosi in statica e dinamica per le cure del caso. Cordiali Saluti, Dott. Angelo Beghini Cassano D'Adda MI e Comazzo LO
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Gentile Alessandra, entrambe le motivazioni da te addotte possono essere la causa della dolenzia all'ATM ed è opportuna una consulenza del tuo dentista curante. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Ritorni dal suo dentista. Come ha ben espresso il dott. Beghini l'insorgenza dei sintomi dopo l'otturazione fà pensare ad un problema occlusale preesistente e non sintomatico che è diventato sintomatico dopo l'otturazione. Questo può avvenire anche con minime modifiche dello schema occlusale e senza alcuna colpa da parte del suo odontoiatra. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Sig. Alessandra deve tornare dall'odontoiatra per un controllo. Un forte sbadiglio a volte corrisponde alla massima apertura, che in alcuni casi patologici può catturare in avanti il disco meniscale che poi viene recuperato con il rumore da lei riferito. La sintomatologia da lei riferita potrebbe essere adeguata all'accaduto. Le ricordo che la mia spiegazione potrebbe non corrispondere alla realtà dei fatti, per cui occorrono accertamenti clinici e diagnostici ad opera di un odontoiatra.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Si, Alessandra, lei deve tornare dall'odontoiatra e riferirgli quello che ha scritto a noi: Probabilmente lei ha una malocclusione e lo sbadiglio le ha procurato una sublussazione con la sua dolorosa sintomatologia conseguente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Alessandra il dolore da Lei avvertito è certamente collegato all'articolazione e il "grande sbadiglio" di cui parla può essere stata la "goccia che ha fatto traboccare il vaso" mettendo in evidenza una patologia articolare latente, probabilmente di vecchia data e non necessariamente collegata all'ultima otturazione o a fattori strettamente odontoiatrici. E' certamente necessaria una valutazione gnatologica e quasi certamente l'applicazione di una placca di svincolo accuratamente bilanciata per "rieducare" la muscolatura legata alla dinamica mandibolare. Dopo di che potrebbe essere necessario stabilizzare la corretta postura e funzione della mandibola. Le auguro buona giornata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuliano Pellizzari
Padova (PD)

Gent.ma Sig.ra Alessandra, consiglio pratico: si rechi dal Suo odontoiatra e gli esprima dettagliatamente la Sua situazione e si faccia dire in scienza e coscienza se questo è un campo dell'odontoiatria del quale lui si occupa; altrimenti si faccia indirizzare da lui al collega più competente. Pensi che molte persone nelle Sue condizioni, prima di arrivare - come Le è già stato indicato - a capire che si tratta di una compromissione dell'articolazione temporo-mandibolare e della muscolatura masticatoria, va in pellegrinaggio dall'otorino al neurologo all'ortopedico e a volte fino allo psichiatra. Ogni Bene.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Bottonelli
Merano (BZ)

Cara Alessandra gli elementi sono veramente esigui per farle una diagnosi non crede, potrebbero essere i denti del giudizio come un problema articolare, come qualsivoglia altro problema. vada dal suo dentista. distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento