Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 9

Una malocclusione può causare mal di testa leggero e continuo?

Scritto da andrea / Pubblicato il
Salve sono un uomo di 42 anni, da circa 10 mesi cerco di capire il problema che mi causa un leggero e continuo mal di testa frontale, prima ha fatto una visita neurologica e mi è stato consigliato di fare una visita fisiatrica e successiva fisioterapia per eventuali FKT. Risultato nessun problema rilevante, da associare al mio mal di testa, allora il neurologo con suggeririmento acquisito dalla fisioterapia di una non perfetta postura mi fa passare una visita gnatologica, dicendomi che una mal occlusione può dare mal di testa. Fatta questa visita mi è stato chiesto di fare una RMN alle articolazioni TM e una OPT arcate dentali. Nel frattempo "10 mesi" sto facendo una terapia antidolorifica con Laroxyl, il dolore è sparito però se smetto la terapia il dolore riprende. La mia domanda è se la strada è quella giusta anche perchè io non ho nessun dolore alla mascella o alle articolazioni della bocca e quindi una mal occlusione può causare solo un mal di testa leggero e continuo? Grazie mille
Non è possibile risponderle senza una visita accurata, in ogni caso una malocclusione può causare dolori al collo, alla testa, alla schiena, all'articolazione temporo mandibolare, fastidi all'orecchio etc... sarebbe opportuno fare una radiografia laterale del cranio in posizione di massima intercuspidazione e di conseguenza studiare suddetta radiografia (cefalometria)... si rivolga ad un dentista specializzato in ortognatodonzia. cordiali saluti

Scritto da Dott. Francesco Altobelli
Pescara (PE)

Caro Andrea.. la via giusta è quella che esclude volta per volta le varie possibili cause. La via farmacologica deve essere, se possibile, l'ultima spiaggia. adesso, intrapresa quella gnatologica, la porti a termine. Si affidi naturalmente ad un ottimo gnatologo. Cordialmente, Gianluigi Renda.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Visita Gnatologica e Arco Facciale di trasferimento per lo studio della base cranica ed arcate nello spazio
Caro Signor Andrea...dicono bene i colleghi che mi hanno preceduto e benissimo il Dr. Renda...aggiungo : ... la specialità che si occupa di questi problemi è La GNATOLOGIA: essa studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione"... L’avulsione chirurgica di un dente del giudizio incluso, a limite, può provocare spostamenti degli altri denti, quindi precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione...(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio...(che determina la capacità di stare in equilibrio...ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali . Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta ..L’ACUFENE), gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione ...ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture)...Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide ... Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile..perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura sia che essa sia discendente ossia a partenza da una malocclusione sia che essa sia ascendente ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè...non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità...perchè senza averla visitata non è possibile ...infine ci sono terapie ... di riabilitazione neuro muscolo-occlusale. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile" sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare e non lo si può spiegare in due parole tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio senza averla visitata clinicamente studiandone il caso di persona. Sappia che in ogni caso... il Bite Plane deve essere ben realizzato da persona competente ... sembra una "sciocchezza" ma non lo è...anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica...poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo ...ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore...è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite...così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari... il cervello...per così dire...in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così...la nuova posizione della mandibola...quella "buona"..."corretta"...il bite infatti può essere terapeutico sintomatico...e diagnostico...una volta trovata la nuova posizione della mandibola si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia !!! MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 33 anni...mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica .per dirle qualcosa di certo ossia fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA bisognerebbe vederla Clinicamente questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA!!! cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo in Cagliari e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Andrea, se esiste una malocclusione o un pre-contatto, allora si può imputare il suo mal di testa, per meglio comprendere il tutto, la invito a leggere l'articolo da me redatto su questo portale: Disfunzioni Cranio Mandibolari e Postura. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Una malocclusione, anche minima e impercettibile determina una posizione della mandibola che deve essere sostenuta da un lavoro muscolare maggiore, questo può provocare il mal di testa. Ciò è vero soprattutto se per vari motivi si tende a rimanere a lungo con i denti serrati. Attenzione però, altre volte la posizione centrata della mandibola non corrisponde alle esigenze posturali del corpo (classico esempio i colpi di frusta cervicali che necessitano di un avanzamento mandibolare a cui si oppone una normo occlusione). Quindi consiglio:visita gnatologica per scongiurare evidenti problemi occlusali associata a test posturali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Gentile Andrea, una malocclusione può essere causa di cefalea, però di solito si manifesterà molto precocemente e non a 42 anni. La medicina è molto complessa perché lo è il nostro corpo, quindi nulla si può escludere. Probabilmente se il dolore fosse conseguente ad una malformazione dentaria un buon gnatologo potrebbe essere risolutivo. Sempre lui potrebbe dire se la mal occlusione non ha relazione con la sua cefalea. Cordiali saluti E.spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Sig. Andrea, si calcola che oltre il 60% delle cefalee muscolo-tensive siano causate da una malposizione dentale e da conseguenti danni posturali. Le consiglio di intraprendere una ricerca volta allo studio ed alla risoluzione di una probabile alterazione neuro-muscolare che potrebbe essere alla base del Suo problema. Nella sua regione ed in particolare presso l'Università di Firenze esistono validi operatori che saranno in grado di sottoporla ad adeguate indagini strumentali ed a una eventuale corretta terapia mediante riposizionatore mandibolare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

La terapia con il Laroxil è ottima, (infatti le elimina il dolore) ma lei la deve fare seguendo benissimo le indicazioni del neurologo e la deve proseguire senza interruzione per 1-2 anni. Il Laroxil funziona come un antidolorifico, ma non lo è.

Scritto da Dott. Antonio Mininno
Corato (BA)

Sig. Andrea mi trova in accordo con il Dott. Renda, la cura farmacologica permanente è l'ultima spiaggia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento